Proteine gregge: cosa sono e cosa significa

proteine gregge cosa sono

MicioGatto è sempre in prima linea nella divulgazione di informazioni sull’alimentazione del gatto, per questo voglio spiegarti che cosa sono le proteine gregge, perché si chiamano così e perché sono importanti per il gatto.

“Proteina grezza” o greggia è un termine che leggiamo nelle etichette del cibo per gatti. E’ un termine che potrebbe causare una certa diffidenza se non interpretato correttamente, per cui voglio spiegarti che cosa significa e perché dobbiamo farci molta attenzione, specialmente per quanto riguarda il gatto.

Perché si dice “proteine grezze” o gregge

l termine “proteine gregge” lo troviamo nelle etichette del cibo per gatti (e per altri animali), nella tabella della composizione analitica del cibo. Il termine “gregge” indica che è avvenuto un conteggio delle proteine presenti in quel cibo analizzato chimicamente, che ha definito una certa quantità in percentuale di proteine presenti. Ecco un esempio di come vengono indicate le proteine gregge nella tabella nutrizionale di un cibo per gatti:

proteine gregge cosa sono

Come vedi, appare una percentuale di proteine gregge sul totale del campione analizzato.

Le proteine contenute in una alimento per gatti vengono conteggiate con delle analisi di laboratorio che sono obbligatorie per le aziende mangimistiche. Esistono delle precise norme europee per l’etichettatura del cibo per gatti e queste comprendono anche la presenza di una tabella nutrizionale che indichi le percentuali contenute nel cibo per quanto riguarda:

  • proteine
  • grassi
  • fibre
  • ceneri

Per saperne di più sulla legislazione che riguarda il pet food e la sua etichettatura puoi approfondire leggendo in questo sito: https://europeanpetfood.org/

Ti racconterò in altri articoli specifici che cosa sono ognuna di esse, se vuoi un accenno riassuntivo di queste questioni, leggi l’articolo Come leggere le etichette del cibo per gatti.

Le analisi vengono fatte sul prodotto finito, cioè già assemblato e cotto, quindi sono le percentuali di nutrienti che ingerirà il nostro gatto quando mangia quel cibo.

A cosa servono al gatto le proteine grezze

Per un gatto il contenuto in proteine di un cibo è la cosa più importante. Le proteine infatti sono le componenti principali che il corpo del gatto usa per mantenersi in vita ed in salute, per costruire i suoi tessuti, per costruire proprio il proprio corpo e le sue funzioni vitali.

Sfatiamo un mito che sento dire spesso da proprietari di gatti: che troppe proteine fanno male gatto, quindi che i cibi con una percentuale troppo elevata di proteine gregge siano contro indicati nel gatto. E’ assolutamente falso.

Per un gatto, più proteine ci sono, meglio è, ancora di più se è un gattino in crescita. Tanto più se il gatto è attivo, se esce, se è vivace: avrà bisogno di molte proteine per i suoi muscoli e la sua attività motoria.

L’unico caso in cui un gatto potrebbe dover evitare alimenti troppo proteici è quando sono stati diagnosticate patologie renali o epatiche, in cui l’eccesso di urea, prodotto di scarto delle proteine, potrebbe diventare un problema, ma questo va deciso da un veterinario dopo opportune diagnosi e valutazioni, altrimenti l’eccesso di proteine in un gatto non è mai un problema, anzi.

Il problema spesso del cibo industriale è la carenza di proteine contenute, che non posso scendere per legge, sotto a determinati valori, ma anche così, bisogna capire se sono proteine animali o vegetali, e lo vedremo tra poco.

Il limite legale sotto a cui le aziende mangimistiche non possono scendere come contenuto di proteine gregge è 25% per i gatti adulti e 30% per i gattini, ma è consigliabile cercare alimenti che contengano almeno 27-30% di proteine gregge per gli adulti e almeno 33-35% di proteine grezze per i gattini.

Il cibo per cani non è assolutamente adatto ad un gatto, perché il gatto ha bisogno di una quantità doppia di proteine rispetto al cane, ecco perché è sconsigliato nutrire un gatto con solo cibo per cani, ma anche improvvisare diete casalinghe per il nostro gatto: rischiamo di causargli carenze alimentari e problemi di salute.

Proteine animali o vegetali

Oltre a tenere d’occhio la percentuale di proteine gregge presente nel cibo per gatti, dobbiamo anche far caso alla lista degli ingredienti, per capire se quelle proteine provengono da alimenti animali o vegetali.

Il gatto trae il suo nutrimento principalmente da proteine animali, spesso le proteine vegetali per lui sono inutili, per cui anche se nelle crocchette sono indicate elevate percentuali di proteine, ma la crocchetta contiene soprattutto vegetali, per il nostro gatto è come se non ci fossero.

Le proteine indigeribili possono essere quelle provenienti da alimenti vegetali, ma anche da parti di scarto di animali, come ad esempio peli e piume: nelle analisi queste proteine verranno rilevate, ma al gatto non servono a nulla.

Per questo è importante, oltre che controllare che nella lista degli ingredienti sia presente soprattutto carne (o pesce), scegliere prodotti che specificano quali tipi di carne sono presenti, come ad esempio carne human grade, ossia adatta al consumo anche umano.

Bisognerebbe che ci fossero regole più rigide in questo senso per i produttori di cibo per gatti, alcune aziende più virtuose inseriscono maggiori informazioni sull’etichetta sulla provenienza della loro carne e dei loro ingredienti. Chi non specifica nulla è da guardare sempre con sospetto.

Le proteine ad alto valore biologico per il gatto sono dunque quelle presenti nella carne e nel pesce ed anche nelle uova e nei latticini.

Ecco un video molto specifico del dott. Valerio Guiggi che ci spiega cosa significa che una proteina è indigeribile:

DIGERIBILITA' delle PROTEINE: cos'è e quali sono i problemi degli alimenti poco digeribili

Cos’è un alimento monoproteico

Un alimento monoproteico per gatti è un mangime che contiene una sola fonte di proteine animali, ad esempio solo pollo, o solo tacchino. Gli alimenti monoproteici devono essere scelti se il gatto sviluppa delle intolleranze alimentari, per capire che cosa escludere dalla sua dieta.

Leggi l’articolo sulle intolleranze alimentari per capire di che cosa stiamo parlando, sappi solamente che è inutile scegliere delle crocchette monoproteiche se il tuo gatto non ha intolleranze alimentari, un gatto è bene comunque che abbia una dieta varia e ricca, come molte fonti proteiche diversificate, l’importante è che siano proteine ad alto valore biologico per il gatto, cioè proteine animali.

Esempi di alimenti con proteine gregge elevate

Alcuni esempi che io valuto molto buoni per la percentuale di proteine grezze contenute e soprattutto per la qualità delle proteine, che sono principalmente da alimenti animali di qualità

Uno è Firstmate, e te ne ho parlato in questa recensione, che anche se costa tanto è un alimento che io reputo uno dei migliori come lista degli ingredienti e come composizione analitica. questa è l’etichetta delle crocchette per gatti al pesce.

proteine gregge tabella nutrizionale

Come vedi nei componenti analitici il contenuto di proteine grezze è del 43%, e se guardiamo la lista degli ingredienti vediamo che il 60% del prodotto è composto da pesce oceanico disidratato (quindi non perderà acqua e quantità durante la cottura) . Davvero un ottimo cibo. [ Scopri qui FirstMate ]

Per non doveri ipotecare (di nuovo) casa per comprare le crocchette al nostro gatto, possiamo anche ripiegare su cibi meno costosi, come ad esempio Purizone oppure anche Farmina. Ho fatto una approfondita disamina di quelle che sono le migliori crocchette per gatti in questo articolo.

Conclusioni

La tecnica mangimistica non è proprio semplicissima, ma non è necessario che sappiamo ad esempio come si svolgono le analisi chimiche sulle crocchette per gatti, io ho provato a leggere qualcosa, e bisogna essere dei chimici esperti, accompagnati da studi veterinari. Non per nulla le aziende mangimistiche hanno al loro interno chimici e veterinari che si occupano di produrre mangimi bilanciati.

Ma nulla ci vieta, anzi è auspicabile, avere una infarinatura per sapere che cosa scegliere quando compriamo un cibo per gatti, per non farci fregare dal prezzo inutilmente alto o dalle scritte in grande sulla confezione e soprattutto per nutrire il nostro gatto in modo sano e appropriato.

Come hai visto, la percentuale di proteine gregge deve essere il più alta possibile e devono essere proteine animali. Detto questo un cibo così può già essere definito di buona qualità.

Se hai domande o vuoi raccontarmi la tua esperienza, oppure se hai studiato in modo approfondito l’argomento e vuoi aggiungere qualcosa per il bene di tutti i lettori, scrivi qui sotto nei commenti.

Argomenti correlati

5/5 - (17 Voti)
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.