Gatto Ocicat

Gatto dal fascino quasi selvatico, ricorda infatti nel nome l’Ocelot, il felino dal mantello maculato diffuso nell’America centro-meridionale.

Origini del gatto Ocicat

L’Ocicat è stato selezionato in America, dopo che in una cucciolata di Siamesi su trovato un cucciolo dal manto spotted, maculato.

Il cucciolo fu incrociato con gatti Europei ed Abissini, generando un gatto più grande e muscoloso rispetto al Siamese.

Il primo gatto di questa razza nacque ufficialmente nel 1964, da un Abissino ed un Siamese chocolat point, e fu chiamato Tonga.

Fu ricononosciuto in America come razza nel 1987, ed in Europa è ancora poco diffuso.

Carattere del gatto Ocicat

E’ un gatto vivace, intelligente e curioso, ha ereditato i tratti del Siamese, molto attaccato al suo umano. Soffre la solitudine ed ama stare al centro dell’attenzione.

Libri utili sul gatto Ocicat

Aspetto e caratteristiche

L’Ocicat è un gatto di taglia grande, muscoloso ed atletico.

Ha un profilo lungo, con orecchie molto grandi, di cui sono apprezzati i ciuffetti alla sommità.

Il suo mantello è fitto ed aderente, con spot a forma di impronta di pollice. Tutte le tonalità del manto devono essere ben separate.

Attorno agli occhi, sul mento e sul lato inferiore della mascella il colore è più chiaro, mentre sulla punta della coda è più scuro.

Sono ammessi tutti i colori di manto a parte i rossi, spesso è color bronzo o lepre, più raramente silver.

Standard di razza del Gatto Ocicat (OCI):

Categoria III: Pelo corto e Somali
Codice EMS: OCI
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, TICA, WCF

  • Aspetto generale
    Aspetto: L’Ocicat è un gatto agouti con un bel disegno spotted. Taglia da media a grande, tipo non estremo.
    Evidenzia il look di un animale atletico: ben muscoloso e forte, elegante e snello, ma con il corpo e il torace ben sviluppati.
    E’ attento a tutto quanto lo circonda e mostra una grande vitalità.
    Questo potente, atletico, ma insieme elegante, gatto spotted si distingue in particolare per la suo “aspetto selvaggio”.
    Taglia: Da media a grande.
  • Testa
    Forma: Il cranio ha la forma di un cuneo smussato e mostra una leggera curva dal muso alle guance, con una visibile, ma delicata risalita dal ponte nasale alle sopracciglia.
    Muso: Ampio e ben definito, dà l’impressione di essere quadrato.
    Di profilo evidenzia una buona lunghezza.
    Mento / Mascelle: Forte, con mascella solida, con morso appropriato.
    Cuscinetti delle vibrisse (portabaffi)
    La moderata pinzatura (‘pinch’) all’altezza del portabaffi non deve essere troppo accentuata.
  • Orecchie
    Forma: Vigili, moderatamente grandi.
    Se presenti, i ciuffi di pelo (‘tuft’) che si allungano verticalmente dalle punte delle orecchie sono apprezzati.
    Piazzamento: Piazzate in modo da essere gli angoli superiori esterni della testa.
    Se si immaginasse una linea orizzontale tracciata attraverso le sopracciglia, le orecchie dovrebbero essere poste a 45°, cioè né troppo alte, né troppo basse.
  • Occhi
    Forma: Grandi, a mandorla, posti in modo lievemente angolato all’insù verso le orecchie: la distanza fra di loro deve essere maggiore della lunghezza di un occhio.
    Colore: Sono ammessi tutti i colori, tranne il blu.
    Non esiste relazione fra il colore degli occhi e il colore del mantello.
    E’ preferito un colore intenso.
  • Collo
    La testa è portata in modo aggraziato su un collo arcuato.
  • Corpo
    Struttura: Piuttosto lungo, forte, con spessore e pienezza, ma senza mai essere massiccio.
    Ossatura: forte e muscolatura sviluppata, mantiene tuttavia un aspetto atletico.
    Il torace è profondo con le costole leggermente bombate.
    La schiena disegna una linea diritta leggermente più innalzata verso il posteriore e i fianchi sono moderatamente dritti.
  • Zampe
    Di media lunghezza, solide e muscolose; forti e di dimensioni proporzionate al corpo.
    Piedi :Ovali e compatti, proporzionati alle zampe.
  • Coda
    Abbastanza lunga, mediamente sottile, si affusola solo leggermente in una estremità scura.
  • Mantello
    Struttura: Corta, tessitura liscia e serica, con splendida lucentezza; fitta, aderente e lucida, ma abbastanza lunga da consentire le necessarie bande di colore.
    Non è consentito un aspetto lanoso né lungo.
    Colore: Tutti i colori devono essere definiti e gradevoli.
    Il colore più chiaro si trova normalmente sul muso, intorno agli occhi, sul mento e sulla mascella inferiore. Il colore più scuro è quello della punta della coda.
    Per determinare il corretto colore del mantello, il colore della punta della coda è decisivo.
    Il contrasto ha un punteggio separato.
  • Osservazioni
    L’Ocicat è di dimensioni da medie a grandi; va osservato che le femmine sono generalmente più piccole dei maschi;
    Nei maschi adulti sono consentite guance piene;
    Rispetto alla taglia, l’Ocicat deve avere un peso sorprendente;
    La struttura generale e la qualità di questo gatto devono essere maggiormente considerate che la mera dimensione in quanto tale.
    Si preferisce un tipo atletico, potente e agile; un tipo massiccio e tozzo deve essere penalizzato.
  • L’Ocicat esiste in molte varietà di colore, con ‘spot’ più scuri su un colore di base più chiaro.
    Ogni pelo – tranne che per la punta della coda – ha più bande di colore.
    Quando queste bande si fondono, si disegna uno spot a forma di impronta digitale
  • Disegno
    Il disegno del mantello è quello di un gatto spotted.
    Per una descrizione generale del disegno spotted si faccia riferimento alla Parte Generale.
    Sono qui descritte le sole caratteristiche del disegno che sono peculiari per questa razza.
    Le marche sulla testa sono le stesse di un gatto spotted.
    Compaiono collari aperti (‘brocken necklaces’) sulla gola e anelli quanto più aperti (‘broken bracelets’) possibile sulla inferiore delle zampe.
    File di ‘spot’ rotondi corrono lungo la spina dorsale, dalle spalle fino alla coda.
    Le macchie (‘spot’) sono distribuite in modo casuale lungo le spalle e i quarti posteriori e si devono estendere il più possibile lungo le zampe.
    ‘Spot’ a forma di impronta digitale, grandi e ben distribuiti, sono presenti sui fianchi, e lasciano intuire un disegno ‘tabby blotched’ – uno ‘spot’ circondato da altri ‘spot’ a forma di occhio di bue.
    La coda presenta pennellate orizzontali a partire dall’estremità, idealmente alternate con ‘spot’, e termina con una punta scura.

Cure

E’ sufficiente spazzolarlo una volta alla settimana e passare il pelo con un panno di camoscio per dargli lucentezza.

Da leggere dopo:

Scopri gli allevamenti di gatti Ocicat

Gatto Ocicat: carattere, caratteristiche ed allevamenti
5 (100%) 2 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *