gatto botti capodanno

Tenete al benessere ed alla salute del vostro gatto oppure del vostro cane? Ecco questo dovrebbe essere un motivo sufficiente per evitare di fare i botti di capodanno e per prendere una posizione rigida e contraria in proposito.

10420134_368755933295416_650837619177087154_nLa notte dell’ultimo dell’anno spesso i nostri animali vengono lasciati soli in casa, o peggio all’aperto, e costretti a sopportare quella che alle loro orecchie appare come una vera e propria guerra.

Se già avete un gatto o un cane sapete che quando sente un rumore che lo spaventa, corre a nascondersi nel posto più riparato della casa, terrorizzato. Immaginate la sua reazione nella notte dell’ultimo dell’anno, quando i botti continuano per ore.

Ma non è solo questione del momento in cui i botti ci sono, il povero animale rimane spaventato per giorni.

L’udito del nostro cane e gatto è molto più sviluppato del nostro. Se già i botti sono assordanti per noi umani, figuriamoci per il nostro animale.

Senza considerare ai numerosi gatti e cani che non hanno una casa, che già in inverno sono costretti per strada al freddo e senza riparo, e si ritrovano coinvolti in una guerra di rumori assordanti senza poter trovare riparo.

A volte mi chiedo perché l’essere umano cerchi divertimenti così assurdi, spesso ferendosi anch’esso, tanto che il primo dell’anno in TV c’è la conta delle mani rovinate da un’esplosione, occhi persi, e anche vittime proprio decedute. Perché siamo così stupidi?

Molti comuni d’Italia già hanno vietato i botti, sperando che tutti vadano in questa direzione.

Ricordo ancora un episodio successo alla gattina che avevo all’epoca, la quale era uscita un attimo in terrazza, non era neanche la sera dell’ultimo, ma qualcuno si divertiva a lanciare comunque petardi in giro. Uno di questi è esploso sotto il mio terrazzo, ed io da dentro casa ho visto la mia gatta fare un salto terrorizzato sul vetro della porta finestra, senza rendersi conto che la porta era chiusa. E’ proprio saltata dal terrore. poi è corsa dentro a nascondersi sotto il divano, e dopo mezz’ora sono riuscita a tranquillizzarla e tirarla fuori, con i cuoricino che batteva a mille.

Un animale terrorizzato può essere comunque incontrollabile, non riconoscere nemmeno il padrone che cerca di calmarlo, può anche ferirsi da solo cercando riparo o in preda alla paura incontrollata.

Massima solidarietà ad associazioni animaliste e club che portano avanti questa campagna di sensibilizzazione contro i botti. Diamo tutti un contributo!

Se è vero che il grado di civiltà di un popolo si misura nel rispetto per gli animali, spero davvero che un giorno l’uomo abbandoni questi vezzi stupidi ed inutili per tutelare le creature indifese.

 

 

 

Ecco perchè NON fare i botti di capodanno
5 (100%) 1 vote[s]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *