anatomia muscoli gatto

E’ incredibile quanto un animale così piccolo come il gatto possa essere potente. I muscoli del gatto sono molto sviluppati, collegati alle ossa attraverso tendini sottili ma molto resistenti, pronti allo scatto, alla fuga, a trattenere la preda. Nell’anatomia dei muscoli del gatto si scopre quanto questi piccoli felini siano simili ai grandi predatori come tigri e leoni.

Il gatto possiede circa 5000 muscoli, sviluppati soprattutto negli arti posteriori. i suoi muscoli gli consentono di sviluppare una forza corrispondente ad un peso maggiore del suo, ma non riesce a sopportare molto sforzo per tanto tempo.

Muscoli e scheletro del gatto formano una macchina potente e flessibile, basti pensare ai pertugi in cui si può infilare il gatto, ai balzi e salti in verticale che riesce a fare, e alla capacitò che ha di raddrizzarsi, compiendo una rotazione di 180° di tutto il corpo, quando cade dall’alto.

anatomia muscoli gatto

Non solo i muscoli del gatto sono potenti ed agili, gli conferiscono anche una andatura elegante, sinuosa, come una danza. E lo scatto è repentino, veloce, pensiamo a quando un gatto scappa: la velocità con cui saetta da una parte all’altra cambiando direzione ci pare impossibile se pensiamo allo stesso micio che dorme tranquillamente sul nostro divano.

Anche la testa del gatto possiede muscoli particolari, pensiamo solo all’anatomia dei muscoli dell’orecchio del gatto, che riesce a girarsi in tutte le direzioni, cosa per noi umani assolutamente impossibile.

I muscoli nel gatto sono suddivisi in tre tipi:

  • muscolo cardiaco: si trova solo nel cuore
  • muscoli lisci o non striati: muscoli involontari che controllano gli organi interni
  • muscoli striati: muscoli controllati volontariamente per muoversi.

Indice dei contenuti

Principali muscoli del gatto

Ecco una immagine che raffigura i principali muscoli del gatto. Fonte: Diario di un biologo ribelle

muscoli del gatto
  1. Muscolo trapezio
  2. Muscolo grande dorsale
  3. Fascia toracolombare
  4. Muscolo gluteo medio
  5. Muscolo tensore della fascia lata
  6. Muscolo sacrocaudale
  7. Muscolo gastrocnemio
  8. Muscolo obliquo addominale esterno
  9. Muscolo retto dell’addome
  10. Muscolo tricipite
  11. Muscolo cleidobrachiale
  12. Muscolo cleidocefalico
  13. Grande pettorale
  14. Bicipite femorale

La particolarità dei muscoli del gatto è che sono formati principalmente da cellule a contrazione rapida ma che si stancano rapidamente. Infatti il gatto è un animale molto agile, veloce nello scatto, ma che non ha molta resistenza. Le sue cellule muscolari si suddividono infatti in (Fonte: Catwlefare):

  • Cellule a contrazione rapida che si affaticano: le principali cellule che compongono il muscolo del gatto: danno velocità e potenza ma la loro energia si consuma molto velocemente;
  • Cellule a contrazione rapida resistenti alla fatica: nel gatto sono poche, infatti il gatto è povero di resistenza fisica;
  • Cellule a contrazione lenta: sono le cellule più usate nei momenti di caccia: funzionano lentamente ma si stancano lentamente. Consentono al gatto di muoversi lento e furtivo e di stare appostato immobile per molto tempo.

La spalla del gatto

La spalla del gatto è molto particolare: le sue zampe anteriori sono collegate al corpo solo mediante il muscolo, diversamente da noi umani che abbiamo una clavicola che collega la spalla allo sterno. Nel gatto la clavicola è fluttuante, ed è tenuta ferma solo dal muscolo. Questo gli consente una flessuosità di movimento notevole.

L’importanza delle proteine animali per il gatto

I muscoli nel gatto sono una componente essenziale del suo essere felino, e vanno adeguatamente nutriti. Per nutrire i muscoli sono necessarie le proteine, ed in particolare le proteine animali. D’altra parte il gatto è proprio un carnivoro stretto, per cui è necessario che si nutra di carne.

Al bando quindi le diete vegane per gatti che vedo spesso proposte dalle aziende: tra proteine vegetali e proteine animali c’è una forte differenza, e dare da mangiare ad un gatto unicamente proteine vegetali significa fargli del male.

Le proteine vengono valutate dal loro “valore biologico”. Le proteine sono composte da aminoacidi, e ci sono alcuni aminoacidi che sono essenziali, cioè devono per forza essere introdotti con l’alimentazione, perché il corpo non riesce a produrli da solo. Gli aminoacidi essenziali sono specie specifici, cioè ogni specie (uomo, cani, gatti, ecc) ha i suoi.

Nel gatto, uno degli aminoacidi essenziali è la taurina, che è presente unicamente nelle proteine animali. Approfondisci in questo articolo: Taurina nel gatto, ecco perché è essenziale

Un altro aminoacido essenziale per il gatto è l’arginina, che serve a convertire l’ammoniaca (scarto della digestione), in urea, che viene eliminata con l’urina. Se non c’è arginina, rimane l’ammoniaca, che per l’organismo è tossica. Le carni animali hanno un elevato apporto di arginina.

Quando un alimento ha un elevato apporto di aminoacidi essenziali, ha più alto valore biologico, ed i più alti valori biologici di un alimento, nel gatto, si hanno nelle carni animali. Per questo è fondamentale, per la salute del muscolo del gatto e per la sua salute in generale, nutrirlo con la carne.

Da leggere dopo:

Concludendo, i muscoli del gatto sono una macchina perfetta, e mantenerli in salute è nostro dovere. assicurare al gatto la giusta alimentazione è importante, ed anche mantenerlo in movimento con un adeguato arricchimento ambientale, se non esce di casa. Scrivimi pure le tue opinioni e commenti qui sotto all’articolo, sarò lieta di leggerli e rispondere.

Anatomia dei muscoli del gatto
5 (100%) 7 votes

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *