Razze di gatti

Gatto LaPerm | Carattere e caratteristiche

Il suo mantello ricciuto e folto è la sua caratteristica peculiare, il gatto LaPerm è affabile, simpatico e devotissimo al suo umano

Origini della razza

Nel 1982 in una fattoria dell’Oregon, nacque una cucciolata di sei gattini, di cui uno completamente glabro.

A poco a poco, però sviluppò prima una morbida e crespa peluria, poi un morbido manto ricciuto che sembrava appena uscito da una messa in piega.

Sempre in questa fattoria, nei successivi 10 anni, aumentò il numero di gattini nati glabri. Linda Koehl, la padrona della fattoria, non sapeva spiegarsi questa mutazione, non avendo competenze in materia, ma decise di informarsi e monitorare la riproduzione dei suoi gatti.

In questo modo scoprì che il gene del manto ricciolo era dominante sia nei maschi che nelle femmine.

Decise così di chiamare la nuova razza LaPerm, che significa appunto a onde, increspato. Nel 1995 fu avviato un vero e proprio programma di riproduzione della razza.

gatto Laperm

Aspetto e caratteristiche del gatto LaPerm

Sua principale caratteristica è il manto ricciuto, ma non solo, anche le sopracciglia e i baffi sono ondulati.

La lunghezza dei riccioli può variare ed anche la loro forma, che può essere corta a cavtappi oppure onde ampie o piccolissimi cerchi.

E’ di taglia media, proporzionato, le femmine sono generalmente più piccole.

A POSTO CON LO SHOPPING PER IL TUO GATTO?


La testa è spigolosa, con orecchie da medie a grandi, a coppa.

Gli occhi sono grandi ed espressivi, il loro colore può essere giallo, rame, verde, blu, indipendentemente dal colore del manto, il cui colore può variare deùal bianco, al rosso crema, al cannella, al fawn, cioccolato e lavanda.

Carattere del LaPerm

Il gatto LaPerm è coccolone ed affettuoso, ma anche giocherellone. Cerca spesso il contatto col suo umano, ed ama accoccolarglisi e dormire nel suo grembo.

Standard di razza

Codice EMS: LPL – LPS

Cure

Il suo mantello ondulato richiede la toelettatura con asciugatura naturale all’aria o con leggere tamponature, per mantenere districati i riccioli e non fare appiattire il pelo.

Inoltre bisogna spazzolarlo di quando in quando.

Associazioni che riconoscono la razza: CFA, GCCF, LOOF, SACC, TICA, ANFI

Elisa Bertoldi
Condividi

Articoli recenti

Il gatto sulla neve: ai gatti piace?

Ricordo il mio gatto Oscar, che ora non c'è più, alla sua prima nevicata: è… Leggi di più

13 Gennaio 2022

Gengivite gatto: cure, rimedi e terapia

Le malattie dei denti e delle gengive sono comuni nei gatti e comprendono gengiviti, stomatiti… Leggi di più

2 Dicembre 2021

Le Stregatte creative in aiuto ai mici

Quando donne e creatività si uniscono i risultati non possono che essere meravigliosi. C'è uno… Leggi di più

1 Dicembre 2021