Burmilla

Il Burmilla è un gatto che si adatta perfettamente alla vita domestica.

Storia della razza Burmilla

Questa razza ha origini del tutto casuali. In un allevamento della baronessa Miranda von Kirchberg ci fu un accoppiamento imprevisto tra un Burmese lilla e un Silver Chinchilla, da cui nacquero dei gattini molto bello ed interessanti.

La baronesse decise così di iniziare un programma di allevamento di questa nuova razza, che presentava la tipologia del Burmese e il tipping del Chinchilla.

La razza venne presentata la prima volta in esposizione nel 1983 ed è conosciuta ed apprezzata soprattutto in Gran Bretagna.

Carattere del gatto Burmilla

E’ un gatto vivace, simpatico ed affettuoso che si adatta benissimo alla vita domestica.

Aspetto e caratteristiche

E’ un gatto di taglia media, forte e pesante, dall’ossatura forte e muscolatura ben sviluppata e tonica.

La testa è rotonda e di medie dimensioni, con guance piene, naso con un piccolo stop alla base e mento con una forte mascella inferiore.

Le orecchie sono inclinate in avanti, come nel Burmese, sono di grandezza media. Gli occhi sono molto distanziati tra loro, rotondi e grandi con il colore che varia tra il giallo e l’oro intenso.

Il pelo è corto, fine ed aderente al corpo.

Il mantello caratterizzato da un deciso tipping, presenta striature sulle zampe, sulla coda e intorno al colo.

Sulla fronte compare un ben marcato disegno a “M”, mentre delle righe scure partono dal bordo esterno dell’occhio.

Il Burmilla può presentarsi in sei varietà di colore: chocolate, light chocolate tipped, lilac, lilac silver shaded, brown tipped e black shaded. La colorazione è determinata dal tipping cioccolato sul sottopelo argento; il tipping deve essere più intenso lungo il dorso fino alla coda e più chiaro sui fianchi. Il colore è più chiaro alla nascita e tende a scurirsi con l’età matura.

Libri utili sul gatto Burmilla

Standard di razza del Gatto Burmilla (BMR):

Categoria III: Pelo corto e somali
Codice EMS: BML
Associazioni che riconoscono la razza:ACF, CCA, FIFé, GCCF, SACC, WCF

  • Generale
    Aspetto: Un gatto elegante di tipo foreign.
    Taglia Media
  • Testa
    Forma: La parte superiore della testa è leggermente arrotondata. La distanza fra le orecchie è media. Il muso si allarga al livello delle sopracciglia e della giuntura delle mascelle e si chiude, affinandosi, in un cuneo corto e smussato.
    Naso: Il profilo mostra una leggera interruzione (‘break’) sul naso.
    La punta del naso e il mento devono essere in linea.
    Non è gradita alcuna protuberanza (‘bump’) sul naso.
    Mento: Forte e ben sviluppato.
  • Orecchie
    Forma: Da medie a grandi, larghe alla base con le punte leggermente arrotondate
    Piazzamento: Orecchie piazzate con una leggera inclinazione in avanti.
    Di fronte, la linea esterna dell’orecchio prolunga quella della testa (meno visibile nei maschi adulti con guance molto sviluppate).
  • Occhi
    Forma: Grandi, ben distanziati e piazzati leggermente in obliquo.
    La linea superiore è curvata in obliquo verso il naso, quella inferiore è più arrotondata.
    Colore: Luminosi ed espressivi, contornati con il colore di base.
    Colore: qualsiasi tonalità di verde, ma un verde ben definito è preferibile.
    Una traccia di giallo è accettabile nei gattini e nei gatti giovani di età inferiore di 2 anni.
    Nelle varietà rossa, crema e squama di tartaruga è permesso l’ambra.
  • Corpo
    Taglia: Di taglia e lunghezza media
    Struttura: Torace arrotondato di larghezza media
    Schiena diritta.
  • Zampe
    Zampe sottili con ossa forti, zampe posteriori leggermente più alte di quelle anteriori
    Piedi: Delicati e ovali
  • Coda
    Da media a lunga con spessore medio alla base, si assottiglia leggermente in una punta arrotondata.
  • Mantello
    Struttura: Corto e denso con tessitura serica, liscio e aderente, con sufficiente sottopelo da dargli un leggero rilievo.
    Colore: Colore di fondo: puro bianco-argento, “shaded” e “shell” nelle varietà riconosciute di “orange” e “non-orange”.
  • Colore del mantello
    Tutti i Burmilla riconosciuti sono Silver shaded o Silver shell.
    Alcuni potrebbero mostrare la presenza dei due geni burmesi (cbcb)

Cure

E’ un gatto forte e robusto, per questo non richiede cure particolari, tranne che la spazzolatura del mantello una volta a settimana.

Da leggere dopo:

Prezzo di un gatto Burmilla

Un gatto Burmilla ha un costo che può anche arrivare ai 1000-1500€, dipende se è acquistato per compagnia, per riproduzione o per esposizione.

Gatto Burmilla: tutto sul carattere, il prezzo e gli allevamenti
4.7 (93.33%) 3 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *