Gatto Thai

Origini della razza Thai

Il gatto Thai viene spesso confuso con il Siamese. E’ infatti anche chiamato “Siamese tradizionale”.

Le sue origini infatti sono le stesse del Siamese, che fu però selezionato con linee più sinuose.

Il siamese e il Thai hanno lo stesso ceppo genetico, ma attorno agli anni ’50 gli allevatori si focalizzarono per trovare un esemplare più sinuoso, che poi sfociò nel siamese attuale.

Il Thai non calcò più le passerelle, ma verso la fine degli anni ’80 una associazione fece pressione affinchè la razza fosse riconosciuta.

La TICA (The internationale Cat Association) riconobbe formalmente il Thai nel 2007 ,  CFA non riconosce il Thai come razza a sè, riconoscono solo il Siamese moderno.

Da aprile 2017 il Thai viene riconosciuto dalla Fife come nuova razza.

In Italia alla fine degli anni ’90, si stava facendo un percorso parallelo: erano stati scelti dei gatti colourpoint, dalla morfologia simile ai primi siamesi e che vennero chiamati “Creme Caramel”.

Quando in Italia, nel 1998 nelle expo WCF arrivarono dalla Russia e dalla Germania i primi Thai, il Creme Caramel venne messo da parte, per continuare il percorso solo con la razza Thai.

Occhio quindi a non confondere le due razze, o farete arrabbiare gli esponenti di entrambe le “fazioni”!

Venne chiamato Thai dall’attuale nome del Siam, cioè Thailandia.

Riportare alle origini la razza è un lavoro delicato e molto complesso, ed è una fortuna avere ancora oggi esemplari che arrivano direttamente dagli antichi siamesi, soprattutto risalenti ad esemplari degli anni 50-70, quando il siamese tradizionale era molto in voga in ogni famiglia.

Inoltre bisogna fare attenzione agli incroci, che non solo modificano l’estetica di questo splendido gatto, ma anche il suo carattere, il gatto Thai è infatti un gatto molto intelligente e buono, chiacchierone, comunicativo, socievole e affettuoso.

Carattere del gatto Thai

Il gatto Thai è socievole, affettuoso e molto comunicativo.

Si lega molto a chi lo cura, in modo quasi possessivo.

Gatto di grande intelligenza ed empatia, vive bene in famiglia e sa regalare tante tante soddisfazioni.

Gatto thai

Gatto thai

Aspetto e caratteristiche del gatto Thai

Corpo elegante, sinuoso ma formoso, testa a mela.

Manto setoso e lucido dal tipico aspetto colourpont, cioè con stacco netto tra le due colorazioni del pelo.

La colorazione più apprezzata è la seal point, ossia con punte marrone scuro e corpo crema, ma esiste anche la blue point, chocolat, red point, cream, tortie e tabby.

Gli occhi sono rotondi e vanno dall’azzurro al blu intenso.

Orecchie larghe, coda più larga all’attaccatura.

Ecco un interessante archivio con foto di Old Style Siamese, i primi ed autentici siamesi: http://www.oldstylesiamese.co.uk/old-style-siamese/historic-photograph-archive/

Standard di razza del gatto Thai (THA):

  • Descrizione generale
    Il gatto ideale è un gatto point discendente dagli autoctoni gatti point della Thailandia
    Taglia Media.
  • Testa
    Forma A cuneo smussato, di media larghezza, dai contorni dolcemente arrotondati; le guance non sono arrotondate, ma si assottigliano seguendo le linee del muso.
    Più lunga che larga, ma non estrema o stretta.
    Gli zigomi presentano una leggera curva verso l’interno dove comincia il muso.
    La fronte è piatta e allungata.
    Nel profilo, il naso può essere diritto o leggermente convesso.
    Naso Pressoché diritto; il profilo presenta una leggera curva, con una leggera discesa all’altezza degli occhi.
    Muso Da medio a leggermente allungato. A forma di cuneo, affusolato in modo simile ad una vanga da giardino con l’estremità arrotondata.
  • Orecchie
    Forma Dimensione: Da medie a leggermente grandi, larghe alla base, con estremità arrotondata.
    E’ consentita una leggera peluria.
    Piazzamento Il naso, l’angolo interno dell’occhio e l’angolo interno della base dell’orecchio formano una linea. La punta delle orecchie è rivolta verso l’esterno con un angolo di 35 gradi.
  • Occhi
    Forma Da media a leggermente grande, forma a mandorla molto piena, non orientale. Posizionati distanti tra loro un po’ più della larghezza di un occhio.
    Colore Blu intenso, la tonalità preferita è di un blu profondo.
    Brillantezza e luminosità sono più importanti della profondità del colore.
  • Collo
    Media lunghezza, né magro né troppo muscoloso.
  • Corpo
    Struttura Solido, ma agile, non grosso e compatto.
    Quando si solleva, un gatto pesa all‘incirca quanto, o poco più, si può immaginare osservandolo.
  • Zampe Di media lunghezza, aggraziate nella forma, ma non grosse
    Piedi Di forma ovale, di medie dimensioni in proporzione al gatto.
  • Coda
    Lunga almeno fino alle scapole, gradualmente si assottiglia verso la punta, preferibilmente da fine a medio-fine.
  • Mantello
    Struttura Molto corto, fine, lucido, setoso e aderente al corpo.
    Quasi senza sottopelo
    Colore Point: a seconda della classe di colore, denso e uniforme.
    Maschera, orecchie, zampe e la coda devono corrispondere ai colori.
    Corpo: Preferibilmente molto chiaro tendente al bianco. L’uniformità del colore del corpo ed il contrasto con i point sono più importanti di un colore estremamente chiaro.
  • Osservazioni
    Mantello E‘ ammissibile una lieve ombreggiatura sul corpo che si armonizza con i point
    Un colore del corpo più scuro è consentito nei gatti più anziani
  • Difetti
    Mantello Macchie sulla pancia e sui fianchi
    Peli di colore più chiaro o ticked nei point
    Marcature e strisce sui point, ad eccezione dei Tabby Point

Prezzi del gatto Thai

Il gatto Thai ha un costo che varia dai 700 ai 1000€

Allevamenti di gatti Thai

Risorse e fonti

Da leggere dopo:

Qui trovate una bellissima puntata di “Cronache animali” del 8 febbraio 2015, in cui si parla di Thai: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-bf16aa7d-f865-4b91-9e79-3ef364c4a021.html#p=

Gatto Thai | Carattere, cure, prezzi e allevamenti
4.8 (96.67%) 12 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *