,

Gatto Ragdoll | Tutto su carattere, prezzo e allevamenti

Il Ragdoll è un gatto dolcissimo, quasi l’antitesi del felino, per attaccamento al padrone.

Estremamente casalingo, segue il suo umano ovunque, purché senta di essere protetto

Origini della razza

La razza Ragdoll ebbe origine da un incrocio tra una gatta bianca d’Angora, Josephine e un Sacro di Birmania, entrambi dal carattere mite e dolcissimo.

Nella cucciolata si distinsero tre cuccioli per il loro carattere simiel ai genitori, e per un rilassatissimo tono muscolare, caratteristica diventata tipica della razza.

Gli allevatori cercarono di conservare queste caratteristiche nelle cucciolate posteriori, fissando la razza in California nel 1965, grazie ad Anne Baker.

La razza era così protetta che inizialmente non era permesso vendere un solo gatto ma bisognava sempre acquistare la coppia.

Il nome Ragdoll significa letteralmente “bambola di stracci”, e richiema l’estrema flessibilità di questo gatto.

La leggenda collegata alle sue origini narra che una persiana bianca, incinta di un gatto di strada, fu investita da una automobile, partorendo una cucciolata insensibile al dolore.

Altra caratteristica infatti del Ragdoll è la elevata soglia del dolore, a cui bisogna fare molta attenzione.

Caratteristiche dei gatto Ragdoll

Le tre caratteristiche principali del Ragdoll, sopra accennate sono:
– il carattere dolcissimo, mite, che si è voluto selezionare
– l’estrema flessibilità di questo gatto, che gli consente di assumere posizioni buffe e inconcepibili
– la sua soglia molto alta del dolore, che può essere un bene quando lo si sottopone a cure veterinarie, ma anche un pericolo per il micio, che ad esempio non si accorge nemmeno quando gli si pesta la coda, e potrebbe mettersi quindi in pericolo da solo.

E’ un gatto un po lenti di movimenti e riflessi, bisogna fare attenzione quando lo si prende in braccio ad evitare che si faccia male cadendo. Non sa infatti rivoltarsi a mezz’aria per cadere in piedi.

Ha un basso tono muscolare ed è molto flessibile, da qui il nome derivato da “bambola di pezza”.

Ragdoll - Foto Flavio Facibeni

Ragdoll – Foto Flavio Facibeni

I cuccioli nascono del tutto bianchi e rivelano il loro colore anche attorno all’anno di età, per raggiungere il colore definitivo attorno ai tre anni in alcuni casi.

E’ un gatto molto grande, quanto un Maine Coon, il corpo è di proporzioni larghe, la testa anche larga, muso e mento arrotondati.

Gli occhi sono di un bel blu intenso.

Il mantello è lungo o semilungo, più lungo attorno al collo, all’esterno del muso, sulle spalle e sul dorso. SUlle zampe posteriori è lungo e piumoso.

I colori sono quelli pointed, i seal point, blue point, chocolate point, lilac point, cinnamon point, fawn point, anche in versione guantata (piedi bianchi) o pezzata.

Libri utili sul gatto Ragdoll

Carattere del Ragdoll

Il Ragdoll è un gatto dolcissimo, attaccato al padrone, che adora.

La sua giornata ideale è starsene appollaiato sulle ginocchia del padrone a sonnecchiare, pienamente rilassato e fiducioso.

E’ un gatto mlto casalingo, segue il suo padrone anche negli spostamenti, va d’accordo con bambini ed altri animali.

Bisogna fare attenzione a non fargli involontariamente del male o lasciarlo cadere, vista la sua indole “lenta”.

Standard di razza del Gatto Ragdoll:

Codice EMS: RAG
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

Il Ragdoll si presenta in tre disegni: Colourpoint, Bicolore e Mitted (agouti e non agouti) e venti combinazioni di
colore per un totale di sessanta possibili varietà.

  • Aspetto generale
    Aspetto: Il Ragdoll è un gatto muscoloso e di grandi dimensioni, con una muscolosa struttura ossea media o forte che gli conferisce un aspetto possente.
    Taglia:Grande
  • Testa
    Forma: Di media dimensione, a forma di largo cuneo dai contorni smussati.
    Fronte leggermente arrotondata (non bombata) mostrando un dolce passaggio a una zona piatta tra le orecchie. Buona altezza in profilo.
    Naso: Il naso è dritto e mostra una leggera curva nel terzo superiore.
    Guance, mento e muso
    Le guance sono ben sviluppate e si prolungano su un muso arrotondato, largo, di media lunghezza, mai stretto, anch’esso, come il mento, ben sviluppato.
  • Orecchie
    Forma: Di media grandezza, larghe alla base, con le punte arrotondate.
    Piazzamento: Piazzate larghe sul cranio con una leggera inclinazione in avanti
  • Occhi
    Forma Grandi e ovali; l’angolo esterno dell’occhio deve essere alla stessa
    altezza della base dell’orecchio.
    Colore Blu, più intenso possibile, in relazione al colore del pelo del corpo.
  • Collo
    Corto e possente
  • Corpo
    Struttura: Corpo lungo e muscoloso, con struttura ossea da media a forte.
    La zona pettorale è ampia e ben sviluppata. Più possente e muscolosa nel posteriore. Il gatto adulto ha le spalle e le anche di larghezza eguale.
  • Zampe
    Di media lunghezza dalla ossatura da media a forte. Le zampe posteriori sono leggermente più alte di quelle anteriori, dando alla linea della schiena l’impressione di un’impercettibile inclinazione in
    avanti.
    Piedi: Grandi, arrotondati e compatti, con ciuffi di pelo (‘tuft’) fra le dita
  • Coda
    Lunga, di preferenza fino alle spalle, di media grandezza alla base, si assottiglia gradualmente verso l’estremità. Deve essere ben fornita di un folto pelo.
  • Mantello
    Struttura: Di media lunghezza, densa, dalla tessitura soffice e serica, aderente al corpo. Sensazione di seta fredda al tatto.
    Più lungo nella zona del collo, incornicia la testa, dando l’impressione di un bavaglio.
    Più corto sull muso, aumenta di lunghezza dalla parte superiore del capo, verso le spalle e la zona dorsale.
    Da medio a lungo sui fianchi, sulla parte addominale e sulla zona posteriore del corpo.
    Da corto a medio sulle zampe anteriori.
  • Osservazioni
    Le femmine sono decisamente più piccole dei maschi.
    Va preso in considerazione lo sviluppo della guance nei maschi adulti
    Lo sviluppo di questa razza è lento, fino a tre quattro anni.
    Tener conto della stagionalità della pelliccia.

Cure

Come già detto, il gatto Ragodoll va controllato e protetto, anche contro la sua stessa incoscienza nei confronti del pericolo.

Per il mantello è sufficiente una spazzolata e normale toelettatura

Prezzi del gatto Ragdoll

Un cucciolo di Ragdoll può costare dai 500 ai 900€

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *