Japanese Bobtail

Il Japanese Bobtail è considerato il gatto simbolo del Giappone, anche se non ha origine in quel luogo. La sua caratteristica coda a pompom lo rende unico e particolare.

Origini della razza Japanese Bobtail

Maneki neko

Maneki neko

La vera origine di questa razza felinna è la Cina, pare infatti che più di mille anni fa questo gatto emigrò dalla Cina al Giappone, diventandoneil gatto simobolo.

Esistono raffigurazioni molto antiche di questo gatto in dipinti e documenti giapponesi, che non specificano bene però la lunghezza della coda o l’aspetto di questo gatto. V

eniva spesso raffigurato con la zampa anteriore sinnistra alzata in segno di saluto in statue di ceramica chiamate Maneki-Neko, simbolo di benvenuto ed anche di fortuna.

Carattere del gatto Japanese Bobtail

E’ un gatto sereno ed affettuoso, dalla forte personalità. Si adatta bene a vivere in appartamento, è curioso di tutto ciò che lo circonda e buon cacciatore.

E’ molto intelligente e giocherellone.

Aspetto e caratteristiche

Il Japanese Bobtail esiste sia a pelo lungo che a pelo corto.

E’ di media grandezza e longilineo.

La sua coda è particolare, ha una forma arrotolata, formando un pompon folto di peli che sparano in tutte le direzioni.

Il pelo lungo della coda va a coprire il fatto che essa inizia alla base della spina dorsale, e le sue ossa sono forti e rigide.

Può essere costituita da un solo troncone oppure da più tronconi ed arrotolata “a gomiti”.

Se fosse distesa si presenterebbe come una normale coda di dieci-dodici centimetri di lunghezza.

Il pelo è morbido e setoso sia che sia lungo o corto, quasi completamente privo di sottopelo.

Il mantello è aderente al corpo e forma dei “pantaloni” attorno alle zampe posteriori nella versione a pelo lungo, e può presentare una folta gorgiera.

Sono ammessi tutti i colori ma quelli preferiti presentano stacchi evidenti e tigrature nette.

La varietà più apprezzata è quella tradizionale, bianco, nero e rosso, chiamata anche Mi-Ke.

Japanese bobtail curled

Japanese bobtail curled

Libri utili sul gatto Japanese Bobtail

Standard di razza del Gatto Japanese Bobtail (JBT):

Categoria III: Pelo corto e somali
Codice EMS: JBT
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, LOOF, SACC, TICA, WCF

  • Aspetto generale
    Aspetto: Il Japanese Bobtail deve dare l’impressione generale di un gatto di medie dimensioni con una linea ed una ossatura ben definita.
    Corpo: ben muscoloso, ma lungo e snello piuttosto che massiccio.
    Il particolare posizionamento degli occhi, unitamente agli zigomi alti e ad un lungo naso rettilineo, conferisce al muso del Japanese
    Bobtail, in particolare di profilo, un aspetto molto diverso rispetto alle altre razze orientali.
    La sua coda corta somiglia a quella di un coniglio, con pelo a ventaglio che le conferisce la forma di un pom-pom e che ne maschera la sottostante ossatura.
    Taglia: Media
  • Testa
    Forma: Nonostante la testa appaia allungata e finemente cesellata, essa ha la forma di un quasi perfetto triangolo equilatero, con curve dolci, alti zigomi e un’evidente interruzione (‘break’) a livello del portabaffi
    (‘whiskers pad’)
    Naso: Lungo e ben definito da due linee parallele dalla sommità fino al tartufo, con una leggera depressione al livello degli occhi o appena al di sotto.
    Muso: Relativamente largo e arrotondato fino all’interruzione del portabaffi (‘whiskers break’), né a punta né smussato.
  • Orecchie
    Forma: Grandi e all’erta.
    Piazzamento: Diritte, ben distanziate, poste ad angolo retto sulla testa, mai divergenti verso l’esterno.
    A riposo danno l’impressione di essere inclinate in avanti.
  • Occhi
    Forma: Grandi, più ovali che tondeggianti, ma ben aperti e attenti.
    Alla vista di profilo sono decisamente infossati. Il bulbo oculare presenta una curvatura leggera che non deve sporgere oltre gli zigomi o la fronte.
    Colore: Il colore degli occhi deve essere in armonia con il colore del mantello. Questa regola si estende anche per gli occhi blu o impari.
    Tutti i colori sono permessi.
  • Corpo
    Struttura: Il busto lungo, slanciato ed elegante, non tubolare, evidenzia una muscolatura forte e ben sviluppata ma senza essere pesante .
    Non deve mai dare l’impressione di essere flaccida o tarchiata (‘cobby’).
    L’equilibrio generale è fondamentale.
  • Zampe
    In proporzione con il corpo, lunghe, snelle e alte, ma senza dare l’impressione di gracilità o fragilità.
    Quando il gatto è in piedi, zampe e spalle formano due linee parallele fra loro ravvicinate.
    Le zampe posteriori sono notevolmente più lunghe di quelle anteriori e sono molto angolate; pertanto, quando il gatto è in
    posizione di riposo, il tronco non rimane inclinato, ma è praticamente orizzontale.
    Piedi: Ovali
  • Coda
    La massima estensione della coda dovrebbe essere di circa 5-8 cm, sebbene nel caso fosse completamente allungata potrebbe
    raggiungere anche i 10-13 cm.
    Le ossa della coda sono di norma forti e rigide, praticamente saldate tra loro (salvo che alla base).
    La coda può essere diritta o con una o più curve ed angoli.
    La coda è portata diritta quando il gatto è rilassato.
    Il pelo sulla coda, solitamente più lungo e folto rispetto a quello sul corpo, contribuisce a formare una specie di pom-pom o di coda di coniglio, che parte dalla radice della spina dorsale e nasconde la struttura ossea sottostante
  • Mantello
    Struttura: Soffice, corto e serico, senza un sottopelo apprezzabile; raramente in muta.
    Colore: Tutte le varietà di colore sono permesse, tranne i silver (shell/shaded, golden) ticked tabby e pointed (25/31/32/33)
  • Tartufo e cuscinetti
    In generale dovrebbero armonizzarsi con il colore del mantello.
  • Note
    I maschi sono proprozionalmente più grandi delle femmine
    Sono ammesse guance sviluppate (sottoguance) nei maschi interi.
  • Ai fini della conservazione del colore tradizionale del gatto giapponese, cioè il MI-KE (tricolore bianco/rosso/nero), le varietà di colore da preferire per l’allevamento sono quelle che tendono a produrre femmine tricolori.
    Nei bicolori e tricolori, nessun colore deve predominare sull’altro, e la preferenza sarà da accordare a colorazioni intense e ben contrastate, con marcature ben definite.
    Tutte le varietà di colore e di colore d’occhi sono giudicate insieme nella stessa classe.
    Questa classe include tutte la varietà di colore, macchie, disegni o combinazione degli stessi, eccetto i point e i ticked.
    La classe dei “tabby” comprende tutte le varietà con disegni tabby, striati o maculati, con o senza zone di colore solido. Anche in questo caso la preferenza sarà da accordare a colorazioni intense e ben contrastate, con marcature ben definite.

Cure

Non richiede cure particolari, anzi la varietà a pelo corto non ha quasi muta del pelo, e la mancanza di sottopelo rende la toelettatura necessaria solo a larghi intervalli di tempo.

Prezzo del gatto Japanese Bobtail

Questa razza felina può avere un prezzo che parte dai 600 e può superare i 1000€

Da leggere dopo:

Scopri gli allevamenti di Japanese Bobtail

Gatto Japanese Bobtail | Prezzo, carattere e allevamento
4.7 (93.33%) 3 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *