Gli Invisibili di Sabrina Boem

Cos’è una colonia felina? In questo articolo ve la mostro sotto un’altra luce, la luce della fotografa Sabrina Boem, che ha documentato le colonie feline nel suo progetto “Gli invisibili. Il mondo segreto delle colonie feline

Un progetto fotografico intenso, alla scoperta del mondo dei gatti di strada, spesso ai margini, poco conosciuti, ma lo stesso affascinanti per noi amanti dei gatti.

Ed ecco come ci racconta Sabrina questa avventura:

“Come spesso accade per tutte le grandi passioni nella vita anche la mia passione per la fotografia dei gatti di strada e delle colonie nasce per caso.
Dopo avere fotografato per tre anni la vita quotidiana dei miei due gatti di casa avevo bisogno di nuovi stimoli.

Così quando un’amica mi ha parlato dell’Oasi Felina di Trieste mi sono messa subito in viaggio.
Non sapevo cosa fosse esattamente un’Oasi Felina, in cosa fosse diversa rispetto a un gattile.

Per cui non sono partita con un’idea precisa su cosa volevo fotografare.
Una volta arrivata lì, dopo qualche istante di ambientamento, ho iniziato subito a scattare.
Di getto. Senza pensare. Per due ore.

Una volta rientrata a casa, quando due immagini in particolare mi sono apparse sullo schermo, sono rimasta colpita dall’intensità dello sguardo di quel gatto attraverso la finestra e dalla situazione che avevo colto


In quell’istante ho capito in modo chiaro e inequivocabile quello che volevo fare: avrei fotografato i gatti non domestici.

Questa prima idea è andata successivamente perfezionandosi nell’arco di qualche mese estendendosi alle colonie feline quando sono entrata in contatto in particolare la colonia felina presso Forte Marghera (Ve), fino a coinvolgere in tempi più recenti anche ai gatti di strada e i volontari che se ne occupano.

Per oltre due anni ho fotografato la vita dei gatti delle colonie ponendomi come osservatore il più possibile neutrale.
Il mio progetto non nasce per sostenere nessuna tesi, ma ha uno scopo principalmente documentativo.

Certamente la fotografia non è una scienza esatta, è pur sempre un’espressione artistica soggettiva, per cui inevitabilmente i miei scatti rappresentano il mio punto di vista sulle realtà con cui sono entrata in contatto.

Ma ho sempre cercato di ispirarmi al genere del reportage, senza modificare nessuna situazione, senza mettere nessun gatto volutamente in posa per portare a casa un determinato scatto.

Il mio lavoro è frutto di grande pazienza e dedizione, di lunghi appostamenti e attese nella calde mattine estive o in giornate piovose per scoprire e documentare come vivono i gatti di strada e delle colonie.

Da qui il titolo del mio progetto, INVISIBILI. Il MONDO SEGRETO DELLE COLONIE FELINE.
Questi gatti erano invisibili, sconosciuti, prima di tutto a me.

Per me è stata una scoperta capire le dinamiche all’interno di una colonia felina, la territorialità, lo stare insieme in prossimità delle postazioni dove c’è il cibo, prediligere gli edifici dismessi in cerca di riparo contro la calura estiva o contro il freddo in inverno.

E INVISIBILI questi gatti lo sono anche per la maggior parte delle persone.
Quella delle colonie feline e dei gatti di strada è una realtà sconosciuta ai più.

Anche a livello fotografico si tratta di un soggetto direi completamente inesplorato, a differenza dei gatti domestici e dei gattili.

Per questo ho deciso raccogliere il mio lavoro in un progetto strutturato che è ancora in corso e che mira a sollevare quel velo di mistero su queste realtà e che indirettamente ma meritatamente, attraverso una serie di scatti che li ritrae insieme, vuole anche rendere onore a tutti i volontari che ogni giorno sulla strada e nelle colonie si curano di questi gatti.”

Il progetto di Sabrina è stato esposto e pubblicato:

25 maggio – 4 giugno 2017 INVISIBILI. IL MONDO SEGRETO DELLE COLONIE FELINE, Milano, Villa Necchi Campiglio

PUBBLICAZIONI
INVISIBILI. IL MONDO SEGRETO DELLE COLONIE FELINE, maggio 2017.
Leggi del nuovo progetto di Sabrina: Di uomini e gatti, Storie sul legame speciale tra gli uomini e i loro gatti

Chi è Sabrina Boem

Sabrina Boem nasce a San Donà di Piave (Ve) nel 1970, entra nel mondo della fotografia da autodidatta dedicandosi al genere paesaggistico per passare nell’ultimo decennio alla street photography. Tuttavia è con la scoperta del mondo felino quattro anni fa che arriva una svolta inizialmente in termini di esperienza umana che successivamente troverà espressione anche a livello fotografico, dedicandosi in un primo momento alla pet photography, sviluppando in seguito una maggiore affinità con il reportage attraverso diversi progetti ambientati nel mondo delle colonie feline, dei gattili e del volontariato animalista. Una passione che è valsa a più riprese in questi ultimi mesi la selezione di alcuni scatti da parte del National Geographic Usa e la pubblicazione nella sezione fotografica DAILY DOZEN – YOURSHOT dello stesso.

INSTAGRAM e FACEBOOK: sabrina_boem_photography

Ed ecco alcuni dei bellissimi scatti di Sabrina per il progetto “Gli invisibili”

5.0
04
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *