come tagliare le unghie al gatto spazzolare un persiano tutoral toelettatura gatto

Spesso mi viene chiesto se si possono tagliare le unghie al gatto, come farlo e quando. Sicuramente si possono tagliare le unghie ai gatti, ma è bene chiarire il motivo per farlo e come farlo nel modo giusto.

Se ad esempio desideriamo tagliare le unghie al nostro gatto per preservare il divano dalle graffiature, potremmo rimanere delusi, perché tagliando le unghie non faremo sparire al gatto l’istinto di graffiare. Per il gatto la graffiatura è un modo per comunicare, è un istinto innato che lui ha, e che ha necessariamente bisogno di espletare.

Come detto anche dalla dott.ssa Elena Borrione in questo video sul linguaggio del gatto, se tagliamo le unghie al gatto sperando che non ci graffi più il divano, potremmo indurre in lui il bisogno di comunicare in modo diverso, magari con l’urina, ottenendo quindi un problema ben peggiore.

Si possono tagliare le unghie al gatto, ma questo va fatto a vantaggio loro, e cioè nel caso in cui il nostro gatto non esca mai di casa, e quindi non abbia occasione di consumarsi le unghie arrampicandosi sugli alberi o graffiando superfici adatte, oppure se abbiamo un gatto anziano che non riesce più a farsi le unghie in modo appropriato, causandone la crescita eccessiva.

Le unghie del gatto crescono e si riformano continuamente, ne abbiamo parlato nell’articolo dedicato alle unghie del gatto, e se sentiamo che il nostro gatto, quando cammina sulle piastrelle del nostro pavimento fa “tic tic” con le unghie, forse è il momento di dare loro una spuntatina.

Come tagliare le unghie al gatto

Posto dunque che sia necessario tagliare le effettuare il taglio unghie al nostro gatto, dobbiamo intanto munirci di un apposito tagliaunghie, imparare ad usarlo, e procedere con calma.

La cosa migliore sarebbe abituare il gatto fin da piccolo al taglio delle unghie, in modo che non si spaventi o si stressi quando dobbiamo effettuare questa operazione. Se il gatto non è abituato, meglio far fare il taglio unghie ad un veterinario oppure ad un toelettatore professionista.

In ogni caso, l’unghia non va tagliata nella sua interezza, ma va tagliata solo la puntina. Se guardate le unghie del vostro gatto, vedrete che l’unghia è percorsa fino ad un certo punto da un colore rosa, che è un vaso sanguigno. Se andiamo a tagliare erroneamente questo vaso, al gatto farà molto male.

Tagliamo dunque solo la punta, stando attenti di fare il taglio con l’angolazione che vedete nell’immagine qui sotto.

come tagliare le unghie al gatto

Come far spuntare le unghie dal polpastrello del gatto? Basta premere delicatamente il polpastrello, e vedremo l’unghia uscire fuori, potete provarlo voi stessi con il vostro gatto, mi raccomando con delicatezza.

Se volete tagliare le unghie al vostro gatto, avvicinatevi a lui con calma e dolcezza, magari mentre è rilassato in un pisolino, e provate a tagliargli un’unghia dopo l’altra con molta tranquillità. Se lo costringete, se gli fate male o se gli tenete la zampetta con forza, la prossima volta che vede il tagliaunghie fuggirà prima di farsi toccare

Quando tagliare le unghie al gatto

Come spiegato prima, se il gatto si consuma le unghie regolarmente su alberi, tiragraffi o altre superfici, non è necessario tagliargli le unghie, forse solo quelle dietro, perché se sta sempre in casa e cammina sempre su tappeti e piastrelle, non avrà occasione di consumarle su terreni naturali.

Se sentite le unghie del gatto mentre cammina, o se vi sembrano rovinate, o peggio ancora incarnite, forse è necessario tagliarle, ma consultate prima per sicurezza un veterinario o un toelettatore esperto.

Tagliere le unghie, ma non toglierle! La deungulazione

Esiste purtroppo nel mondo una pratica barbara che si chiama deungulazione, che consiste nella asportazione totale dell’unghia al gatto. In Italia grazie al cielo è proibita dalla legge, in quanto crudeltà, ma nel mondo esiste ancora.

Questa pratica è assolutamente da condannare, in quanto consiste in una vera e propria amputazione di una falange della zampa del gatto, una vera mutilazione, che spesso causa problemi psicologici al gatto che non potrà più mettere in atto i suoi normali comportamenti felini.

Avere un gatto che non graffia è impossibile! Sii ben cosciente, se vuoi convivere con un gatto, che il suo comportamento del graffiare è del tutto naturale, come per te grattarti quando hai prurito, per cui predisponi in casa numerose superfici su cui possa farlo liberamente e senza sentirsi continuamente sgridato.

Tagliare le unghie al gatto dal toelettatore

In questo video ho potuto riprendere un toelettatore, Simone, nel suo negozio BarberDog di Vicenza, mentre taglia le unghie al gatto, e fa anche una bella spazzolatura di un persiano. Quando costa tagliare le unghie al gatto? Non tanto, è una operazione abbastanza veloce, se il gatto collabora, quindi attorno ai 10€.

E tu tagli le unghie al tuo gatto? O stai pensando di farlo? Scrivimi la tua esperienza e i tuoi commenti sotto a questo articolo. E se hai domande sulla toelettatura, scrivimi pure e sarò lieta di girare le domande al toelettatore Simone!

Come tagliare le unghie al gatto, quando e perché
5 (100%) 9 vote[s]

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *