Gattino che non mangia: cosa fare assolutamente

,
gattino che non mangia trucchi soluzioni motivi

Se hai un gattino piccolo che non mangia non puoi perdere tempo: devi capire al più presto il perché e in caso sia appena nato non deve passare nemmeno un giorno senza che mangi. Anche un gatto adulto può avere seri problemi se sta a digiuno più di due giorni, e questo vale ancora di più per gattini appena nati o per gatti piccoli, che hanno bisogno di cibo costante per vivere e crescere. Vediamo allora le possibili motivazioni se hai un gattino che non mangia e cosa fare con alcuni trucchi per farlo mangiare. Partiamo da un gattino appena nato che non mangia, per poi parlare di un gattino di qualche mese che risulta inappetente e poi di un gatto adulto che non mangia.

Gattino appena nato che non mangia

Le prime settimane di vita del tuo gattino sono fondamentali perché cresca grande e forte. Un gattino può raddoppiare il suo peso corporeo tra la nascita e 1 settimana di età, ed è necessario quindi che si nutra costantemente del latte materno. Se il tuo gattino non sta succhiando il latte materno, ha bisogno di una fonte di cibo alternativa, nutriente e veloce.

Ci possono essere molti motivi per cui un gattino appena nato non mangia: forse è stato separato dalla madre troppo presto, o è stato addirittura rifiutato dalla madre. In questi casi devi comunque nutrirlo tu. La cosa ideale è trovare una gatta balia: non è fondamentale per un gattino succhiare il latte dalla madre, può benissimo crescere forte e sano con il latte di un’altra gatta. E’ la soluzione ideale anche per crescerlo con la giusta socializzazione con gli altri mici e la nuova mamma non avrà nessun problema ad accettarlo.

Se invece devi prenderti tu l’impegno di nutrire il gattino, preparati a molte energie e pazienza, se il gattino non è ancora svezzato. puoi trovare tutti i consigli in questo articolo: Gattino orfano, cosa fare
Ricordati che un gattino neonato non può sopravvivere senza mangiare ogni 3-4 ore, per cui preparati e, se non vuole mangiare, fai di tutto perché riesca a mangiare il suo biberon di latte artificiale. Prova e riprova, cambia tettarella del biberon, ma fai l’impossibile perché mangi.

Perché un gattino svezzato non mangia

I gattini sono normalmente svezzati e mangiano cibi solidi tra le 6 e le 8 settimane di età. Ecco alcuni motivi per cui il tuo gattino potrebbe non mangiare il suo cibo.

Il tuo gattino potrebbe ancora imparare cosa gli piace mangiare

Una volta che iniziano a passare al cibo solido, i gattini dovrebbero essere esposti a diversi tipi e consistenze di cibo in modo che imparino ciò che preferiscono. Se il tuo gattino appena svezzato non mangia, potrebbe essere semplice perché non sa ancora cosa gli pace

Offri cibo umido e cibo secco con diverse consistenze e forme (paté, spezzatino, brodo, crocchette triangolari, crocchette rotonde, ecc.). Puoi anche provare a rendere il cibo più appetitoso in modo che la transizione sia più facile. L’appetito di un gatto è fortemente guidato dal suo senso dell’olfatto. Passa gradualmente dal latte artificiale al cibo solido, mischiandoli in diverse proporzioni.

Assicurati che il cibo umido che dai al tuo gattino sia a temperatura ambiente o leggermente più caldo; riscaldare il cibo umido ne aumenta l’aroma e il fascino per il tuo gatto.

Il tuo gattino potrebbe avere un’infezione delle vie respiratorie superiori

Le infezioni delle vie respiratorie superiori non sono insolite nei gattini e possono causare diminuzione dell’appetito a causa di congestione nasale, febbre o affaticamento.

Se il tuo gattino ha il naso chiuso, sarà più difficile per lui sentire l’odore del cibo e di conseguenza potrebbe non mangiare. Se ciò accade, potresti dover fare più affidamento sui cibi umidi, specialmente quelli che hanno aromi forti. Se il tuo gattino non mangia il suo solito cibo umido, prova a cambiare il sapore o la consistenza per vedere se aiuta.

Se noti uno dei seguenti sintomi, chiama il veterinario:

  • Molti starnuti
  • Occhi che colano
  • Naso che cola

Sebbene alcune infezioni siano virali e potrebbero non richiedere farmaci, a volte sono necessari antibiotici per risolvere un’infezione e aiutare il tuo gattino a sentirsi meglio.

Il tuo gattino potrebbe aver mangiato qualcosa che non doveva mangiare

La naturale curiosità dei gattini a volte li mette nei guai. È noto che i gattini mangiano spago, orpelli, elastici per capelli e altri oggetti che possono rimanere bloccati nello stomaco o nell’intestino tenue. Non lasciare mai che il tuo gattino giochi con corde, nastri di palloncini, elastici per capelli, erba di plastica usata nei cesti pasquali, orpelli o altri oggetti che potrebbe mangiare.

A volte è necessario un intervento chirurgico per rimuovere l’oggetto incriminato, quindi chiama subito il veterinario se sospetti che il tuo gattino abbia mangiato qualcosa che non dovrebbe o se il suo appetito ridotto è accompagnato anche da vomito.

Il tuo gattino potrebbe essere intimidito dal tuo cane o da altri gatti

Mentre molti gattini sono estroversi e resistenti, alcuni gattini timidi possono essere intimiditi da altri membri della famiglia pelosi quando si tratta di mangiare.

Dai al tuo gattino un posto sicuro dove mangiare dove non sarà inseguito o infastidito da altri cani o gatti della famiglia.

Se il tuo gattino non mangia per più di un giorno o due, chiama il veterinario per fissare un esame. Prima determini la causa, prima il tuo micio tornerà alla normalità.

Potresti avere un gattino malato

Qualsiasi perdita di appetito prolungata in un gatto di solito indica malattia o infortunio. Se il tuo micio non mangia da 24 ore, portalo rapidamente da un veterinario. Ciò è particolarmente importante se sembra letargico o mostra segni di perdita di peso. Ricorda: i gattini per loro stessa natura sono energici e giocherelloni e la maggior parte delle calorie che consumano alimenta la loro crescita e sviluppo. Qualsiasi variazione nei comportamenti alimentari è allarmante. Leggi anche: Gatto apatico, come mai e cosa fare

È possibile che tu abbia a che fare con qualcosa di grave come una malattia o un’insufficienza renale, ma potrebbe anche essere qualcosa di molto meno minaccioso, come un’infezione ai denti. Anche le vaccinazioni possono far calare l’appetito del tuo micio, e questa è una cosa che passa in un paio di giorni.

Al tuo gatto non piace la ciotola o il luogo dove mangia

Gatti e gattini possono essere particolari su dove gli piace mangiare il loro cibo! Assicurati che le loro ciotole per cibo e acqua siano posizionate in un luogo tranquillo, accessibile e lontano dalla lettiera o da apparecchi rumorosi come la lavatrice. Per aiutare il tuo gattino ad adattarsi alla sua routine alimentare, assicurati di dargli da mangiare sempre nello stesso posto. In questo modo non saranno confusi o non andranno via dal loro cibo. Questi consigli valgono anche se hai un gatto adulto che non mangia.

I gatti sono animali molto puliti a cui piace mangiare e bere da ciotole fresche e pulite! Se il cibo vecchio è stato lasciato nella ciotola o la loro zona pranzo è sporca, questo può facilmente ritardare il pasto successivo. Assicurati di rimuovere il cibo non consumato dopo ogni pasto del gattino, cambia regolarmente l’acqua e mantieni pulito il loro spazio di alimentazione. L’utilizzo di ciotole in ceramica può anche impedire l’assorbimento degli odori di cibo nelle ciotole.

Tieni presente che le ciotole più larghe e poco profonde sono le migliori per i gatti in quanto non gli piace quando i baffi vengono spinti contro il lato del piatto da portata!

Gatto adulto che non mangia

La perdita di appetito può avere molte cause anche nei gatti adulti. Se il tuo gatto non mangia, alcune cause potrebbero essere evidenti attraverso un esame fisico del tuo gatto da parte del veterinario, mentre altre potrebbero richiedere esami diagnostici come esami del sangue o radiografie. Se il tuo gatto adulto ha uno scarso appetito o semplicemente non mangia per più di due giorni, porta il tuo gatto dal veterinario per scoprire la causa.

Il tuo gatto potrebbe essere malato

Come nei gattini, le infezioni delle vie respiratorie superiori possono causare perdita di appetito nei gatti adulti.

Anche altre malattie nasali possono influenzare l’olfatto e l’appetito del tuo gatto, inclusi polipi nasali o tumori. I tumori che colpiscono il naso possono anche essere dolorosi e quindi rendere il tuo gatto riluttante a mangiare.

Il tuo gatto potrebbe avere problemi ai denti

Allo stesso modo, molte malattie della bocca possono far smettere del tutto di mangiare ai gatti. I gatti possono sviluppare tartaro e gengivite, così come infiammazioni in altri tessuti della bocca che possono essere piuttosto dolorose. Purtroppo, i gatti possono anche sviluppare tumori cancerosi in bocca.

Gli indizi da tenere d’occhio includono:

  • Alito cattivo
  • Il gatto sbava senza motivo
  • Sanguinamento dalla bocca

Il tuo gatto potrebbe avere un problema gastrointestinale

Ci sono molti problemi gastrointestinali che possono causare diminuzione dell’appetito nei gatti, tra cui:

  • Ostruzione o ingestione di corpi estranei
  • Cancro
  • Pancreatite
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Stipsi
  • Nausea

La nausea può anche essere causata da malattie renali (che possono anche causare vomito e alterazioni della sete e della minzione) o farmaci (come antibiotici o chemioterapia). I gatti che hanno la nausea possono sembrare interessati al cibo, ma poi lo rifiutano o possono sbavare e leccarsi spesso le labbra.

Il tuo gatto potrebbe soffrire di insufficienza cardiaca congestizia

L’insufficienza cardiaca congestizia può provocare affaticamento e difficoltà respiratorie, entrambi fattori che possono rendere il tuo gatto meno interessato al cibo.

Inoltre, i farmaci o un nuovo alimento prescritto per le malattie cardiache possono influenzare l’appetito del tuo gatto, soprattutto se il nuovo cibo è meno appetibile di quello che il tuo gatto è abituato a mangiare.

Il tuo gatto è in ripresa da una malattia o da una degenza in ospedale

Alcuni gatti svilupperanno un’avversione al cibo, più comunemente dopo una malattia o una degenza in ospedale. Questi gatti associano un alimento particolare alla sensazione di malessere o allo stress del ricovero in ospedale, quindi si rifiutano di mangiare quel cibo. Potrebbe essere necessario un po’ di ingegnosità, tentativi ed errori per scoprire cosa è disposto a mangiare il tuo gatto se si sviluppa un’avversione alimentare.

Il tuo gatto potrebbe soffrire di stress, ansia o depressione

Anche i gatti hanno emozioni e possono esserci diverse cause emotive o comportamentali di perdita di appetito. La perdita di un caro membro della famiglia, animale o umano, può far smettere di mangiare alcuni gatti a causa di ansia o depressione. Lo stress o l’ansia possono anche essere causati da cambiamenti nell’ambiente domestico. Questi cambiamenti possono sembrare insignificanti, ma possono causare molto stress ai gatti, il che può far sì che il tuo gatto non mangi.

Tali modifiche includono:

  • Costruzione dentro o fuori casa
  • Aggiunta di un nuovo membro della famiglia
  • Riorganizzare le risorse (cibo, acqua, lettiera)
  • Conflitto sociale con altri animali della famiglia

Cosa fare se il gatto non mangia: trucchi e consigli

Ecco alcuni suggerimenti da provare se il tuo gatto non mangia. Ricordati però che la mancanza di appetito può essere il segnale di qualcosa che non va. Se il tuo gatto non mangia per più di due giorni, portalo dal veterinario. Se invece ha poco appetito perché ha avuto una malattia o una operazione, prova con alcuni di questi sistemi per stimolargli l’appetito:

  • Assicurati che il tuo gatto sia a suo agio e al sicuro
  • Evita disturbi e la competizione per il cibo nutrendo il tuo gatto lontano dalla vista diretta di altri cani / gatti
  • Mostra un po’ di tenerezza: sii paziente e dai al tuo gatto la tua totale attenzione. Se necessario, incoraggia il tuo gatto ad annusare / leccare il cibo dal tuo dito o dal dorso di un cucchiaino. A volte una rassicurazione gentile è tutto ciò di cui il tuo gatto ha bisogno.
  • I gatti fanno affidamento sull’olfatto per migliorare il gusto del cibo, quindi riscaldalo fino alla temperatura di “preda” e così rilascia gli aromi naturali del cibo
  • Offri cibi profumati e dal sapore forte come frutti di mare e pollo arrosto.
  • Chiedi al tuo veterinario quali tipi di alimenti sarebbe sicuro nutrire e se ci sono alimenti altamente appetibili e nutrienti che possono fornire per sostenere i gatti malati
  • Evita di presentare a gatti anziani e malati grandi porzioni di cibo: è più probabile che accettino cibo poco e spesso e alcuni sembrano preferire decisamente questo approccio
  • Se il tuo gatto non mangia, porta via il cibo e riprova più tardi.

Esistono anche cibi altamente appetibili che puoi trovare in commercio, per aiutare il tuo gatto in periodi in cui è già di tono e ha bisogno di ritrovare l’appetito, oppure se il tuo gatto mangia poco e quindi ha bisogno di un cibo molto ricco per recuperare le forze, eccone alcuni:

Se hai domande o curiosità, non esitare a scrivere nei commenti, e raccontaci anche le abitudini alimentari del tuo gatto: quanto mangia e quanto spesso? E’ capitato che sia inappetente?

Leggi anche

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *