i fumetti di jazz e gigi

Ilaria Isaia è l’autrice delle vignette si Jazz&Gigi, e la ospitiamo volentieri su Miciogatto.it, in quanto i suoi fumetti sono davvero simpatici!

Abbiamo chiesto ad Ilaria di presentarsi, ed ecco  qui cosa ci ha scritto:

“Credo di amare i gatti da sempre, fin da quando ero piccola e andavo a razzolare tra i mici randagi che vivevano nei dintorni di casa mia, o in vacanza giocavo con tutti i mici del parco. Però solo a 23 sono riuscita ad averne uno mio, era una trovatella di nome Tigre che mi ha insegnato tantissimo. Poi, a venticinque anni, mi sono trasferita a Milano per seguire un corso di sceneggiatura presso l’Accademia Disney e Tigre è rimasta a casa con mia mamma.

Nel 2002 ero finalmente una donna indipendente con una casa sua, e allora è arrivato Jazz. Un tigratino tenerissimo e sfigatissimo, e naturalmente è stato amore a prima vista.

Due anni dopo è arrivato anche Gigi. È stato con lui che è nata l’idea dei fumetti. Prima di allora avevo solo aperto un blog-diario per Jazz, in cui fingevo di parlare a nome suo, e a nome suo cercavo di capire il mondo di umani e felini. Con Gigi è scattata la scintilla perché lui mi ricordava tantissimo Snoopy, il cane di Charlie Brown. Ogni giorno sembrava inventarne una nuova, così alla fine la mia anima di fumettista s’è fatta sentire e nel 2006 è nata ufficialmente la striscia di Jazz&Gigi. Che era nata proprio come una striscia quotidiana, leggibile gratuitamente sul loro blog.

Non avevo velleità artistiche, anche perché io sono una sceneggiatrice e non una disegnatrice e… si vede. Le prime strisce erano disegnate veramente male, però mi dicono che facevano ridere lo stesso.

Il formato striscia l’avevo scelto apposta perché è lo stile che mi è più congeniale: ho sempre amato questo tipo di fumetti, dai Peanuts a Mafalda, da B.C. a Calvin e Hobbes, per citarne alcuni. E così, di striscia in striscia, sono andata avanti e, credo (e spero!), di essere anche migliorata nel ritrarre i miei mici. Nel 2007 alcune di quelle strisce sono state pubblicate da Mursia in un libretto (ormai pressoché introvabile) intitolato “Un anno con Jazz&Gigi”.

Nel 2008 è arrivata anche Kara, la “piccola” di casa, e poi ho aperto la pagina facebook dedicata alla serie: “i fumetti di Jazz&Gigi”.

Di che parlano? Ma di gatti, naturalmente. Delle nostre piccole o grandi disavventure, delle loro particolarità, della vita insieme a loro, e certe volte si coglie l’occasione per fare un po’ di ironia anche sugli umani, perché in fondo i gatti un po’ ci somigliano.

Nei fumetti di Jazz&Gigi parlo della nostra piccola famiglia di due umani e tre gatti, ma in generale mi rivolgo a tutti quelli che condividono le nostre esperienze, sperando di strappare un sorriso di tanto in tanto e forse anche qualche pensiero un po’ più profondo.

L’ultimo libro con le nostre avventure s’intitola Gattofollie ed è disponibile solo su Amazon, a questo indirizzo: Gattofollie.

Ed ecco in anteprima alcune delle sue bellissime vignette

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *