gatto soffre solitudine

Esiste il luogo comune per cui il gatto è un animale indipendente ed asociale, a cui non importa stare da solo, e magari non pensi si accorga della tua assenza quando non ci sei, anche perché dorme sempre. In realtà i gatti si accorgono benissimo dell’assenza del loro proprietario, e soffrono di solitudine, certo che sì.

Il comportamento autosufficiente e orgoglioso del gatto ci fa credere che non abbia bisogno di compagnia: la maggior parte dei gatti dorme durante il giorno, non ci cercano, altri passano ore a toilettarsi in solitudine e giocano da soli. Spesso i gatti quando sono appartati non rispondono quando li chiamiamo e non si fanno vedere quando vorremmo stare con loro, ma allora vogliono compagnia o no?

I gatti soffrono di solitudine?

I gatti hanno gli stessi sentimenti ed emozioni degli altri animali e anche di noi umani. Certo spesso è difficile dire cosa provano veramente, ma i gatti non sono animali asociali anzi. Hanno un forte bisogno di socializzazione, amano essere stimolati regolarmente, amano interagire, altrimenti se lasciati soli tendono a sentirsi tristi e depressi. Esistono dei comportamenti messi in atto da gatti che soffrono l’abbandono se lasciati soli in casa per lungo tempo, e comprendono:

  • overgrooming, cioè si toelettano eccessivamente arrivando a strapparsi ciocche di pelo
  • vocalizzazione esagerata, miagolano di continuo e in modo molto forte
  • problemi con la lettiera: se il gatto inizia a spruzzare o fa la pipì fuori dalla lettiera, dopo aver escluso problemi di salute fisici, potrebbe essere che il tuo gatto deve dirti qualcosa, come ad esempio richiedere attenzioni
  • comportamento aggressivo: a volte i gatti lasciati troppo da soli diventano aggressivi quando stai per uscire, per attirare l’attenzione, per cercare di farti rimanere.
  • distruttività: spesso i gatti da soli per molto tempo si annoiano e quindi si ingegnano per trovare modi creativi e distruttivi per tenersi occupati. Questo può comprendere ad esempio masticare i fili elettrici, buttare per terra soprammobili o distruggere la carta igienica in bagno!

Quindi si, il gatto soffre di solitudine, si sente triste e può cadere anche in una grave depressione se lasciato solo o senza stimoli per molto tempo. Potresti non accorgertene perché il tuo gatto dorme sempre, i gatti non sempre manifestano subito ed evidentemente il loro disagio..

Come risolvere i problemi di solitudine di un gatto

Sicuramente un gatto da solo ha più probabilità di soffrire di solitudine rispetto a due gatti assieme, ma non sempre deve venire automatico il consigliare di prendere un altro gatto. potresti peggiorare la situazione e aumentare lo stress del tuo gatto, che si vede occupare il proprio territorio da un nuovo ospite.

Bisogna sempre valutare il carattere del proprio gatto prima di pensare di introdurre un nuovo gatto in casa.

L’ideale se il gatto soffre di solitudine, è dedicargli più tempo, e tempo di qualità. Quando sei a casa, gioca con lui, interagisci, insegnagli dei giochi, Partecipa ai suoi pasti, guardalo, comunica con lui. Crea una casa a misura di gatto, con percorsi sulle pareti, giochi, tiragraffi, che sia stimolante con tante cose che si muovono e con cui giocare senza paura di fare danni.

Se devi assentarti per più di 24 ore, fai in modo che qualcuno vada a casa tua per interagire con il gatto, vedere se sta bene, giocare con lui per qualche minuto. E’ sufficiente una volta al giorno, ma almeno vedere un movimento di un essere vivente per qualche minuto al giorno distrarrà il tuo gatto dal suo senso di solitudine.

Ti racconto la mi esperienza: io ho avuto due gatti, Lady e Oscar, cresciuti assieme perché erano fratellino e sorellina. Stavo tranquilla quando andavo al lavoro o in vacanza, erano n due e si facevano compagnia. Ovviamente avevo sempre una vicina che veniva a trovarli ogni giorno, perché comunque la figura umana di riferimento sono io, e anche se erano in due, gli mancavo io. Poi Oscar è mancato, ora ho solo la Lady. Lei non sente la mancanza del fratello quando ci sono io, anzi, si è appropriata ancora di più della casa e sembra stare addirittura meglio. M adesso quando vado via, lei è completamente sola. Anche se Oscar le dava fastidio, per lo meno interagivano quando non c’ero, ora la Lady se non ci sono io non ha nessuno. Per cui evito di stare via più di due notti, e quando torno vedo la reazione della Lady: mi è appiccicata per un giorno intero, fa le fusa fortissimo, si struscia dappertutto. Io ora credo che soffra di solitudine quando è da sola in casa, per cui le cose possono anche cambiare col tempo. Ora raccontami anche la tua esperienza nei commenti!

Leggi anche

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *