i gatti della piramide colonia felina roma

Sono stata in visita a Roma alla famosa colonia felina dei Gatti della Piramide, in occasione dell’evento annuale che organizzano: I gatti all’ombra della Piramide. Ho potuto così ammirare gli splendidi gatti di questa colonia, conoscere i volontari che se ne prendono cura e conoscere questa zona di Roma, tra la Piramide Cestia, bellissima ed imponente, ed il Cimitero Acattolico di Roma, luogo affascinante e coinvolgente, arricchito dalla presenza dei gatti di questa colonia.

gatti piramide cestia roma

La Piramide Cestia ed i suoi gatti

La Piramide di Caio Cestio è un monumento funebre, databile tra il 18 e il 12 a.C, fatto costruire per Caio Cestio Epulo, in calcestruzzo e ricoperta di lastre di marmo di Carrara.
E’ alta 36 metri e svetta bianchissima ed imponente proprio davanti alla stazione di Roma Ostiense.

Al suo interno c’è una camera sepolcrale, con volta a botte dipinta in stile pompeiano. A guardia della piramide, passeggiano, oggi indisturbati, i bellissimi mici della colonia.

i gatti della piramide

I gatti della Piramide

I Gatti della Piramide sono oggi accuditi grazie al lavoro dei volontari dell’associazione Arca, ma quella che è adesso una colonia ben gestita è frutto del grande lavoro e della lotta di Matilde Talli, che in 30 anni di infaticabile impegno ha ottenuto la tutela di questi mici, che negli anni precedenti vivevano in condizioni di pericolo e sofferenza.

Vi invito a leggere la storia di Matilde, che purtroppo non è più tra noi, sul sito dei gatti della piramide all’indirizzo igattidellapiramide.it

I volontari dei gatti della Piramide organizzano durante l’anno diversi eventi per favorire le adozioni dei mici, anche a distanza, per raccogliere fondi e per sensibilizzare sulla sterilizzazione.

Uno di questi eventi è I gatti all’Ombra della piramide, con il mercatino organizzato dai volontari, le visite guidate all’interno della piramide e al cimitero acattolico.

colinia felina piramide roma

Madrina dell’evento Licia Colò, che ha partecipato con molto affetto, dedicandosi con tutto il cuore ai mici che cercavano adozione, facendo anche le dirette sulla sua pagina Facebook.
Licia colò ha inoltre rilasciato per MicioGatto una breve intervista, con un simpatico messaggio per tutti noi lettori di MicioGatto, ecco qui sotto la registrazione.


Ha partecipato Edgar Meyer, presidente di Gaia Animali e ambiente, che ha consegnato il premio Gattara 2018, Carla Rocchi, presidente dell’Enpa, Alessandra Casale che ci ha divertito e intrattenuto con la lotteria a favore dei mici della colonia, e io di MicioGatto ho partecipato con un piccolo seminario tenuto dalla dottoressa Costanza de Palma sulla convivenza con i mici.
Guarda qui il seminario. La colonia I Gatti della Piramide ha dedicato all’evento le pagine del suo “Catzine” di maggio/giugno, clicca qui per vederlo!

Il tutto coordinato dalla fantastica Marzia, che ha preso le redini della colonia e che coordina tutto il lavoro degli splendidi volontari.

Ovviamente ospiti sempre presenti gli splendidi gatti della Piramide, alcuni più appartati, altri più partecipativi.

Cimitero Acattolico di Roma e i suoi gatti

Adiacente alla Piramide Cestia c’è il Cimitero acattolico di Roma, dove venivano sepolti coloro che morivano nella capitale, ma non erano di fede cattolica, quindi i protestanti, gli ebrei, gli ortodossi. In questo luogo, dalla seconda metà del 1600 vennero sepolti anche uomini illustri, come il poeta John Keats, Shelley, Antonio Gramsci.

Oggi è luogo visitato dai turisti per il fascino di queste tombe, è veramente un luogo incantato, un luogo di pace ed affascinante, reso ancora più unico dalla presenza dei gatti della colonia.

gatti cimitero acattolico roma

Nel cimitero è anche presente la tomba del micio Romeo, molto benvoluto nella colonia, una presenza dolce e commovente che ci ricorda quanto siano a noi cari i nostri micetti che non ci sono più.
I turisti riescono a scorgere un gatto ogni tanto tra le tombe, ma questi fanno la loro apparizione puntualmente ogni giorno all’ora della pappa, quando le volontarie fanno il giro per dar loro da mangiare, chiamandoli ad uno ad uno per nome.

Marzia ha portato anche noi a fare il giro pappa, raccontandoci qualche aneddoto sui mici della colonia. E’ stato molto divertente seguirla attraverso le vie del cimitero, inseguita dai mici che accorrevano mentre lei portava loro le pappe.

E’ davvero ammirevole il lavoro che lei, e gli altri volontari, fanno per accudire e salvaguardare questi mici, con grande rispetto per i luoghi storici di Roma, consentono anche ai turisti di godere la compagnia di questi mici mentre si godono un po’ di tranquillità nel parco verde del cimitero.

gattile piramide roma

I gatti della Piramide sono veramente fortunati, possono godere di un luogo appartato, in mezzo al verde, tranquillo, tutelati, accuditi, cosa volere di più per un gatto?
Possono riposare protetti, nascondersi nei loro rifugi, se piove trovano riparo nelle loro casette, possono rincorrere le farfalle, dare sfogo ali loro istinti felini, arrampicarsi sugli alberi, e qualche volta fare ammattire le volontarie perché non riescono a scendere giù.

Tutto questo è possibile grazie alle persone che danno loro cure e cibo tutti i giorni, tutto l’anno, con qualsiasi condizione atmosferica. L’amore per gli animali è così che si dimostra, con la pratica quotidiana, con l’impegno costante e giornaliero. Tra di loro i volontari si aiutano e si confortano, costruendo, grazie a questi mici, una piccola famiglia allargata.

Ecco il mio micio reportage dell’evento e della colonia, dove puoi ammirare i bellissimi gattoni e conoscere la loro vita:

Da leggere dopo:

Puoi sostenere anche tu questa realtà, visita il sito igattidellapiramide.it e scopri come adottare un micio a distanza o come visitare la colonia tu stesso.
Visita anche la pagina Facebook dei Gatti della Piramide.

I gatti della Piramide: micioreportage tra Piramide Cestia e Cimitero Acattolico a Roma
4.6 (91.11%) 9 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *