head pressing gatto sintomi problemi

Ci sono cosa strane che osserviamo nei nostri gatti, alcune innoque ed altre meno, tra cui il cosiddetto head pressing, cioè l’appoggiare spesso la testa a superfici dure e rimanere così, come sospesi. L’head pressing è sintomo di patologia anche nei cani, e se vediamo che il nostro gatto mette spesso in atto questo comportamento, è il caso di preoccuparsi.

Cos’è l’head pressing nel gatto

Capita che il nostro gatto prema la testa contro di noi, sfregandosi per lasciare su di noi i suoi feromoni, per classificarci come “sua proprietà” e questo comportamento è del tutto normale. Lo strusciarsi del gatto non deve essere confuso con l’head pressing. Se il tuo gatto preme consapevolmente e continuamente la test contro superfici dure, come il muro, questo comportamento può essere associato a qualche danno del suo sistema nervoso.

Le cause potrebbero essere diverse e molteplici, tra cui malattie del prosencefalo o anche un avvelenamento. Queste sono alcune immagini che mostrano l’head pressing del gatto:

Head pressing nel gatto

Assieme a questa necessità di premere la testa in modo forte contro una superficie dura, ci sono anche altri segni che indicano che il tuo gatto potrebbe avere problemi al sistema nervoso, tra cui:

  • movimenti compulsivi e circolari
  • cambiamento repentino del comportamento abituale
  • convulsioni
  • riflessi scadenti
  • problemi visivi

Alcuni di questi sintomi possono comportare ulteriori problemi, come problemi cutanei per un leccamento compulsivo o lesioni alla testa o al muso per la pressione prolungata della testa contro una superficie.

Insieme a questa improvvisa necessità di premere la testa in modo sfacciato, ci sono alcuni altri segni e fattori scatenanti che il tuo gatto potrebbe subire danni al suo sistema nervoso.

Cause dell’head pressing nel gatto

L’head pressing nel gatto è causata da qualcosa che interferisce con il corretto funzionamento del cervello e può essere determinato da:

  • infezioni (batterica, fungina, parassitaria o trasmessa da zecche)
  • esposizione a tossine
  • trauma
  • tumore cerebrale
  • ictus
  • malattia metabolica
  • insufficienza epatica

A causa della gravità della condizione, se noti che il tuo gatto fa spesso head pressing e ci sono altri sintomi che abbiamo visto prima, portalo subito dal veterinario.

I volte i gatti assumono questo comportamento di head pressing, ossia premono la testa contro le cose anche quando si stanno riprendendo dall’anestesia, e questo comportamento in tal caso è temporaneo e non è fonte di preoccupazione.

Come si cura l’head pressing nel gatto?

Il veterinario eseguirà alcuni test per valutare la salute del gatto, tra cui:

  • un esame della retina e della parte posteriore dell’occhio, per verificare se ci sono problemi di malattie infettive o infiammatorie, oltre a rivelare irregolarità nel cervello
  • test della pressione sanguigna per valutare se questa è troppo elevata
  • una risonanza magnetica per monitorare l’attività cerebrale e verificare la presenza di anomalie
  • un’analisi delle urine per verificare problemi nel sistema metabolico.

Il veterinario ti farà numerose domande sulla vita e la salute generale del tuo gatto, su eventuali lesioni o incidenti avvenuti, per capire le cause di questa condizione improvvisa.

A seconda della gravità della situazione e della salute generale del tuo gatto, la diagnosi può cambiare. Probabilmente il gatto dovrà essere monitorato in clinica e saranno effettuati test più approfonditi per valutare correttamente la salute del gatto e il piano di trattamento.
Anche se l’head pressing può essere una condizione grave, le possibilità di recupero sono reali ed elevate per i gatti, anche se in alcuni casi la condizione può essere fatale.

La prognosi dipende dalla causa sottostante all’head pressing. La cosa migliore da fare è portare subito il gatto dal veterinario ai primi segni di head pressing. I questo modo, molte malattie possono essere risolte in tempo e non causare danni permanenti o fatali al gatto.

Leggi anche

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *