feromoni per gatto

In questo articolo vedremo uno dei più importanti mezzi di comunicazione per i gatti: i feromoni. I feromoni sono un meccanismo efficace e complesso, attraverso cui il gatto comunica e raccoglie informazioni sull’ambiente che lo circonda.
Probabilmente avrete anche sentito parlare dei feromoni per gatti in commercio, ma prima di parlare di diffusori di feromoni e della loro eventuale efficacia, cerchiamo di capire che cosa sono i feromoni e come li usa il gatto per comunicare.

I Feromoni: cosa sono?

I feromoni sono delle molecole che hanno la peculiarità di trasmettere dei segnali chimici in grado di modificare  la fisiologia e/o il comportamento di un individuo che è in grado di percepirle.
I Feromoni rappresentano una forma di comunicazione molto antica utilizzata sia nel mondo vegetale che in quello animale: insetti, pesci, rettili e mammiferi.

Tra questi ultimi i carnivori sono animali che posseggono un maggior numero di strutture in grado di produrli.
Per fare un esempio i feromoni sono quelle sostanze che le api emettono quando qualcuno si avvicina al loro alveare. In questo caso ad essere emessi sono feromoni di allarme che in pochi secondi fanno sì che il mal capitato sia circondato da tutto lo sciame.

I feromoni non sono molecole odorifere, non possiamo pertanto riuscire a percepirne l’odore e una volta inalate raggiungono una parte precisa del cervello, che è quella in cui si originano e prendono forma le emozioni: il Sistema Limbico.
I Feromoni possono essere trasmessi attraverso l’aria, l’acqua, il suolo o supporti solidi.

Che cos’è il flehmen?

Il Flehemen è una tipica espressione, una smorfia potremmo definirla, che molti animali assumono (e tra questi anche i nostri gatti) quando percepiscono i feromoni. Assumere quell’espressione permette al nostro gatto di far sì che le molecole feromonali raggiungano il sistema limbico e trasmettano quindi il loro messaggio

Dove vengono prodotti i feromoni?

I Feromoni deposti sono numerosissimi e non sono ancora stati identificati tutti.
I gatti hanno ghiandole che producono feromoni distribuite in diverse parti del corpo.
Quelle più importanti sono poste

  • sulle guance,
  • sul mento,
  • sulle zampe
  • nella zona perianale.

Vediamo un po’ più nel dettaglio i Feromoni facciali del gatto.
Se ne distinguono tre frazioni: F2, F3 e F4.

feromoni facciali nel gatto

La frazione F2 sono feromoni legati al comportamento sessuale e vengono emessi prima di una marcatura urinaria.
Ricordiamo infatti che la marcatura urinaria per essere ancora più efficace si accompagna ad una sequenza comportamentale che inizia appunto con la deposizione di questo gruppo di feromoni.

La frazione F3 è quella che un gatto depone sugli oggetti e maggiormente all’interno degli ambienti a lui conosciuti e familiari.

La frazione F4 è quella che viene emessa sugli esseri viventi membri della famiglia.

Abbiamo infine anche i Feromoni interdigitali. Questi sono quelli che il gatto emette quando “si fa le unghie” sugli oggetti di casa ossia quando compie una marcatura anche di tipo visivo.

Attenzione a non pulire con troppa attenzione i Feromoni ambientali deposti dai nostri gatti, questo potrebbe destabilizzare il nostro gatto che sarebbe portato non solo a emettere nuove marcature ma a farlo con maggior incisività e quindi sia con più frequenza che, eventualmente, in sovrapposizione ad altre marcature come quelle urinarie, di sicuro ben più antipatiche.

Da leggere dopo:

È possibile trovare in commercio i Feromoni?

Per alcune delle frazioni feromonali che abbiamo visto è possibile acquistare l’analogo sintetico. In particolare abbiamo, ad oggi, a disposizione formulazioni che contengono la frazione F3 (quella ambientale), F4 (quella sociale-familiare) e la frazione interdigitale.

I feromoni: messaggeri invisibili del gatto
5 (100%) 7 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *