Il rapporto tra felini e acqua è più controverso di quanto si creda comunemente.
Non tutti i gatti, infatti, odiano l’acqua, e c’è anche chi non disdegna il bagnetto, o perfino una nuotatina!

Indice dei contenuti

Il gatto ama l’acqua corrente

Potranno anche non amare l’acqua ma, come tutti gli animali – uomo compreso – anche i gatti hanno bisogno di bere.

Di certo non si scofanano intere ciotole come fanno i cani, e spesso tendono a bere meno di quanto sarebbe opportuno, con il rischio di sviluppare problemi renali.

Per incoraggiare i nostri felini ad avvicinarsi alla ciotolina dell’acqua, è utile cambiare di frequente l’acqua,  assicurandosi che resti sempre fresca e pulita.

È consigliato anche posizionare la ciotola per il cibo e quella per l’acqua in due punti separati della casa e ancora, in caso di gatti particolarmente schizzinosi, valutare l’acquisto di una fontanella per gatti, scegliendone una tra le tante qui, che garantisca un flusso costante di acqua zampillante.

Ma alcuni gatti sviluppano un’autentica, insana passione per l’acqua di rubinetto.

È il caso della mia micia, Lambretta, che adora bere dal rubinetto del bagno.
Zampetta felice, gioca con la zampina, non ha paura a ficcare la testa sotto l’acqua e si bagna abbondantemente, mentre il fratello la guarda perplesso.

Io in genere la lascio fare, e alla fine la strapazzo un po’ dentro un asciugamano per asciugarla ed evitare che lasci impronte bagnate per tutta la casa!

Ciotola magica rinfrescante

Gatti che amano nuotare

Avete mai visto un gatto che nuota? Io personalmente no, ma su Youtube ho scovato diversi video di gatti che sembrano assolutamente a loro agio al mare o in piscina!

Eccoli nuotare, con la calma e l’eleganza che accompagna ogni movimento felino. Incredibile, no?

Pare infatti che il gatto di suo sappia nuotare…è solo che generalmente non gli va di farlo!

Può farlo se costretto, ad esempio in situazioni di emergenza, dove l’istinto di sopravvivenza vince anche la paura dell’acqua. Oppure, se gli viene insegnato (anche se non ne capisco esattamente l’utilità).

Tra i rarissimi mici amanti dell’acqua troviamo il Turco Van, detto anche “gatto nuotatore” per la sua abitudine al nuoto, nonché alla pesca.

Ma, se il vostro è un comune micio domestico, io gli risparmierei la tortura delle lezioni di nuoto 🙂

7087660805_bdbb57b6be_oFare il bagno al gatto, si o no?

Cosa dire, invece, del bagnetto?

Alcuni proprietari di gatti lavano letteralmente le proprie bestiole sotto l’acqua.

Io non ci ho mai provato e non ho intenzione di farlo, considerato anche che la maggior parte dei mici – quando non dorme – passa buona parte del proprio tempo a pulirsi con la linguetta.

Non sono una maniaca della pulizia e penso che una buona spazzolata sia più che sufficiente, senza bisogno di costringere il gatto a farsi la doccia.

Ecco qui tutti i consigli per lavare il gatto.

E tu cosa ne pensi?
Bagnetto si o bagnetto no? Scrivilo nei commenti.

 

Da leggere dopo:

 

È vero che i gatti odiano l’acqua?
5 (100%) 2 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *