Gatto Ragdoll, carattere, prezzo e allevamenti

,
gatto ragdoll

Il Ragdoll è un gatto dolcissimo, dal carattere affettuoso e si affeziona molto al suo umano. E’ un gatto bellissimo a pelo lungo, dal caratteristico pelo con le estremità più scure e gli occhi azzurri.

Estremamente casalingo, segue il suo umano ovunque, purché senta di essere protetto. Se vi capiterà di vedere questo gatto dal vivo rimarrete stupiti dal suo fascino e dalla sua dolcezza. Ragdoll significa infatti “bambola di pezza” e questo ti può dare l’idea di quanto arrendevole sia questo micio. Infatti una delle sue caratteristiche è che quando viene preso in braccio rilassa tutti i muscoli, fiducioso, e quindi da qui la sua fama di “gatto di pezza”, anche se come gatto è bello grosso e massiccio, soprattutto coronato da un bellissimo pelo lungo.

E’ stato dunque selezionato come razza sia per la sua incredibile bellezza sia per il suo carattere docile e mansueto, ma anche giocherellone ed interattivo con i propri umani.

Ma vediamo in questo articolo quali sono le caratteristiche della razza, il carattere e prezzo di questo splendido micio.

Il Ragdoll in breve

Luogo origine‎:Scozia
Pelo‎: ‎corto
Taglia‎: ‎media
Peso medio: 4-6kg per i maschi 3-4,5kg per le femmine
Aspettativa di vita15-18 anni
Carattere:Tranquillo e amichevole
Prezzo medio:1200€
Colori:tutte le varianti
Tabella riassuntiva di tutte le caratteristiche principali della razza

Origini della razza

Erroneamente si afferma spesso che il Ragdoll discenda dal Sacro di Birmania, ma in realtà le due razze differiscono molto.
La razza Ragdoll ebbe origine da un incrocio tra una gatta bianca tipo d’Angora, Josephine e uno dei suoi figli, un simil- Sacro di Birmania, dal padre ignoto, Daddy Warbucks, entrambi dal carattere mite e dolcissimo.

Nella cucciolata si distinsero tre cuccioli per il loro carattere simile ai genitori, e per un rilassatissimo tono muscolare, caratteristica diventata tipica della razza Ragdoll: gattini docili e arrendevoli quando venivano maneggiati.
Gli allevatori cercarono di conservare queste caratteristiche nelle cucciolate posteriori, fissando la razza in California nel 1965, grazie ad Anne Baker nel suo allevamento “Raggedy Ann Ragdolls”.

La razza “del gatto bambola di pezza” era così protetta che inizialmente non era permesso vendere un solo gatto ma bisognava sempre acquistare la coppia. Il nome Ragdoll significa letteralmente “bambola di stracci”, e richiama l’estrema flessibilità di questo gatto.

Invece per quanto riguarda la leggenda collegata alle sue origini, essa narra che una persiana bianca, incinta di un gatto di strada, fu investita da una automobile, partorendo una cucciolata insensibile al dolore.
Altra caratteristica infatti del Ragdoll è la elevata soglia del dolore, a cui bisogna fare molta attenzione e proteggerlo dai pericoli, perché potrebbe ferirsi involontariamente.

cucciolo di Ragdoll
Un bellissimo cucciolo di Ragdoll dall’allevamento Ragdoll queen – ragdollqueen.com

Caratteristiche del gatto Ragdoll

Un gatto dall’aspetto assolutamente meraviglioso, con una lunga coda folta e sinuosa, gli occhi azzurri e un pelo morbido e ricco specie attorno al collo, che incorona il muso rendendolo nobile e regale.

Le caratteristiche principali del Ragdoll, al di là dell’aspetto magnifico, sono:

  • il carattere dolcissimo, mite, che si è voluto selezionare
  • l’estrema flessibilità, che gli consente di assumere posizioni buffe e inconcepibili
  • la sua soglia molto alta del dolore, che può essere un bene quando lo si sottopone a cure veterinarie, ma anche un pericolo per il micio, che ad esempio non si accorge nemmeno quando gli si pesta la coda, e potrebbe mettersi quindi in pericolo da solo.


E’ veramente stupefacente la dolcezza del Ragdoll: carattere e comportamento li trattiamo nel paragrafo qui sotto.
Pensa che è chiamato anche “Cherubino” per il suo carattere angelico e docile.

E’ un gatto un po’ lento di movimenti e riflessi, bisogna fare attenzione quando lo si prende in braccio ad evitare che si faccia male cadendo. Non sa infatti rivoltarsi a mezz’aria per cadere in piedi.
Ha un basso tono muscolare ed è molto flessibile, da qui il nome Ragdoll, che significa gatto “bambola di pezza”.

Ragdoll - Foto Flavio Facibeni
Ragdoll – Foto Flavio Facibeni

I cuccioli nascono del tutto bianchi e rivelano il loro colore anche attorno all’anno di età, per raggiungere il colore definitivo attorno ai tre anni in alcuni casi.

E’ un gatto molto grande, quanto un Maine Coon, il corpo è di proporzioni larghe, la testa anche larga, muso e mento arrotondati.

Gli occhi sono di un bel blu intenso. Il mantello è lungo o semilungo, più lungo attorno al collo, all’esterno del muso, sulle spalle e sul dorso. Sulle zampe posteriori è lungo e piumoso.

I colori del Ragdoll

Questa bellissima razza a pelo lungo può nascere in 3 diverse varietà di manto:

  • colorpoint: significa che le sue estremità (muso, zampe, orecchie e coda) sono più scure rispetto al resto del pelo del corpo, che è più chiaro.
  • mitted (guantato): ha le estremità più scure come nel colorpoint, ma il mento, le zampine anteriori (guanti) e le zampette posteriori (stivali) sono bianchi.
  • bicolor: in questo caso le orecchie e la coda devono essere scure, mentre zampe, pancia e collar devono essere bianchi. Inoltre ha una V rovesciata bianca sulla fronte (maschera) e sul corpo chiaro si deve vedere il dorso un po’ più intenso.

Tutte queste varietà si combinano poi con i vari colori che può assumere il manto del Ragdoll, creando davvero moltissime varietà di disegno e colori, alcuni più difficili da trovare in Italia.. Infatti il pelo può essere:

  • Seal: significa che le estremità sono marrone scuro
  • Blu: le estremità sono color grigio-blu
  • Red: le estremità sono estremità sono rosso-arancio, recentemente inserito come standard
  • Cream: le estremità sono color crema, recentemente inserito come standard
  • Chocolate: le estremità sono marrone chiaro, raramente si trova in Italia
  • Lilac o Frost: le estremità sono grigio chiaro.

Inoltre nelle carianti Linx e Tabby il colore non è uniforme ma assume delle striature.
Per un approfondimento leggi qui.

Libri utili sul gatto Ragdoll

In offerta
Il gatto Ragdoll. Manuale di istruzioni:...
Il gatto Ragdoll. Manuale di istruzioni:...
Lanciani, Giovanna (Autore)
21,99 EUR −1,10 EUR 20,89 EUR

Carattere del Ragdoll e comportamento

Il carattere di un gatto è determinato dalle sue origini genetiche oltre che dal modo in cui cresce assieme a mamma gatta e ai fratellini e poi con i propri umani che lo adottano. Il Ragdoll è stato selezionato dagli allevatori per mantenere e sviluppare questo suo carattere dolce, mite, affettuoso e tranquillo.

Il Ragdoll è un gatto dolcissimo, attaccato al padrone, che adora, ed ama molto stare in braccio, dove si abbandona quasi come un peluche (ma ricordiamo che è un animale vivo, non è un giocattolo!).
La sua giornata ideale è starsene appollaiato sulle ginocchia del padrone a sonnecchiare, pienamente rilassato e fiducioso.

Ama molto stare in casa, adora il divano o i comodi giacigli dove dormire, e non ama particolarmente la vita fuori casa, non è un chissà che abile cacciatore e preferisce essere coccolato, ammirato e vezzeggiato.

E’ un gatto molto casalingo, segue il suo padrone anche negli spostamenti, va d’accordo con bambini ed altri animali. Rischia quasi di risultare appiccicoso con il suo umano preferito perché lo segue ovunque e lo venera letteralmente.

Bisogna fare attenzione a non fargli involontariamente del male o lasciarlo cadere, vista la sua indole “lenta”.
E’ un gatto adatto anche all'”addestramento”, giocherellone, ma sa seguire delle regole in modo molto mansueto, è adatto quindi alla pet therapy. E’ comunque curioso ed intelligente, per questo è facile da educare in casa, e probabilmente arriverà dal tuo allevatore già educato alla lettiera.

Dato il loro carattere docile sono i gatti più adatti a vivere sempre in casa, anche a contatto con persone anziane o dalla mobilità ridotta, saranno loro sempre vicini. Anche con i bambini si comportano bene, piuttosto stai attento che siano i bambini a comportarsi bene con lui, perché comunque anche se è gentile e paziente non va trattato come un giocattolo.

gattini ragdoll
Gattini Ragdoll

Standard di razza

Codice EMS: RAG
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

Il Ragdoll si presenta in tre disegni: Colourpoint, Bicolore e Mitted (agouti e non agouti) e venti combinazioni di
colore per un totale di sessanta possibili varietà.

  • Aspetto generale
    Aspetto: Il Ragdoll è un gatto muscoloso e di grandi dimensioni, con una muscolosa struttura ossea media o forte che gli conferisce un aspetto possente.
    Taglia: Grande
  • Testa
    Forma: Di media dimensione, a forma di largo cuneo dai contorni smussati.
    Fronte leggermente arrotondata (non bombata) mostrando un dolce passaggio a una zona piatta tra le orecchie. Buona altezza in profilo.
    Naso: Il naso è dritto e mostra una leggera curva nel terzo superiore.
    Guance, mento e muso
    Le guance sono ben sviluppate e si prolungano su un muso arrotondato, largo, di media lunghezza, mai stretto, anch’esso, come il mento, ben sviluppato.
  • Orecchie
    Forma: Di media grandezza, larghe alla base, con le punte arrotondate.
    Piazzamento: Piazzate larghe sul cranio con una leggera inclinazione in avanti
  • Occhi
    Forma Grandi e ovali; l’angolo esterno dell’occhio deve essere alla stessa
    altezza della base dell’orecchio.
    Colore Blu, più intenso possibile, in relazione al colore del pelo del corpo.
  • Collo
    Corto e possente
  • Corpo
    Struttura: Corpo lungo e muscoloso, con struttura ossea da media a forte.
    La zona pettorale è ampia e ben sviluppata. Più possente e muscolosa nel posteriore. Il gatto adulto ha le spalle e le anche di larghezza eguale.
  • Zampe
    Di media lunghezza dalla ossatura da media a forte. Le zampe posteriori sono leggermente più alte di quelle anteriori, dando alla linea della schiena l’impressione di un’impercettibile inclinazione in
    avanti.
    Piedi: Grandi, arrotondati e compatti, con ciuffi di pelo (‘tuft’) fra le dita
  • Coda
    Lunga, di preferenza fino alle spalle, di media grandezza alla base, si assottiglia gradualmente verso l’estremità. Deve essere ben fornita di un folto pelo.
  • Mantello
    Struttura: Di media lunghezza, densa, dalla tessitura soffice e serica, aderente al corpo. Sensazione di seta fredda al tatto.
    Più lungo nella zona del collo, incornicia la testa, dando l’impressione di un bavaglio.
    Più corto sul muso, aumenta di lunghezza dalla parte superiore del capo, verso le spalle e la zona dorsale.
    Da medio a lungo sui fianchi, sulla parte addominale e sulla zona posteriore del corpo.
    Da corto a medio sulle zampe anteriori.
  • Osservazioni
    Le femmine sono decisamente più piccole dei maschi.
    Va preso in considerazione lo sviluppo della guance nei maschi adulti
    Lo sviluppo di questa razza è lento, fino a tre quattro anni.
    Tener conto della stagionalità della pelliccia.

Fonte: ANFI

Cure

Come già detto, il gatto Ragdoll va controllato e protetto, anche contro la sua stessa incoscienza nei confronti del pericolo.

Quando lo adotti e lo porti a casa, assicurati che l‘ambiente sia tranquillo specialmente nei primi tempi per non spaventarlo. Lascialo esplorare, è un gatto curioso, e stagli vicino, abituandolo alla tua rassicurante presenza. Anche se lui non si ribella, evita di tenerlo sempre in braccio o di passarlo di mano in mano da piccolo, lascialo libero di ambientarsi in tranquillità.

E’ un gatto che non ama il rumore e la confusione, per cui lascialo tranquillo, non tormentarlo (come d’altronde non si tormentano nemmeno gli altri gatti) e tienilo in casa protetto dal troppo caos. Occhio dunque se convive con bambini ed animali: sa essere paziente, ma si ribellerà se loro se ne approfittano.

Ama quindi la tranquillità ma non ama essere trascurato, ha bisogno di compagnia e della presenza del suo umano. Non va lasciato solo per molte ore altrimenti soffrirebbe troppo la solitudine.

Per il mantello è sufficiente una spazzolata e normale toelettatura, da effettuare 2-3 volte a settimane nei normali periodi, infatti non è molto ricco di sotto pelo e quindi non particolarmente soggetto a nodi. Nel periodo della muta del pelo meglio comunque spazzolarlo con un pettine ogni giorno per aiutarlo a non ingerire grandi quantità di pelo.

Attenzione a tenere sempre ben pulita la lettiera ed anche la sua zona cibo, è un gatto che sa di essere bello e nobile per cui non tollera lo sporco! Se si sporca, è gradito un bel bagnetto, con acqua a temperatura di 36-37° e shampoo specifico per animali. Non occorre fargli spesso il bagno, solo quando è necessario.

L’allevatore deve lo hai acquistato sarà felice di darti tutti i consigli del caso sulla cura del Ragdoll e come farlo stare bene a casa, anzi fai tutte le domande che ti vengono in mente!

Il resto delle cure, delle vaccinazioni e delle accortezze anche per quanto riguarda l’alimentazione, sono le stesse per qualsiasi altro gatto. Se non sei esperto di gatti qui sul sito MicioGatto troverai un sacco di guide, articoli ed aiuto per la cura del tuo micio.

Quando porti a casa il tuo micio Ragdoll, chiedi all’allevatore come lo devi nutrire, perché bruschi cambi di alimentazione possono provocargli disturbi intestinali, che non sono belli specialmente se il gattino è ancora piccolo. Se vuoi cambiargli alimentazione, fallo poi in maniera graduale. Il Ragdoll non ha esigenze alimentari diverse rispetto agli altri gatti, ma l’alimentazione corretta contribuisce a mantenerlo sano, per cui leggi la sezione Alimentazione qui sul sito.

Prezzi del gatto Ragdoll

Un cucciolo di Ragdoll può costare dai 900 ai 1800€, dipende se viene acquistato da compagnia oppure da esposizione. Un Ragdoll da esposizione può avere un costo più elevato, dipende molto da che carriera espositiva ha avuto il Ragdoll. Nel costo va sempre compreso il pedigree e tutti gli esami previsti nella cessione del gatto. Questi sono alcuni dei prezzi indicativi per un gatto di razza Ragdoll:

  • 900 euro per cucciolo maschio/femmina da compagnia.
  • 1000 euro per cucciolo  da esposizione ma destinato/a alla sterilizzazione (show/neuter)
  • 1100-1400 euro per cucciolo da riproduzione (breeder)
  • 1400-1800 euro per cucciolo  da esposizione e riproduzione (show-breeder)

Ricordati che un allevatore serio ti venderà solo un Ragdoll con pedigree, altrimenti il tuo gatto non può nemmeno essere definito un gatto di razza. Il Pedigree contiene la storia genetica del tuo gatto e se l’allevatore ti propone un acquisto senza pedigree, ci può essere qualcosa che non va sotto. Il Pedigree costa appena 30€, quindi non ha senso proporre l’acquisto di un gatto a metà prezzo se acquistato senza pedigree.

E’ normale che l’allevatore ti ceda il gatto da compagnia solo se tu lo sterilizzerai, funziona così. Questo è fatto per evitare che alcune persone si improvvisino allevatori mischiando gatti che non c’entrano nulla e facendo pasticci. Se vuoi un gatto da riproduzione ed iniziare un allevamento, devi parlare chiaramente con l’allevatore e veder se è disposto ad insegnarti ed aiutarti: essere allevatori di gatti non si improvvisa assolutamente.

Ti verrà dato assieme al gatto anche il suo libretto sanitario e se l’allevatore è serio ti cederà il micio tramite contratto.

Gatto Ragdoll: allevamenti

In Italia esistono numerosi allevamenti di gatti Ragdoll. Ti consiglio sempre di conoscere bene l’allevatore quando acquisti un gatto di razza, controlla che tutta la documentazione sia in ordine e contatta anche il suo club di appartenenza per avere informazioni su quali documenti ed esami sul gatto ti deve rilasciare.

Il pedigree va sempre rilasciato nel gatto di razza, gatti Ragdoll senza pedigree non sono più definiti gatti di razza. Inoltre ti sarà fornito il libretto sanitario del gatto e molti consigli su suo accudimento e sulla sua salute.

Quando vai dall’allevatore controlla se l’ambiente è pulito, come sono gli altri gatti che vivono con lui e se il gattino è socializzato con gli altri animali.
Scopri qui gli allevamenti di Ragdoll.

F.A.Q. sul Ragdoll

Quanto vive in media un gatto Ragdoll

Un gatto Ragdoll vive in media 12-15 anni.

Come si riconosce un vero Ragdoll

Dal Pedigree, oltre che dall’aspetto e le caratteristiche che abbiamo elencato in questo articolo.

Quanto diventa grande un Ragdoll adulto

Un maschio adulto può arrivare ai 9 kg, la femmina anche a 6 kg

Quanto pelo perde un Ragdoll?

Mediamente non perde molto pelo, è importante la spazzolatura nei periodi di muta.

Quanto costa un Ragdoll?

Se da compagnia costa attorno ai 900-1000€

E tu hai un gatto Ragdoll o ne desideri uno? Facci sapere se ne hai uno com è la convivenza con lui, come ti sei trovato, che cosa ti piace di questa bellissima razza. E se invece ne desideri uno, scrivici le tue domande nei commenti, saremo lieti di rispondere.

Ti può piacere anche:

4.2/5 - (40 Voti)
1 commento
  1. Luna
    Luna dice:

    Io quando ero piccola avevo il desiderio che da grande avrei preso un cane ma scendo visto potrà questo gatto stupendo prenderò questo gatto??(ve lo consiglio)

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.