Quanto deve bere un gatto al giorno e come aiutarlo

Ti sei mai chiesto se il tuo gatto beve abbastanza? Il fabbisogno giornaliero di acqua è un fattore importantissimo per tutti gli esseri viventi, anche per noi umani, ed anche per il gatto. Ma quanto deve bere un gatto al giorno per essere in salute? Scopriamo assieme quanto bevono i gatti e come invogliarli a bere la quantità giusta d’acqua per loro.

Gatti e acqua: uno strano rapporto

Il gatto è un animale che tende a bere poco per natura, questo perché ha origini da predatore desertico e si è adattato a vivere senza cercare grandi quantità di acqua.
In questo è favorito dalla sua capacità di assimilare l’acqua necessarie per il suo sostentamento specialmente dal cibo, dalle prede.

In generale se un gatto vive in natura è maggiore la quantità di acqua che assimila mangiando che quella che assimila bevendo.
Questo comportamento, nelle nostre case, si traduce in una scarsa ricerca di fonti d’acqua, e spesso il nostro gatto non va a bere volentieri dalla ciotola d’acqua.

La scarsa propensione a bere acqua del nostro gatto è accentuata anche dal fatto che spesso poniamo le ciotole dell’acqua vicino a quelle del cibo. Per noi è una cosa assolutamente naturale bere dal bicchiere che abbiamo davanti al piatto a tavola, ma per il gatto la cosa è ben diversa.

Infatti il gatto, sempre per il fatto che è un predatore, tende ad andare a bere lontano dalle prede cacciate, perché l’acqua lontano dalla preda è vista come non contaminata appunto dalla carcassa.
In natura il gatto preda da una parte, e poi sa che può andare a bere da un’altra.

Il nostro micio ha ancora ben presente il proprio istinto naturale, per cui tende a gradire molto di più che ci siano in casa due zone separate, una per il cibo, e una per l’acqua. Provare per credere!
Spero non ci sia nemmeno bisogno di dire che anche la lettiera va posta lontano dalle ciotole del cibo e dell’acqua: chi di noi si metterebbe tranquillamente a mangiare in bagno?

Un altro fattore che determina il fatto che il nostro gatto beve troppo poco, è che lui preferisce l’acqua corrente a quella stagnante. Avete mai visto il vostro gatto bere volentieri dal rubinetto? Magari chiedendovi proprio di aprirglielo? Con i miei gatti succede sempre, ed ora sapete il motivo.
Una soluzione efficace che stimola il gatto a bere molto di più è quella di mettere a sua disposizione una apposita fontanella, come vi ho consigliato in questo articolo.

Ma perché dobbiamo stimolare il nostro gatto a bere di più?
Spesso purtroppo abituiamo i nostri gatti a mangiare solo crocchette. Niente di più sbagliato!
Il marketing delle aziende mangimistiche e la comodità di utilizzo ci spingono a nutrire i nostri gatti solo di crocchette, ma vi immaginate cosa significherebbe per il nostro corpo vivere tutta la vita di biscotti secchi e bere pochissimo?
Ci disidrateremmo in poco tempo, ed i nostri reni e vescica sarebbero molto più soggetti a danni come calcoli, infezioni, ecc.

Per il gatto è la stessa cosa, anche per lui è necessaria l’acqua per stare bene e assicurare una buona funzionalità a tutto l’organismo, per cui se vogliamo aiutarlo, un’altro suggerimento importante è quello di nutrirlo soprattutto con cibo umido e dare le crocchette solo quando è proprio necessario.
Leggi anche: Cibo secco e umido per il gatto, cosa scegliere.

Quanto deve bere un gatto?

Ma quanto deve bere un gatto al giorno? In realtà non c’è una quantità fissa, dipende appunto, come spiegato anche sopra, dalla sua alimentazione: se viene nutrito solo con crocchette, che contengono solo il 10% di acqua, dovrà bere molto di più, per mantenersi sano, rispetto ad un gatto che mangia anche cibo umido, che contiene l’80% di acqua.
Il problema è che lui non sentirà di più lo stimolo della sete, e il fatto che mangi solo crocchette, a lungo andare, sarà un problema. Quindi ponete rimedio.

Per stabilire quanto deve bere un gatto, oltre che all’alimentazione, si dovrà considerare età e peso.
Un gattino e un gatto anziano beve molto più di un gatto adulto di età media.
Quindi quanto deve bere un gatto al giorno dipenderà anche da questi due fattori.

In media un gatto dovrebbe bere una quantità d’acqua pari almeno a 50 ml per ogni kg del suo peso.
Quindi se un gatto pesa 4 kg, dovrà bere almeno 200 ml di acqua al giorno.

Questo non significa che dobbiamo stare col contagocce a misurare ogni giorno quanto ha bevuto il nostro gatto, ma possiamo tenere d’occhio il livello d’acqua nelle nostre ciotole per assicurarci che il nostro gatto beva abbastanza.

E se non beve abbastanza, dobbiamo stimolarlo a bere di più, o somministrare più cibo umido. Senza stressarlo ovviamente…non è che adesso dobbiamo mettere il naso del gatto nella ciotola dell’acqua ogni cinque minuti.
Cambiare ogni giorno l’acqua nella ciotola e presentargli acqua fresca può già essere d’aiuto, oltre che tenere la ciotola dell’acqua sempre bella pulita.

Un aiuto se il gatto beve troppo poco

In questo giorni ho scoperto anche un alimento complementare che può essere utile, specie nei giorni di gran caldo, ad aiutare il gatto a mantenere una corretta idratazione.
Si tratta di un prodotto da diluire in acqua, che contiene anche componenti gluco-saline ed aminoacidiche che aiutano il gatto a superare momenti di forte caldo, magari dopo una uscita, oppure in viaggio se dovete andare in vacanza con lui.

formevet korrector reidrata

Si tratta di Korrector® Reidrata di Formevet, da aggiungere in piccole quantità all’acqua che solitamente mettiamo a disposizione del nostro gatto, e può essere utile anche in caso di disidratazione dovuta a diarrea o vomito.

korrector reidrata formevet

Un aiutino in più che non fa male al nostro micio!
Formevet è una azienda italiana che si occupa di prodotti per il benessere del cane e del gatto, e produce anche antiparassitari, lettiere, ed altre specialità medicinali. Puoi seguirla anche sui canali social come instagram (formevet).

Se un gatto beve troppo

Attenzione però, perché se vedi che il tuo gatto beve troppo, cioè è sempre alla ciotola dell’acqua e beve abbondantemente, potrebbe essere un segnale che qualcosa non va.
Ad esempio il fatto che un gatto beva troppo può essere uno dei sintomi del diabete.

Mi raccomando, se vedi qualcosa di strano attinente al tuo gatto, chiedi sempre consiglio al veterinario prima di provare soluzioni fai da te, spesso basta una telefonata per stare già più tranquilli!
Spero che i miei consigli ti siano stati utili, altrimenti fammi pure tutte le domande che vuoi nei commenti sotto a questo articolo!
#Formevet #adv #Korrector

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *