, , ,

Montare una parete attrezzata per gatti: grazie Athleticat!

parete attrezzata per gatti montaggio

Quello che ho sempre sognato per la mia piccola casetta, ed avendo due gatti che vivono con me in poco spazio, è allestire per loro degli spazi in cui possano muoversi il più possibile, ricreando, per quanto possibile, un ambiente adatto a degli animali che hanno ancora così tanto del loro istinto selvatico.

Il gatto ha bisogno di muoversi anche nella dimensione verticale, per questo spesso salta sulle mensole di casa ed ha bisogno di alti tiragraffi per arrampicarsi in alto. Nei luoghi alti il gatto si sente tranquillo, osserva la situazione, rimane per conto suo indisturbato, pur tenendo d’occhio il suo territorio.

Per questo sono molto orgogliosa, finalmente, di aver allestito una piccola parete attrezzata per gatti nella mia cucina 🙂
E’ ancora da arricchire, e sicuramente aggiungerò mensole e rifugi appesi in modo che i miei gatti possano percorrere il più possibile tutti gli spazi della stanza, camminando sopraelevati, ma intanto volevo farvi vedere come ho montato la parete attrezzata con i bellissimi complementi d’arredo per gatti fornitemi da Athleticat.

Vi ho già parlato in questo articolo di questa meravigliosa azienda italiana, che realizza mensole, cucce, ponti tibetani e passerelle molto apprezzate da nostri pelosi.

Finalmente mi è arrivato anche il fantastico ponte tibetano per i miei gatti, quindi ho deciso di allestire la parete attrezzata, creando dei percorsi il più possibile agevoli per i miei gatti.

Questo è il ponte tibetano adagiato sul mio divano, prima di iniziare le operazioni di montaggio:

Il ponte tibetano gatti Athleticat

Il ponte tibetano per gatti Athleticat

Non è semplice però bucare i muri di casa così alla leggera! Anche perché questi mobili per gatti in legno, pesano non poco, e avevo paura di fare degli errori. A me piace molto il fai da te, quindi ho cercato di arrangiarmi il più possibile nell’allestimento della parete, ma ho deciso di documentare tutto il montaggio, così che possa essere utile ad altri che vogliono realizzare una parete attrezzata per gatti fai da te.

Ecco tutto l’occorrente:

  • un avvitatore che mi è servito per fare i buchi nel muro e anche per avvitare le viti
  • fogli di carta, matita
  • martello, nastro di carta
  • i mobili per gatti Athleticat
  • le istruzioni per il montaggio dettagliate che fornisce Athleticat
  • tasselli e viti di ricambio (se, come me, ne spaccate uno :D)
  • gli aiutanti felini

attrezzi montaggio parete attrezzata athleticat

I mobili per gatti della Athleticat vengono forniti con delle istruzioni molto dettagliate, e con tutto l’occorrente per appendere gli oggetti, tasselli e viti comprese. Un completo kit per il bricolage!

Prendere le misure per la parete attrezzata

Il primo step è stato ragionare sulla disposizione dei mobili per gatti da appendere alla parete, calcolando che dovevo lasciare sotto ad essi lo spazio per il divano, e quindi per sedermi.

Ecco lo spazio che avevo a disposizione, come vedi il mio Oscar sta controllando che lo spazio sia sufficiente, ed io ho delimitato i margini del divano segnandoli con dello scotch di carta.

spazio per parete attrezzata per gatti

Ed eccomi all’opera. Ma…come prendere le misure per appendere il ponte tibetano, in modo che faccia da passerella tra una cuccia e l’altra?

Ed ecco l’idea geniale: crearmi un prototipo dei mobili, di carta!
Ho preso le misure, ed ho ricreato la misura delle cucce e del ponte tibetano, unendo dei fogli di carta.

prototipo misure parete attrezzata

In questo modo, con i prototipi di carta, ho potuto provare direttamente sulla parete la disposizione delle cucce appese e del ponte tibetano, in modo che i miei gatti potessero salire sulla passerella del ponte tibetano con facilità e poi sulle altre due mensole, senza che a me desso fastidio il ponte quando sono seduta sul divano.

Qui potete vedere una prova della disposizione della parete attrezzata, e al Lady che controlla che tutto sia a posto (i fogli appesi di vedono poco in foto, così li ho evidenziati con alcune frecce):

montare pareti attrezzate per gatti

A questo punto, dopo essermi segnata sul muro, con una matita, la posizione dei fogli, ho appoggiato le cucce ed il ponte tibetano al muro, per segnare, come da istruzioni fornite da Athleticat, la posizione dei buchi da fare per appendere i mobili.

Piccolo appunto per Athleticat: la matita normale non ci passa attraverso le fessure fatte per appendere le cucce ed il ponte 😀 Io ho usato una mina di grafite un po’ più lunga e sottile

Montare la parete attrezzata per gatti

Una volta segnata la posizione dei buchi da fare, ho iniziato a bucare le pareti 😀 E qui vi risparmio un po’ delle comiche…tra buchi troppo grandi, tasselli rotti, la mia scarsa abilità di andare dritta col trapano…insomma un paio di volte ho dovuto chiamare in soccorso i vicini 😀

Ma alla fine ci sono riuscita, e tutti i buchi nel muro erano fatti, ed i tasselli inseriti! evviva!

buchi sul muro per appendere mobili per gatti

A questo punto mi mancava solo la fase di appendere le cucce ed il ponte tibetano, per verificare finalmente se avevo fatto un bel lavoro!

Ho iniziato fissando la cuccia che doveva stare appesa più in alto. In questa fase la difficoltà che ho incontrato, lavorando da sola, è stata riuscire ad infilare la vite nel buco nel muro, tenendo sollevata la cuccia con l’altra mano 😀 da vera equilibrista 😀

Ma alla fine ce l’ho fatta e la prima cuccia della mia parete attrezzata era su:

cuccia per gatti appesa alla pareta

Ho dato il posto d’onore più in alto alla Lady, essendo più agile di Oscar, e so già che la lady ama stare in alto.

Da leggere dopo:

Ho poi appeso la cuccia di Oscar:

mobili per gatti appesi

E già così mi piaceva un sacco!!
Ma ora viene il bello: appendere il ponte tibetano, che pesa parecchio, quindi riuscire ad avvitare le viti nel loro posto, tenendo su il ponte, tutto da sola! Allora dopo varie richieste di aiuto via messaggio al titolare di Athleticat (grazie Paolino!) che mi ha gentilmente assistito a distanza durante tutta la mia impresa (super disponibile grazie ancora!), mi ha suggerito di appendere prima una delle viti, facendo penzolare il ponte da un lato, e poi, una alla volta proseguire con le altre viti 🙂

Elisa, mi sono detta, ma sei un genio! Non potevi arrivarci da sola! Ma, si sa, il fai da te non è il mio mestiere, e chi ha già fatto tante volte una cosa, di sicuro sa dare delle dritte, anche per questo mi è venuto in mente di scrivere questo tutorial.

Allora ho avvitato la prima vite del ponte tibetano, poi la seconda, così almeno un lato era su:

ponte tibetano per gatti appeso

Non mi restava che appendere l’altro lato, e con tanta forza bruta, finalmente ce l’ho fatta 🙂 e la Lady qui mi chiede: “Ma che è sta roba??”

parete attrezzata per gatti montata

In ogni caso, a sera inoltrata, finalmente ho finito, ripulito e risistemato il resto dei mobili. Che cosa ne dici, ho fatto un bel lavoro?

Guarda Oscar, come è orgoglioso di stare sulla mensola 🙂

Potrebbe interessarti:

oscar sul ponte tibetano per gatti athleticat

Una volta finito il montaggio della parete attrezzati per gatti, la domanda è: “Come farla conoscere ed usare ai propri gatti?”
I miei Lady ed Oscar sono molto abitudinari, e, a parte l’esplorazione iniziale dei mobili appesi per loro, non hanno badato più di tanto alla loro nuova palestra da arrampicata.

Come fare dunque? Senza dubbio la cosa più sbagliata sarebbe forzarli, magari farli salire a forza.
Io li sto attirando con i due sistemi che funzionano di più con i gatti: facendoli giocare, e prendendoli per la gola! 🙂
Infatti faccio muovere dei fili sopra il ponte tibetano e loro arrivano 😀 ed ho messo degli sneak gustosi sulle mensole del ponte, così da fare associare loro la parete attrezzata, a momenti molto piacevoli!

Mi sono poi resa conto che avevano un po’ di timore nell’attraversare la passerella del ponte tibetano, forse perché si muove, forse perché i listelli lasciano il buco da cui si vede giù, in ogni caso erano molto titubanti ad appoggiarci le zampette.

Così ho preso una delle coperte fornite da Athleticat assieme alle cucce, e l’ho appoggiata sulla passerella del ponte, rendendolo più stabile. Mi sembra che la Lady abbia gradito, guardate qui (vabbhe la Lady sembra sempre incazzata, ma è così lei 🙂 ):

lady sul ponte tibetano per gatti

E’ bellissimo poi vederli guardare il mondo dall’alto, da una nuova prospettiva, guardate che espressione interessata:

lady sulla passerella per gatti

Conclusioni

Mentre mi godo i miei gatti che esplorano la loro nuova parete attrezzata, e piano piano la iniziano ad usare, arrampicandosi e facendo un po’ di movimento, penso già a come arricchirla con altre mensole, percorsi, scalette. Tu che cosa mi suggerisci?

Intanto ringrazio ancora Athleticat per tutto il supporto che mi ha dato anche nel montaggio della parete attrezzata, e ti ricordo che Athleticat è anche in inglese!
Un abbraccio da me e una fusa da Lady ed Oscar che si godono la loro palestra per gatti in cucina 🙂

Montare una parete attrezzata per gatti: grazie Athleticat!
5 (100%) 3 votes

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *