coda gatto anatomia rotta curiosita senza coda

La coda del gatto è per lui un arto molto importante, fondamentale per comunicare (ne abbiamo parlato in QUESTO articolo), ma qui voglio raccontarvi alcune interessanti curiosità e farvi capire perché è così importante. Adoro quando un gatto mi abbraccia con la coda, ed è incredibile pensare che il gatto possa agire con la sua coda in modo volontario, come se fosse un braccio o una mano per noi. Ma la coda del gatto cos’è in realtà? E’ un osso? Qual’è l’anatomia della coda del gatto e un gatto potrebbe vivere senza coda? Ecco alcune risposte interessanti.

Coda gatto: anatomia

La coda è la parte posteriore di un gatto che si estende oltre il tronco o la parte principale del corpo. La coda si trova all’estremità della colonna vertebrale. È la parte più posteriore della spina dorsale.

La coda del gatto è composta da un massimo di 20 vertebre caudali flessibili e articolate, a seconda della specie, della razza e dell’individuo. Queste vertebre sono racchiuse in una muscolatura versatile che rende i vari segmenti, soprattutto la punta, capaci di movimenti graduali che sollevano la coda, la spostano da un lato all’altro o la trascinano verso l’ano o tra le zampe posteriori. I muscoli caudali o della coda si trovano sulle vertebre lombari e sull’osso sacro (della parte bassa della schiena) e sulle vertebre della coda e si inseriscono esclusivamente sulle vertebre caudali (coda). I muscoli sono attaccati alle vertebre della coda dai tendini. I tendini più posteriori si attaccano alle ultime vertebre della coda.

coda gatto anatomia

Parte della muscolatura della coda del gatto è formata da muscoli associati al retto, all’ano e al diaframma pelvico. Da quattro a sette nervi accoppiati servono i muscoli della coda. Questi muscoli hanno molti tendini che si inseriscono dalla quinta o sesta vertebra caudale, poi sulla vertebra successiva e così via fino all’estremità della coda.

Quali sono le funzioni della coda del gatto

La coda del gatto è sensibile e reattiva e spesso segnala il suo umore e la sua motivazione. Di solito puoi capire cosa prova il tuo gatto osservando i movimenti della coda. Alcuni movimenti di base e il loro significato sono elencati di seguito:

  • Coda tenuta eretta per tutta la lunghezza – saluto amichevole a un altro gatto o umano
  • La coda si curva dolcemente verso il basso, poi verso l’alto sulla punta: il gatto è rilassato e in pace con il mondo
  • Coda leggermente rialzata e leggermente curva: il gatto si interessa a qualcosa
  • Coda abbassata e possibilmente infilata tra le zampe posteriori – segno di sconfitta o totale sottomissione
  • Coda che oscilla da un lato all’altro: gatto arrabbiato o gatto che sta per attaccare in modo predatorio
  • Coda tenuta ferma ma con contrazione della punta – lieve irritazione
  • Coda tenuta da un lato – invito sessuale di una femmina in calore

I gatti non usano solo la coda per mostrare emozioni; li usano anche per bilanciare il corpo e stare in equilibrio (sebbene anche i gatti senza coda si comportino bene). Se un gatto sta camminando lungo una stretta sporgenza e vuole guardare da una parte, sposterà automaticamente la coda sull’altro lato per riposizionare il centro di gravità del suo corpo, in modo che rimanga direttamente sopra la sporgenza.

Il gatto può agitare la coda, il che si aggiunge alla sua abilità di cacciatore. Agitando la coda, ipnotizza la sua preda. Dal momento che il gatto non può vedere bene la sua preda se si ferma, muove la coda per invogliare i piccoli movimenti del suo bersaglio, che può quindi vedere.

Malattie comuni della coda di un gatto

  • Malformazione congenita o assenza della coda
  • Trauma – con fratture o lussazioni delle vertebre, ferite ai tessuti molli e possibilmente paralisi della coda
  • Alopecia – perdita di peli sulla coda
  • Stud-tail – un ispessimento oleoso della parte superiore della base della coda
  • Tumori della coda – sia benigni che maligni

La coda di un gatto gioca un ruolo importante nella sua capacità di equilibrio (e talvolta anche di camminare), ed è formata come abbiamo visto anche delle ossa collegate alla colonna vertebrale. Per questo motivo, i gatti senza coda per un trauma possono avere deformità spinali da tenere d’occhio. Ci si potrebbe chiedere se un gatto senza coda possa avere dei problemi, e quali: la risposta a questa domanda probabilmente dipende dal fatto che il gatto abbia perso la coda o sia nato senza. I gatti nati senza coda (ad esempio il Manx) in genere stanno perfettamente bene e non hanno problemi di equilibrio, perché è così che sono cresciuti e si sono sviluppati. Un gatto che ha perso la coda potrebbe avere dei problemi subito dopo che è successo, perché ha praticamente perso un’appendice. La buona notizia è che gli animali sono incredibilmente adattabili e possono imparare a muoversi abbastanza bene anche se hanno subito un trauma.

Coda gatto: curiosità

Riassumiamo dunque i concetti fondamentali che abbiamo imparato sulla coda del gatto:

  1. La coda del gatto li aiuta a mantenere l’equilibrio. La coda aiuta a fungere da contrappeso quando i gatti camminano su spazi ristretti come recinzioni o scaffali. La coda aiuta anche l’equilibrio quando un gatto corre dietro o salta sulla preda.
  2. Le lesioni alla coda possono causare danni permanenti. La coda ospita nervi che possono influenzare i muscoli della coda e il loro controllo della minzione e della defecazione. Tirare la coda può causare danni ai nervi. Il danno ai nervi può guarire nel tempo, ma spesso può essere permanente.
  3. I gatti possono vivere senza coda. Anche se i gatti usano la coda per l’equilibrio, se la coda di un gatto deve essere amputata a causa di un infortunio, il gatto imparerà presto a compensare la perdita della coda. In effetti, i gatti Manx nascono senza coda e non sono meno agili dei loro amici dalla coda.
  4. Il gene senza coda è dominante ma necessita di un gene della coda recessivo. Quando allevano un gatto Manx, gli allevatori accoppieranno un gatto senza coda con un gatto dalla coda. Avere due copie del gene senza coda è semi letale e se un gatto senza coda viene accoppiato con un altro gatto senza coda, il feto viene spesso abortito spontaneamente. In effetti, molti gatti Manx avranno una condizione medica chiamata “Sindrome di Manx”. I sintomi includono spina bifida, vertebre fuse e problemi intestinali o vescicali.
  5. I gatti usano la coda per comunicare. Come con la maggior parte degli animali, i gatti comunicano principalmente attraverso il linguaggio del corpo. La coda è un ottimo indicatore dell’umore del tuo gatto.
  6. Quando i gatti portano la coda alta in aria intorno ad altri gatti, può essere un invito per gli altri gatti ad annusarli.
  7. Il gatto domestico è l’unico felino che può tenere la coda in posizione verticale mentre cammina. I gatti selvatici tengono la coda orizzontalmente o infilata tra le gambe.

Ed ora raccontami di te e del tuo gatto: ti abbraccia con la coda? La tiene spesso alta in atteggiamento amichevole o la muove ad un ritmo pazzo quando gioca? Scrivimi nel commenti!

Articoli correlati

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *