Gatto che miagola cosa significa il verso del gatto

Hai un gatto che miagola sempre? Oppure il miagolio del gatto è per te un verso sconosciuto? Devi sapere che alcuni gatti miagolano più degli altri, alcuni sono più chiacchieroni, altri più taciturni, vediamo di capire perché e di scoprire il significato dei miagolii del gatto.

Spesso il miagolio del nostro micio di casa è musica per le nostre orecchie, flautato, allegro, sembra rispondere alle nostre parole.  Ma altre volte è un vero incubo, soprattutto quando è terribilmente insistente e noi non capiamo le ragioni.
A volte, infatti, senza apparente motivo, un gatto miagola sempre.

Può succedere dunque che il nostro micio miagoli di continuo, apparentemente senza che ce ne sia una valida ragione, ma perché succede questo?

Una cosa che non sappiamo è che spesso la frequenza del miagolio del gatto dipende dalla razza: i siamesi, ad esempio, sono conosciuti per miagolare molto spesso, a volte miagolano fino allo sfinimento (il nostro, ovviamente) al solo scopo di ottenere quello che vogliono.

Ma se tra i piedi abbiamo un gatto di altra razza o meticcio, e questo micio miagola continuamente, allora le ragioni del miagolare di un gatto possono essere altre, e vanno indagate con attenzione.

Perché i gatti miagolano

I gatti in natura tra di loro comunicano poco attraverso il miagolio. O meglio comunicano attraverso alcuni tipi di miagolio, come un verso profondo quando sono in competizione tra di loro, per allontanare l’avversario, oppure il verso della gatta in calore, che vuole attirare il maschio, tanto che di solito, quando sentiamo un gatto che miagola forte, di solito di notte d’estate, significa che sta avvenendo una lotta per l’accoppiamento con la gatta femmina.

Ma allora perché in casa il gatto miagola? I gatti di casa hanno imparato a miagolare più frequentemente perché noi gli rispondiamo. Ecco che allora imparano fin da piccoli a modulare il loro miagolio a seconda delle risposte che diamo loro, e ad essere più o meno chiacchieroni in base a quanto e come rispondiamo al loro miagolio.

Avremo quindi persone che ci raccontano di fare lunghe chiacchierate con il proprio gatto, e che questo gli risponde e continua il dialogo, e questo succede perché il gatto è stato abituato a ricevere attenzioni nel momento in cui risponde alla voce del suo umano.

Il gatto ha imparato che quando miagola, noi ci alziamo e facciamo qualcosa, come fargli le coccole, oppure aprire il frigo e dargli da mangiare, insomma ha imparato bene che tramite i miagolii il gatto ottiene qualcosa da noi, per cui ha affinato bene questa tecnica.

In natura questo gli servirebbe poco con i suoi conspecifici, visto che comunicherebbe con loro tramite altre modalità, come gli odori, le graffiature, i feromoni.

I tipi di verso del gatto

Il gatto emette una gran quantità di versi e suoni, non solo il miagolio. Tra i versi che emette ci sono anche le fusa, i soffi quando è veramente infastidito e arrabbiato, il ringhio. Un gatto che miagola può volerci comunicare cose diverse a seconda di come modula il suo miagolio, ed a seconda della risposta che ha ottenuto le altre volte che ha miagolato.

Il miagolio del gatto può essere dunque modulato in parecchi modi, per ogni modalità puoi ascoltare un audio del miagolio del gatto:

  • il miagolio di saluto: è più un “trillo”, un miagolio vibrato che il gatto emette ad esempio quando ci saluta mentre rientriamo in casa, esprime amicizia. Senti qui un esempio della tipica vibrazione: Trillo del gatto
  • il miagolio “ho fame”: sono miagolii di richiesta di attenzione, tipici di quando il gatto vuole qualcosa da noi, tipicamente il cibo. Eccone un esempio in questo file audio: Miagolio gatto
  • il miagolio “sto male”: in questo caso il gatto emette dei versi di tonalità bassa e prolungati, che si riconoscono subito essere sintomo di malessere. Può essere confuso con il miagolio del gatto in calore
  • il miagolio del gatto in calore: in questo caso il gatto maschio emette dei miagolii bassi e prolungati che, se uditi di notte, sembrano quasi urla di un bambino e fanno abbastanza accapponare la pelle. Li emette anche per spaventare altri aspiranti mici nell’accoppiamento con la gatta. Ecco qui un esempio audio.
  • il miagolio “ahia!”: è un grido che emette il gatto quando ad esempio gli pestiamo una zampina o la coda per sbaglio, oppure emette questo verso quando prende paura all’improvviso, unendo anche un bel salto per aria. E’ un grido acuto e breve, mi auguro che il vostro gatto lo emetta il meno possibile 😀
  • il “ciacchiericcio”: vi è mai capitato che il gato veda qualcosa fuori dalla finestra e chiacchieri tra sé e sé con lo sguardo fisso?a parte che fa scompisciare dalle risate vederlo, ecco qui un esempio: video youtube
  • il brontolio: il gatto brontola quando ad esempio lo fai scendere dal tavolo, perché lui vuole stare li! Allora, scendendo, emette un tipico brontolio, un miagolio sommesso e breve, come a dire “Uffa che pizza!”

Quindi il gatto con la sua “voce” modula una grande varietà di suoni, che, fortunatamente, dopo poco che lo si ha in casa, si traducono molto facilmente perché accompagnano un ben preciso comportamento.

Quando il gatto ci saluta con il trillo, tipicamente ci viene incontro con la coda ben dritta, quando emette il “chiacchiericcio”, di solito è concentrato a fissare qualcosa che si muove, quando ci chiama con il suo miagolio di “ho bisogno”, in genere ci cammina attorno, chiedendoci attenzione. Quando invece sta male, miagola piano e con tono basso, e di solito è fermo accucciato.
Vedi anche: Il linguaggio della coda del gatto

Gatto che miagola sempre: perché?

Può succedere di avere in casa un gatto che miagola sempre, Oppure di punto in bianco un gatto che è sempre stato silenzioso si mette a miagolare continuamente. Perché succede?
La prima delle ragioni può essere semplicemente caratteriale: così come esistono persone più o meno chiacchierone, esistono mici che hanno grande voglia di comunicare ai bipedi che li circondano tutto quanto accade loro. Vedi anche: Il carattere del gatto

Un’altra delle ragioni per cui i nostri gattini miagolano in maniera insistente è il più classico dei mal d’amore, cioè se sono in calore. In quel periodo si fanno più languidi, hanno bisogno di attenzioni e coccole e anche il loro miagolio diventa insistente, prolungato e molto ficcante.

Abbiamo nel periodo degli amori l’emissione, da parte dei gatti maschi, di suoni profondi e prolungati che  si potrebbero definire un vero e proprio “canto d’amore”, molto più sviluppati sembrerebbe nelle razze orientali.
Ecco in un video i tipici versi di una gatta in calore ed il suo comportamento caratteristico:

Se il nostro micio è sterilizzato, è probabile invece che il suo sia solo un richiamo, che desideri attenzioni e carezze. Un gatto che miagola spesso, probabilmente si è abituato a farlo per la risposta che noi diamo loro, vediamo perché.
Leggi anche: Gatto stressato, sintomi e rimedi

“Come capire e risolvere i 10 problemi comportamentali più diffusi del gatto”

comprendi e risolvi i problemi comportamentali del tuo gatto
leggi il parere degli esperti veterinari
scopri se è il caso di portare il tuo gatto dal veterinario
migliora la comprensione del comportamento felino

Si dice che il gatto sia un animale molto autonomo, e questo è vero, ma non significa anaffettivo. Spesso il suo bisogno di attenzioni si manifesta miagolando di continuo e la nostra reazione, di norma, è accarezzarlo per tranquillizzarlo. Questo lo porterà a miagolare ancora per avere sempre più carezze. Quindi bisogna fare molta attenzione a dare risposta al loro miagolio insistente, soprattutto se si tratta di continue richieste di cibo.

Inoltre i gatti che vivono all’interno di gruppi familiari, intesi come gruppi sociali dalle dimensioni più o meno ampie, hanno una tendenza maggiore all’emissione di suoni. Questo a dispetto che il gruppo di appartenenza sia composto da altri gatti o da persone.
Leggi anche: Linguaggio dei gatti, come capirli.

Con la domesticazione l’uomo ha sicuramente influito sulla capacità ed abilità di modulare i suoni da parte dei gatti andando prevalentemente ad influenzare la frequenza e la durata di emissione. Questo significa che un gatto abituato in casa e magari circondato da umani che lo chiamano e gli parlano, tenderà a miagolare molto di più rispetto ad un gatto a cui non rivolgiamo mai la parola, come abbiamo già detto.

I gatti imparano a modulare i suoni in funzione delle risposte che ne ottengono da noi e, se necessario, per richiedere le nostre cure e le nostre attenzioni.
Cosa fare allora per disinnescare questo circolo vizioso?
Provare ad accarezzarlo quando è tranquillo e carezze non ce ne chiede: in questo modo non si sentirà abbandonato e avrà meno occasioni di manifestare il suo disagio.

In offertaBestseller 1
Il grande libro dei gatti
Milena Band Brunetti - Editore: De Vecchi - Copertina rigida: 160 pagine
14,90 EUR - 8,20 EUR 6,70 EUR
In offertaBestseller 2
Il gatto che regalava il buonumore
Rachel Wells - Editore: Garzanti Libri - Copertina rigida: 333 pagine
16,90 EUR - 2,59 EUR 14,31 EUR
In offertaBestseller 3
Il libro gatto. Ediz. illustrata
Silvia Borando - Editore: minibombo - Copertina rigida: 32 pagine
9,90 EUR - 1,49 EUR 8,41 EUR

Spesso i mici di casa miagolano per formulare delle vere e proprie richieste, come quella di cibo e di acqua.
Capire che il loro miagolio si riferisce a questa esigenza è più semplice se il gattino lo fa quando ci vede camminare nei pressi del frigorifero o della dispensa, i luoghi dove sa bene essere custodito il suo cibo.

Anche per evitare questa circostanze, gli specialisti consigliano di dare la pappa al micio ad orari prestabiliti, così da evitare che sia lui a chiedercene, in ogni momento della giornata.

Esattamente come gli umani da cui traggono ispirazione, i gatti spesso miagolano semplicemente per salutare (il cane scodinzola per esprimere la stessa emozione), o perché sono molto stressati, tensione che può essere indotta dall’arrivo, ad esempio, di un nuovo animale, di un bambino appena nato, o per la scomparsa di qualcuno.

In questo caso spesso i vocalizzi del gatto sono più acuti e si accompagnano a quelli che non esiteremmo a definire ‘dispetti’ ma che in realtà sono solo manifestazioni di insofferenza e disagio.

Escludendo le patologie, per le quali è naturalmente necessario consultare un veterinario, non dimentichiamo che anche i gattini invecchiano e con essi  il loro sistema neurologico.
In questi casi il miagolio si presenta oltre che insistente e prolungato anche molto acuto e spesso può indicare paura.
Cosa fare? Rassicurarlo e ridurre al minimo le opportunità di paura e di spavento per lui.

C’è infine un’insolita forma di miagolio: poco molesta poiché muta, ma proprio per questo abbastanza curiosa. Come spiegarsela? Cosa significa quando un gatto miagola senza voce?

Una volta escluso che abbia delle patologie a carico degli organi della respirazione che dunque gli impediscono di emettere un suono forte, c’è una sola, altra spiegazione: è un gatto pigro!

Riduce al minimo lo sforzo del miagolio dal momento che ha capito e verificato che anche senza un miagolio sonoro il suo padrone lo accontenta in tutto e per tutto. Perché dunque affaticarsi? 😀 Discorso diverso per le fusa, ma delle fusa del gatto abbiamo parlato in questo altro articolo.

Cosa fare se un gatto miagola sempre

Ricordando che alcune razze sembrano avere una maggiore predisposizione ad utilizzare la loro voce, come ad esempio i gatti orientali, così come alcuni gatti in modo particolare, e questo a dispetto della loro razza di appartenenza, se non si vuole incentivare l’utilizzo della voce la prima cosa da fare è non cedere alle richieste, quando i suoni da loro prodotti servono per ottenere cibo, coccole o giochi.

Bisognerà comunque garantire loro un accudimento tale da far sì che non si sentano costretti a farne richieste ulteriori.
Assicurarsi che abbiano sempre cibo a disposizione, libero accesso alle diverse aree della casa, giochi di diversa forma e consistenza, attimi di coccole esclusive.

Se invece il miagolare è un comportamento insolito per il nostro gatto e compare improvvisamente, richiedere una visita presso il proprio veterinario di fiducia.

Se il gatto miagola di notte

Quando avete un gatto che miagola di notte, bisogna accertarsi se il miagolio è giustificato da qualche disagio fisico o psicologico, oppure se miagola perché vuole attenzioni e voi, che vorreste dormire, non gliele date.

Ricordatevi che se vi alzate anche solo una volta dal letto per aprire la porta al gatto perché miagola di notte, questi imparerà che da voi ottiene una reazione, e quindi miagolerà finché non gli aprite la porta.
Armatevi di pazienza e di tappi per le orecchie ed abituate il gatto che di notte voi non siete a disposizione, ma siate costanti nell’impegno: basterà infatti soddisfare una sola volta le sue richieste, ed il lavoro fatto fino a quel momento risulterà vano.

Gattini che miagolano

Un altro dei pochi momenti in cui i gatti comunicano tra loro tramite miagolio, è quando sono veramente piccoli. Infatti i gattini miagolano per attirare l’attenzione di mamma gatta.
Mamma gatta infatti riconosce il verso dei propri gattini e appena si allontana questi miagolano di continuo perché hanno bisogno costante della loro madre.

Se hai accolto in casa un micio piccolo, porta pazienza, si deve abituare a stare solo e magari un gattino che miagola sempre poi crescendo diminuirà le sue vocalizzazioni.
I gattini che miagolano emettono un verso acuto e miagolano di continuo, il gatto poi crescendo cambia il tono del suo miagolio, che si farà più profondo, anche se alcuni gatti mantengono un miagolio abbastanza acuto, perché si accorgono che attira maggiormente l’attenzione.

Ecco una bella compilation di video e audio di gatti che miagolano: come puoi sentire e vedere i miagolii sono vari e cambiano di gatto in gatto, quindi il loro miagolio dipende anche da come abituiamo il nostro gatto alle nostre risposte.

Da leggere dopo:

Ed il tuo gatto miagola sempre oppure non emette mai un suono? E’ chiacchierone e passate lunghi momenti di dialogo oppure comunica in altro modo? Raccontamelo nei commenti!

Gatto che miagola: cosa significa il verso del gatto
4.3 (85.71%) 14 votes

Potrebbe interessarti:

5 commenti
  1. Euroitalia Pet
    Euroitalia Pet dice:

    Ottimo contributo! Spesso, in effetti, non ci si fa caso – l’abbaio del cane, al contrario, viene notato molto più facilmente – ma vale la pena di indagare i possibili motivi del miagolio insistente di Micio per correre subito ai ripari in caso di problemi in vista..

    Rispondi
  2. Miciogatto.it
    Miciogatto.it dice:

    I nostri animaletti hanno il loro modo di esprimersi, e noi che abbiamo a cuore la loro salute, dobbiamo imparare a capirli il più possibile!
    Grazie per i complimenti Euroitalia Pet!

    Rispondi
  3. Il dottore
    Il dottore dice:

    C’è da dire che a volte miagolano più per infingardia che per altro, non perché abbiano bisogno di qualcosa ma perché semplicemente ne vogliono ancora: sono come i bambini che vogliono i giocattoli, a esagerare ad assecondarli si rischia di viziarli e, specie per le questioni alimentari, si mette a rischio la loro salute. State attenti.

    Rispondi
  4. Irene
    Irene dice:

    I miei due bimbi di due mesi e mezzo sono uno l’opposto dell’altra: il maschio tende a miagolare sia quando chiudo la porta della camera che quando sto facendo la doccia nel box. La femmina invece non miagola quasi mai, solo quando la si prende in mano per ora. 🙂 Il maschio invece tende anche ad avvisarmi quando ha finito di usare la lettiera.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *