Gatto blu di russia

Il Blu di Russia è un gatto tranquillo ed ozioso, affettuoso ed adatto a stare tranquillo in casa

Origini

Il gatto Blu di Russia ha origini non molto chiare, sappiamo che i primi esemplari apparvero attorno al 1860 in Inghilterra, arrivati li tramite una nave mercantile che aveva fatto scalo nel porto russo di Arcangelo (sul Mar Bianco).

In realtà i blu di Russia vengono citati in diversi antichi racconti come compagni privilegiati per gli zar, allevati nei palazzi reali di San Petroburgo alla corte di Petro I. Per questo a volte vengono definiti “gatto russo”.

Ma questi gatti russi poi si diffusero in tutta l’Inghilterra. Nel 1900 furono diffusi anche in America.

L’origine russa è probabile ma non certa, data la presenza in quel paese di gatti che assomigliano al Blu di Russia, che venne anche chiamato in diversi modi nel corso del tempo: da Blu di Spagna a Maltese a Blu Arcangelo.

Inizialmente giudicato nelle Expo assieme al  British Blu, più imponente e forte, nel 1912 vennero separate le due razze e adottato lo standard per il Blu di Russia. Gatto meno presente nelle case, rischiò l’estinzione dopo la seconda guerra mondiale, ma fu salvato soprattutto grazie l’inglese Mary Rochford e i pochi Blu di Russia sopravvissuti vennero fatti accoppiare con Certosini, British Blu e Siamesi Blue point, per arricchirne il bagaglio genetico.

Nel 1967 in Inghilterra fu fondato il primo Club dei Blu di Russia, ed in seguito la razza fu riconosciuta dalle associazioni feline. Attualmente è una delle razze più conosciute ed amate, e una delle più diffuse in Giappone.

Aspetto e caratteristiche

Il gatto Blu di russia è simile al Certosino, ma più snello di quest’ultimo. Può sembrare robusto a causa del folto pelo, ma in realtà la sua ossatura è fine ed il corpo longilineo.

Ha muso di media lunghezza, testa corta e cuneiforme, orecchie ben aperte alla base e strette all’estremità, occhi grandi e ben distanziati di forma ovale e verde intenso.

Il mantello è fine e setoso, di un colore molto particolare. E’ infatti di un blu intenso, uniforme per essere esposto, preferibilmente chiaro.

Ciò che lo distingue dal certosino, per quanto riguarda il pelo, è il riflesso argentato presente sulla punta di ogni pelo, che gli conferisce una particolare lucentezza.

La cosa che suscita più ilarità tra gli allevatori di questa razza, è che il gatto blu di Russia viene spesso chiamato Blu di Prussia, confuso appunto con il nome del famoso colore… A volte viene chiamato Blu di Persia, oppure viene chiamato “certosino blu di russia” cosa che genera gran confusione, visto che Certosino e Blu di Russia sono due razze diverse. In realtà si può anche chiamare Russian Blu, nella accezione inglese del suo nome

Blu di Russia gattino

Blu di Russia gattino

Carattere del Blu di Russia

E’ un gatto tranquillo, che sta bene in casa, ma è anche un ottimo cacciatore ed è curioso. E’ un gatto raffinato, aristocratico quasi, ma molto affettuoso. Anche gattini blu di russia amano il gioco come tutti i gatti, è quindi necessario predisporre la casa con tiragraffi e giochini per accoglierli al meglio.

Il rapporto con il suo umano è fatto di rispetto ed affetto, ama stare in compagnia del suo padrone, che richiama spesso con la sua vece delicata e pacata. Ama la tranquillità ed è un gatto abitudinario, adatto alla vita in appartamento.

Libri utili sul gatto Blu di Russia

In offerta
Blu di Russia. Ediz. illustrata
4 Recensioni
Blu di Russia. Ediz. illustrata
  • 1 0,00
  • Alberta Molare
  • Editore: Castel Negrino

Standard di razza del Gatto Blu di Russia (RUS):

Categoria III: Pelo corto e Somali
Codice EMS: RUS
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

  • Testa
    Forma: Cuneo corto, cranio lungo e appiattito . Di profilo la fronte ed il naso formano un angolo convesso a livello delle sopracciglia
    Fronte: Diritta
    Naso: Diritto
    Cuscinetti: delle vibrisse
    Portabaffi: (‘wiskers pad’) prominente
    Mento: Forte
  • Orecchie
    Forma: Grandi e leggermente appuntite, larghe alla base..
    La pelle è fine e trasparente, l’interno è pienamente ricoperto di pelo.
    Piazzamento: Poste verticalmente sul capo
  • Occhi
    Forma: Grandi e a mandorla, ben distanziate
    Colore: Verde intenso
  • Collo
    Lungo e diritto
  • Corpo
    Struttura: Corpo lungo, di media struttura ossea, portamento e siluette aggraziati
  • Zampe
    Alte e sottili
    Piedi: Piccoli e ovali
  • Coda
    Relativamente lunga; si assottiglia verso la punta
  • Mantello
    Struttura: Corto, denso e sottile; resta sollevato come quello di un peluche; soffice e serico.
    Mantello doppio. La tessitura e l’aspetto del mantello sono molto diversi da ogni altra razza.
    Colore: Blu-grigio, uniforme e ben definito, con una distinta riflesso argenteo.
    Un tono medio di blu-grigio con riflessi argentati è da preferirsi.
  • Tartufo
    Blu-grigio
  • Cuscinetti
    Lavanda scuro

Cure

Il gatto Blu di Russia ama stare al calduccio in casa, ma tende a perdere molto pelo durante la muta, per cui bisogna pettinarlo dolcemente con un pettine di ferro, soprattutto in estate. Secondo alcuni allevatori, per mantenere un bel pelo, è opportuno fargli il bagno ogni tanto con della crusca.

I gatti Blu di Russia sono gatti dal grande appetito e apprezza una dieta varia a base di carne e di pesce.

Da leggere dopo:

Prezzo del gatto Blu di Russia

Il costo di questo gatto può facilmente superare i 1000€. La cosa cambia se il gatto viene richiesto già adulto, ma questo vale non solo per il Blu di Russia. Prezzo che varia anche se il gatto è richiesto da accoppiamento oppure da compagnia, in questo ultimo caso sarà concordata la sterilizzazione obbligatoria.

Gatto Blu di Russia, carattere, prezzi e caratteristiche
4.9 (97.5%) 8 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *