Gatti di forte marghera colonia felina Enpa venezia

Qualche tempo fa sono andata a visitare la colonia felina di Forte Marghera, accompagnata da una bravissima fotografa, Sabrina Boem, che in quel luogo ha veramente tanto tanto materiale felino da immortalare nei suoi scatti <3

Sono rimasta molto colpita dalla vastità del luogo, dalla cura con cui è tenuto e dalla ospitalità che mi ha riservato Enpa, che cura assieme ad altre associazioni la colonia, o meglio l’Oasi felina di Forte Marghera.

E, naturalmente, ma non è così scontato, dai bellissimi mici presenti nella colonia, tutti ben curati, ben pasciuti, sereni e a loro agio.

forte marghera colonia gatti

Mi ha accolto Alessandro Trevisan, volontario Enpa presso il rifugio, uno dei più esperti volontari riguardo alla storia di Forte Marghera, che mi ha spiegato la sua storia, come si è sviluppato nei secoli il Forte, e come è divenuto luogo di una colonia felina così numerosa.

L’oasi felina di Forte Marghera ospita infatti circa 150 gatti, quasi troppi, a detta dello stesso volontario!
Purtroppo nel tempo le persone hanno preso a considerare Forte Marghera come un gattile dove lasciare i gatti che non vogliono adottare, oppure cucciolate che non riescono a gestire.

Alessandro Trevisan volontario Enpa

L’Oasi Felina di Forte Marghera non è un gattile! Ci tengono molto a precisarlo i volontari.
Un gattile consiste in recinti di contenimento, mentre nell’Oasi di Forte Marghera i gatti sono liberi, hanno un ampio territorio, hanno a disposizione delle casette con le ciotole e dove possono rifugiarsi a dormire, insomma una vera e propria colonia di gatti liberi.

E’ vero che i volontari hanno anche un rifugio con stanze di degenza per gatti che hanno bisogno di cure, dopo la sterilizzazione, o a causa di traumi, ma non è un gattile che accoglie gatti abbandonati, ma una colonia che supporta e mantiene i gatti già residenti.

colonia felina forte marghera

foto di Sabrina Boem

Ho potuto parlare poi con Francesca Ballarin, tesoriere Enpa, che mi ha spiegato come siano sempre necessari molti fondi per la gestione della colonia, per il cibo, per far funzionare la struttura, per le lettiere e per le spese sanitarie di cui necessitano i mici.

La struttura vive grazie a sovvenzioni pubbliche e grazie alle donazioni, ed Enpa è molto attiva con iniziative quali banchetti, mercatini, e il calendario di cui si occupa Sabrina Boem, che ha per protagonisti proprio i gatti della colonia (in fondo all’articolo tutti i recapiti per acquistarlo e tutti i recapiti per fare donazioni).

A breve, in occasione del Natale, si svolgerà ad esempio il pranzo presso il ristorante “Gatto Rosso” proprio all’interno di Forte Marghera.

ristorante gatto rosso forte marghera

Ma non solo sono ben accette donazioni in denaro, ma anche donazioni in cibo, crocchette, scatolette, e anche lettiere!
Sconsigliato invece donare coperte e cuccie, di cui Enpa Venezia attualmente è ben fornita, e soprattutto, non scambiamo il rifugio per una discarica di vestiti e coperte usate!

Ho incontrato poi Cinzia Zanella, membro del Direttivo Enpa Venezia, che ci ha accompagnato in giro per il parco, dove ho potuto vedere le cucce, le zone dove viene distribuito il cibo, e anche la nuova sede, disposta dal Comune a causa di cambiamenti logistici nel parco.

foto gatti forte marghera enpa

foto di Sabrina Boem

Proprio per questo cambio di sede occorreranno ulteriori fondi, perché ci saranno da riorganizzare i locali, da fare gli spostamenti, e di oggetti da riorganizzare e spostare ce ne sono tanti, tra cucce, coperte, scaffali, lavatrici, ecc.

E’ stato bellissimo girare per il parco, e vedere i gatti liberi, vederli spuntare nell’erba, vederli dormire accoccolati nei posti più impensati. Sono tanti, veramente, in ogni angolo spuntava un gatto!

i gatti di forte marghera

foto di Sabrina Boem

Nonostante la difficoltà di gestire questo luogo, nel rifugio Enpa si respira collaborazione, voglia di fare, e non posso che ammirare questi volontari che instancabilmente donano il loro tempo e spesso anche le loro risorse economiche per il bene di questi mici. Un vero luogo pieno di amore per i gatti.
Che sono conosciuti quasi nome per nome, sono coccolati ed accuditi, e quando ne manca qualcuno, il dolore è condiviso da tutti.
Una grande famiglia insomma, in un parco bellissimo in cui spero di poter tornare con la bella stagione per fare altre riprese ed accarezzare i numerosi mici!

Come aiutare l’oasi di Forte Marghera

Aiutiamo questa realtà, con l’acquisto del bellissimo 📆 calendario 2018 📆

Dove acquistarlo:
➡ Rifugio ENPA a Forte Marghera, Mestre
➡ Facebook: ENPA Venezia
➡ Facebook: sabrina boem photography
➡ Cioccolateria Hansel e Gretel a San Donà di Piave (Ve)
euro 10.00 (+ spese di spedizione)

💲💲💲 Per supportare la colonia, con donazioni ma anche con cibo e lettiere:
Banca della Marca
Iban IT08 N070 8402 0010 3901 0026 723 BIC ICRA IT RR U40

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/groups/Enpa.Venezia/
Gruppo Facebook: https://www.facebook.com/groups/Enpa.Venezia/

gatti di forte Marghera

foto di Sabrina Boem

Come raggiungere Forte Marghera

Forte Marghera non è solo Oasi felina, ma è anche un bellissimo parco da visitare, dove le famiglie di Mestre passano belle domeniche all’aperto. Al suo interno ci sono ristoranti, attività e vengono ospitati eventi culturali e parte della Biennale d’Arte di Venezia.

Il video

Vi lascio ora al micio reportage sulla colonia felina di Forte Marghera:

E tu hai mai visitato Forte Marghera? Conosci colonie così grandi e numerose? Scrivimi nei commenti!

5.0
07
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *