Il gatto nero oggi e nella storia tra superstizione e presunta sfortuna

Il gatto nero: superstizione

Felino elegante e tenebroso, quasi una piccola pantera, purtroppo il gatto nero è oggetto di superstizione.
Perché si dice che  porti sfortuna? Ed oggi, come è considerato?

Il gatto nero porta sfortuna?

Il gatto è  tra gli animali domestici più amati, anche se nel passato può vantare un vero periodo d’oro, quando la dea-gatto Bastet dell’Antico Egitto gli garantiva protezione e rispetto in quanto suo emissario in terra.

Oltretutto i gatti erano, e lo sono stati per secoli, apprezzati per il loro contributo a uccidere i topi che potevano danneggiare e ridurre i raccolti.

Foto Gatto Nero

Il Gatto Nero

I piccoli felini tuttavia hanno conosciuto anche il loro periodo buio, quando furono identificati come fedeli compagni delle streghe, specialmente per quanto riguarda la figura del povero micio nero.

Già durante il Medioevo si iniziò ad associare il gatto nero a un demone, complice il suo colore e il fatto che uscisse di notte, come facevano anche le streghe per partecipare ai sabba.

Inoltre il fatto che potesse apparire all’improvviso lungo la strada e facesse imbizzarrire i cavalli, ha originato la famosa superstizione che un gatto nero che attraversa la strada porti sfortuna.
Ci sono addirittura superstizioni sul fatto che se il gatto attraversa la strada da destra a sinistra porti sfortuna, mentre se attraversa da sinistra a destra, porta fortuna.

Divenne quindi facile additarlo proprio tra gli animali dotati di potere satanico prediletti da satana e dalle streghe, oltre ad altri come il gufo o il corvo: qualunque donna che desse anche solo da mangiare a un gatto era vista con sospetto.

Soprattutto dal ‘400 in poi la caccia alle streghe si intensificò, dopo la bolla papale di Innocenzo III che si era prefissato di eliminare tutte le religioni pagane ancora conviventi con quella cristiana.

In particolare, con il Malleus Maleficarum, manuale scritto da due dominicani tedeschi, si stabilivano gli accertamenti da fare e le punizioni da effettuare se la persona fosse stata riconosciuta come strega.
A questo fecero seguito altri manuali corollari su come torturare l’imputata per farla confessare.

Il gatto nero porta sfortuna?

Il gatto nero porta sfortuna?

In caso la donna in questione fosse condannata al rogo per stregoneria, il suo povero gatto sarebbe stato bruciato assieme.

L’ultimo gatto giustiziato in Inghilterra per stregoneria morì nel 1712.

Le leggende dei poteri demoniaci del gatto nero si sono comunque conservate fino ai giorni nostri, tanto che se uno di questi ci attraversa la strada viene comunemente interpretato come cattivo presagio.

Tra le imputazioni a carico dei gatti c’era anche quella di diffondere la peste, mentre invece proprio la loro uccisione in massa sembra ne abbia favorito il propagarsi.

Leggenda narra che i gatti neri fossero numerosi nelle navi dei pirati, che grazie al loro manto scuro, riuscivano a cacciare meglio al buio. Quando i pirati attraccavano al porto per assaltare una città, venivano seguiti dai gatti, che quindi vennero associati all’immagine crudele e portatrice di morte del pirata.

Quindi tra i motivi di superstizione nei confronti dei gatti neri troviamo:

  • spaventava i cavalli che di notte lo vedevano all’ultimo momento
  • era associato alle streghe
  • erano associati ai pirati e alle loro navi
  • si diceva diffondessero la peste

I gatti neri possono essere di diverse razze, il gatto nero di razza per eccellenza è il Bombay, dai magnetici occhi gialli.
Molto ricercato anche il gatto siberiano e il gatto certosino di colore nero, anche se il certosino nero è impossibile da trovare, il suo manto è del tipico colore grigio-blu.

Il gatto nero porta fortuna?

Tuttavia, per fortuna, queste superstizioni  in alcuni paesi sono l’opposto, cioè il gatto nero ha una connotazione positiva e di portatore di buona fortuna, come ad esempio nei i Paesi Anglosassoni (Galles e Conivaglia), in Giappone e in molti paesi asiatici.

Inoltre secondo una differente superstizione, pare che vedere un gatto nero il 1 gennaio porti grande fortuna per tutto il resto dell’anno.

Il gatto nero Day

A causa di queste assurde superstizioni, i mici neri spesso sono perseguitati ingiustamente, ed è per questo che  l’ Aidaa, Associazione Italiana Difesa Animali & Ambiente, ha creato, nel giorno 17 novembre, il Gatto nero day.
Si tratta di una giornata a difesa della sue dignità  e della sua vita, per sfatare finalmente questi pregiudizi e superstizioni contro il micio dal manto nero.

Pare infatti che siano ancora molte le uccisioni di gatti neri volontarie, sia per superstizione che per gioco, purtroppo. Anche la data del 1 novembre, attorno alla quale ruota Halloween ed il giorno dei morti, spesso vedono queste macabre pratiche, tanto che le associazioni animaliste e l’Enpa, stanno con gli occhi aperti e le orecchie tese, per tutelare i gatti, in questi giorni.

La canzone dello Zecchino d’Oro

Il gatto dal manto nero è famoso anche per la filastrocca “Volevo un gatto nero”, una canzone dello Zecchino d’Oro del 1969.
E’ una canzoncina per bambini che parla di un gatto nero e un gatto bianco, e il ritornello recita:
“Volevo un gatto nero, nero, nero,
mi hai dato un gatto bianco
ed io non ci sto più.
Volevo un gatto nero, nero, nero,
siccome sei un bugiardo
con te non gioco più.”
1969 di Franco Maresca, Armando Soncillo, Framario – cantata da Vincenza Pastorelli
Ecco il video scovato su Youtube della canzone, in versione originale del 1969

Il racconto di Edgar Allan Poe

Il nostro amico felino nero è anche il protagonista di un celebre racconto di Edgar Allan Poe, scritto nel 1843, dal titolo “Il gatto nero” in cui un omicida racconta di come il suo gatto Plutone l’abbia morso, e così un demone si impossessò di lui.

Non ti svelo il resto del racconto per non rovinarti la suspence, dal racconto sono stati anche tratti numerosi adattamenti cinematografici.

Ecco qui il racconto in una raccolta per gli amanti della suspence e di Edgar Allan Poe in offerta su Amazon:

In questo video Youtube ho invece trovato la lettura del racconto di Poe, che puoi comodamente ascoltare in cuffia:

Il film “Gatto nero, gatto bianco”

Film del 1998, diretto dal regista serbo-bosniaco Emir Kusturica, ambientato sulle rive del fiume Danubio, è un film che racconta le particolarità della vita gitana, con un filo logico grottesco e buffonesco. I due mici, uno bianco ed uno nero, sono dei simboli ed appaiono in qualche scena del film.

Ecco qui il trailer del film, come trovato su Youtube:

Se vuoi acquistare il film, ecco le offerte:

Gatti neri famosi

Molte star e personaggi famosi hanno avuto la passione per i gatti, in particolare per quelli neri. Anche gli artisti hanno apprezzto i nostri piccoli felini. Vedi anche: Gatti d’artista e Gatti e Vip.

In particolare però, John Lennon, Brigitte Bardot, Marlon Brando e Cher pare abbiano avuto una vera e propria passione per i gatti neri.

Ecco una piccola gallery di foto delle celebrità e i loro gatti neri.

Nei cartoni animati, il gatto nero per eccellenza è Felix the Cat, creato nel 1919 da Pat Sullivan e Otto Messmer nel cortometraggio Feline Folies. divenne un grandissimo divo del cinema muto e poi dei fumetti, anche in Italia, con il Corriere dei Piccoli, con il nome di Mio Mao, dal 1923.

Ecco qualche storico episodio di Felix the Cat:

Gatta Nera (o Black Cat), altrimenti detta Felicia Hardy, è anche un personaggio della Marvel, che compare nele storie dell’Uomo Ragno.

Scegliere il nome per un gatto nero

Scegliere il nome di un gatto è spesso difficile, vogliamo che ne evochi qualche caratteristica, che abbia un bel suono, e che sia semplice o simpatico.

Ecco qualche idea su come chiamare un gattino nero:

  • Black-pearl
  • Coffee
  • Caffè
  • Night
  • Notte
  • Nerino
  • Nerone
  • Cenere
  • Batman
  • Ombra
  • Ciocco
  • Fondente
  • Black
  • Zorro
  • Mirtillo
  • Lucifero

Cosa significa sognare un gatto nero?

Se hai sognato un gatto nero significa che il tuo corpo richiede attenzione, perchè la presenza del felino nero nei sogni da un segnale di bisogno terreno, spesso di pulsioni e desideri insoddisfatti.

Coma abbiamo visto anche per la superstizione, il gatto è spesso associato alla donna, specie se nero, e indica insicurezza e paura di tradimento, emozioni negative come rabbia e sconforto.

Purtroppo dato che associamo anche nella vita da svegli il micio nero a concetti oscuri e negativi, siamo portati ad associarlo a qeusto anche nei sogni.

E tu cosa ne pensi delle superstizioni attorno al piccolo felino nero? ritieni porti sfortuna come dicono? oppure che porti fortuna? Vedi anche foto gallery Gatto Nero

Accessori con gatti neri in offerta su Amazon

Il gatto nero oggi e nella storia tra superstizione e presunta sfortuna
5 (100%) 7 votes

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *