gatto con gli stivali shrek

Se non hai mai visto il cartone animato “Shrek” e ami i gatti, devi assolutamente vederlo, solo per la presenza di un mitico personaggio: il Gatto con gli stivali. In particolare il Gatto con gli stivali appare in “Shrek 2” ed è uno dei personaggi più amati di questo film, quello che senza dubbio suscita più ilarità e sorrisi.

Il Gatto con gli stivali in Shrek è ricordato soprattutto per i suoi occhioni dolci e sornioni, sfoderando i quali riesce a conquistare anche il cuore più rigido e ad ottenere quello che vuole. L’immagine dei suoi occhi dolci è diventata emblematica:

gatto con gli stivali shrek occhioni

Il gatto con gli stivali in Shrek

Nel film Shrek 2, il Gatto con gli stivali è chiamato semplicemente “Gatto”, è un abile spadaccino e viene assoldato per assassinare proprio Shrek. Nel film è un personaggio che richiama Zorro, ma il suo marchio con la spada, anziché la Z di Zorro, è la P di Puss, che significa gatto in inglese.

Nella versione originale il Gatto con gli stivali è doppiato da Antonio Banderas, con il tipico accento spagnolo, che ha interpretato anche La maschera di Zorro e The Legend of Zorro. Nella versione italiana il doppiaggio del gatto con gli stivali in Shrek 2 è affidato a Massimo Rossi, mentre in Shrek Terzo e in Shrek e vissero felici e contenti è lo stesso Banderas a doppiare anche la versione italiana.

Il proposito di assassinare Shrek fallisce miseramente, ma il Gatto con gli stivali riesce a salvarsi proprio sfoderando i suoi inconfondibili occhioni dolci. Ecco in questo video la scena topica:

Il nostro micio non solo sfodera i suoi occhioni all’occasione, ma è anche un gatto d’onore, coraggioso, ed amante delle belle micie. Conquista anche lo stesso Shrek e si unisce a lui aiutandolo con le sue doci e la sua furbizia, senza rinunciare alle caratteristiche tipiche del gatto: vomita palle di pelo e si lecca il manto per pulirsi. Come non ci può conquistare un bel gattone del genere?
Leggi anche: Gatti famosi dei cartoni animati

Lo spin off Il Gatto con gli stivali

Il personaggio del gatto con gli stivali ha affascinato e conquistato talmente tanto che è stato creato anche uno spin off, nonché prequel del film Shrek, dove si raccontano le avventure proprio del nostro coraggioso micio.

Il film non è ispirato in nessun modo alla omonima fiaba, ma invece percorre le gesta del nostro novello Zorro e le sue rocambolesche avventure

In offerta
Il Gatto con gli Stivali (DVD)
113 Recensioni
Il Gatto con gli Stivali (DVD)
  • Universal (07/02/2010)
  • Tiempo de ejecución: 87 minuti
  • Gatto, Jack, Kitty

Le origini della fiaba Il gatto con gli stivali

Il gatto con gli stivali di Shrek è solamente ispirato alla fiaba originale, che è antichissima e di origini europee.
E’ una fiaba che ha varie versioni, pare sia del 1550, scritta originariamente da Giovanni Francesco Straparola, ma costui l’ha probabilmente solo trascritta dalla tradizione orale, dandogli il titolo “Costantino fortunato”.

La fiaba narra infatti del figlio di un mugnaio di nome Costantino, che riceve in eredità dal padre, a differenza dei fratelli che ricevono il mulino e un asino, un piccolo gatto. Costantino non sapeva che farsene del gatto, ma questi lo convinse a procurargli un cappello e degli stivali, promettendogli che lo avrebbe fatto diventare ricco.

E ci riuscì, conquistando la fiducia del re e facendo la fortuna del suo padrone umano, che riuscì a sposare la figlia del re. Furbizia felina!

In offerta
Il gatto con gli stivali
42 Recensioni
Il gatto con gli stivali
  • Charles Perrault
  • Editore: Giunti Kids
  • Copertina flessibile: 62 pagine

La fiaba ha avuto molto successo nella storia, vedendo nascere varie versioni, da quella di Giambattista Basile, a quella di Ludwig Tieck, fino alle versioni di Charles Perrault e i Fratelli Grimm. E poi arrivarono anche gli adattamenti cinematografici, ad esempio La vera storia del gatto con gli stivali (La Véritable Histoire du chat botté) , film d’animazione del 2009 di Jérôme Deschamps, Pascal Hérold e Macha Makeleff, ispirato alla fiaba Il gatto con gli stivali di Charles Perrault.

Il Gatto con gli stivali di Shrek e i suoi occhioni nella realtà

Il Gatto con gli stivali di Shrek e i suoi occhioni sono diventati così famosi da spingere a ricercarli anche nella vita reale.
Tanto che il The daily Mail lo ha segnalato alla zoo di Philadelphia nel 2014, riconoscendo gli occhioni dolci del gatto con gli stivali in un gattino di nome Drogon, un gatto della specie Felis Nigripes, o “gatti dai piedi neri”, una razza felina Africana caratterizzata dalle piccole dimensioni.

Ed ecco qui la foto che ha fatto il giro del web, dove il gattino Drogon sfodera gli occhioni dolci del Gatto con gli stivali di Shrek:

gatto con gli stivali occhioni drogon

In realtà questa “notizia” non suscita in me chissà quale scalpore, in quanto tutti abbiamo sperimentato il potere ammaliante dei nostri gatti, e l’espressione del gatto con gli stivali di Shrek l’ho anche potuta apprezzare nel gattino della mia cara Cheff-dog, che ha preparato questa ricetta per gatti.
Una delle tante finte notizie nate solo per riempire qualche sito spazzatura ed essere condivisa nei social, in quanto ogni nostro gatto ci conquista con i suoi occhioni e ci fa fare quello che vogliamo, non trovi?

Da leggere dopo:

Noi sicuramente ci divertiamo un mondo a guardarci i bellissimi film animati di Shrek e a sorridere nel vedere l’amatissimo Gatto con gli Stivali che se la cava in mille situazioni grazie alla sua abilità felina!

Gatto con gli stivali di Shrek: i suoi occhioni esistono davvero
5 (100%) 9 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *