Se il gatto apre la porta: come evitarlo e perché lo fa

,
gatto apre le porte graffia gratta porta

I gatti sono molto intelligenti e spesso vengono sottovalutati, ma noi esseri umani veniamo smentiti ad esempio quando viviamo con un gatto che apre la porta che vogliamo tenere chiusa. La cosa può comportare una grande ammirazione da parte nostra per il gatto che ha imparato ad aprirsi le porte da solo, ma può essere una grande seccatura per noi che vorremmo evitare che il micio frequenti alcune parti della casa oppure che esca da solo.

I gatti che aprono le porte sono più diffusi di quello che pensiamo, e tipicamente sono gatti molto indipendenti che non hanno la pazienza di aspettare che un umano faccia questo servigio per loro.

Spesso i gatti quando trovano una porta chiusa si mettono a miagolare davanti ad essa, oppure la grattano stando sulle zampe posteriori, finché non ci alziamo dalla sedia e gliela apriamo.

In questo articolo vedremo perché ai gatti non piacciono le porte chiuse, come fanno alcuni gatti ad imparare ad aprire le porte e come evitare che il gatto apra la porta che vogliamo tenere chiusa.

Gatti che aprono le porte

I gatti imparano abbastanza in fretta ad aprire le porte socchiuse spingendo con il muso finché non riescono a passare, ma cosa diversa è aprire una porta chiusa con la maniglia. Qui l’astuzia del gatto e la sua capacità di apprendimento devono fare uno sforzo in più.

Per lo più i gatti imparano per imitazione, quindi se hai più gatti ed uno scopre il sistema per aprire le porte dalla maniglia, probabilmente anche gli altri di casa impareranno a farlo per imitazione, ma non è detto.

Può essere che gli altri gatti amino di più aspettare che sia tu ad aprire, anche come forma di attenzione nei loro confronti.

I gatti sanno come funziona una porta? I gatti, come i cani, ma anche gli uccelli, sanno che dall’altra parte della porta c’è qualcosa di cui loro si ricordano. Questa facoltà si chiama permanenza dell’oggetto ed è una facoltà che sviluppiamo da bambini anche noi esseri umani. Si tratta della facoltà di imparare che gli oggetti esistono anche quando non li vediamo.

Quindi il tuo gatto quando apre la porta di casa, sa quello che fa e quello che vuole ottenere, perché sa che al di là della porta c’à qualcosa, anche se non lo vede.

Diversa è la capacità di capire come funziona una maniglia: il gatto non capisce il procedimento per cui una maniglia ruota e quindi la porta si apre, ma capisce che la parte da manipolare per ottenere il risultato che la porta si apra è la maniglia.

Lo impara osservando: osserva noi umani quando apriamo le porte e cerca di replicare il comportamento per ottenere l’effetto desiderato. Oppure osserva altri gatti o altri animali che già lo sanno fare.

Il gatto potrebbe imparare ad aprire la porta saltando, oppure allungandosi e manipolando la maniglia con una zampa, oppure con la bocca o con entrambe le zampe, come gli fa più comodo.

Diego, il gatto che apre le porte! Cat opens the doors

Perché i gatti non amano le porte chiuse

Ti sarà capitato che il tuo gatto si metta davanti ad una porta chiusa e stia lì a miagolare insistentemente. Allora tu che fai? Ovviamente ti alzi e vai ad aprirgli, perché pensi che il gatto voglia uscire o andare nell’altra stanza. E il gatto che fa? Fa lo smorfioso, si struscia, ma non attraversa la porta, con “tua grande gioia” perché ti sei alzato dal divano proprio nel momento in cui la suspense della tua serie preferita era al massimo.

Ma perché il gatto miagola davanti ad una porta chiusa? A volte è semplicemente perché desidera attenzioni da te. Sa che se miagola insistentemente dopo un po’ ti alzi, ha imparato questa routine ed ama essere al centro della tua attenzione.

Ma i gatti odiano le porte chiuse anche per un fattore che ha a che fare con la loro territorialità. I gatti, oltre ad essere curiosi, hanno il bisogno innato di pattugliare il loro territorio.

Per cui vogliono a tutti i costi sapere che cosa sta avvenendo dietro a quella porta chiusa. E può anche essere la porta dell’armadio! Una volta che hanno dato una sbirciatina, decideranno se attraversa la porta, o se essere a posto così.

I gatti sono incuriositi se sentono dei rumori in corridoio o nelle altre stanze, e prima o poi, quando si sentono sicuri, avranno voglia di sapere che cosa sta succedendo.

I gatti concentrano la loro esistenza su una porzione più o meno estesa di territorio (che può essere la nostra casa, tre stanze in particolare o di più), ma vogliono anche avere il controllo di che cosa succede attorno al loro territorio, e lo vorranno a volte pattugliare, distribuendo i loro feromoni strusciandosi su diverse superfici di quel territorio.

Ad esempio la mia gatta Lady è abituata fin da piccola a vivere solamente nel mio appartamento. Ogni tanto però miagola davanti alla porta che dà sul corridoio e allora le apro perché si faccia un giretto. Non fa nulla di che: esce in corridoio, si fa le unghie sullo zerbino di qualche vicina, si struscia su un paio di angoli e si accerta che sia tutto a posto. Dopo un po’ torna dentro.

A volte capita che io stia chiacchierando con qualche amica dentro casa e la Lady si avvicina alla porta dell’appartamento e si mette a miagolare. In quel caso il più delle volte il suo intento non è uscire a fare un giretto in corridoio, ma attirare la mia attenzione visto che sto chiacchierando con la mia amica anziché guardare lei (la Lady).

Se un gatto è abituato a muoversi in casa trovando tutte le porte aperte è normale che se ne trova improvvisamente una chiusa, si lamenti e voglia aprirla, o si metta a miagolare davanti ad essa.

Chiudere una porta di casa che il gatto è abituato a vedere aperta significa togliere a lui parte del territorio, e questo lo fa stare in ansia. Avete mai provato a chiudere la porta del bagno quando ci entrate? Il gatto cosa fa se non può seguirvi?

Ancora peggio se andate via di casa per qualche giorno e decidete di tenere il gatto in una porzione di casa a cui lui non è abitato. Questo gli genera molta ansia e non è escluso che al vostro ritorno troviate bisogni lasciati in giro o altri disastri.

Perché il gatto graffia le porte di notte

Sappiamo che i gatti hanno un ritmo sonno-veglia molto diverso dal nostro. Non possiamo pretendere da un gatto che dorma in camera con noi 7-8 ore e non si lamenti se trova la porta chiusa: un gatto fa pisolini brevi o più lunghi durante tutte le 24 ore, spesso di notte è sveglio, specie nelle ore dell’alba.

Trovare una porta chiusa come abbiamo detto può generare ansia nel gatto, che potrebbe prendere l’abitudine di graffiarla e grattarla.

Spesso la cosa succede anche quando decidiamo di chiudere il gatto fuori dalla porta della camera mentre noi dormiamo: se il gatto è abituato a dormire con noi sicuramente non accetterà questa nuova imposizione e potrebbe grattare la porta della camera con insistenza, finché non ci alziamo ad aprire.

I rimproveri non servono a nulla: l’unica strategia possibile è quella di non assecondare mai il gatto e fare finta che non esista, ma ci potremmo trovare con la porta rovinata dalle sue unghie.

Se abbiamo un gatto e lo abbiamo abituato alle porte aperte in casa, non possiamo pretendere di cambiare le sue abitudini senza che lui si ribelli in qualche modo. O abituiamo il gatto fin da piccolo in un certo modo, oppure cambiare la sua routine sarà complicato.

Come evitare che il gatto apra le porte

A volte è davvero necessario, se abbiamo un gatto che apre le porte, riuscire a tenerle chiuse, per qualche motivo. Se un gatto ha imparato ad aprire le porte, non è possibile fargli “disimparare” questa abitudine, ma dobbiamo mettere in atto noi degli accorgimenti per risolvere il problema. Ci vengono in aiuto delle accortezze che ora ti spiego.

Bloccare la maniglia

Oltre che chiudere la porta a chiave ci può venire in aiuto un blocco per maniglie usato anche per i bambini:

EUDEMON blocco maniglia antifurto per bambini, blocco porta, facile da installare, con adesivo...
  • ★ Dimensioni più...
  • ★ "BLOCCO" e "SBLOCCO"...
  • ★ Installazione...

Chiaro che comunque questo non eviterà che il gatto voglia aprire la porta e provi in tutti i modi ad aprirla.

Mettere del nastro davanti alla porta

Si può scoraggiare il gatto dall’avvicinarsi alla porta in questione applicando del nastro adesivo deterrente per gatti, cosa che non piace loro e li può scoraggiare dall’avvicinarsi alla porta.

Nastro protettivo deterrente biadesivo antigraffio per gatti – Rotolo nastro protettivo...
  • AMA IL TUO GATTO, SALVA...
  • SICURO PER GATTI E MOBILI...
  • DOPPIO LATO ADESIVO...

Questo tipo di nastro è atossico per i gatti e si può utilizzare anche su mobili e divano che non vogliamo far graffiare dal nostro gatto.

Oppure si può pensare di rivestire la porta con un apposita pellicola antigraffio come questa:

PROTECTO Protezione AntiGraffio per Animali Domestici su Misura con taglierino - Protezione per...
  • Rendi la tua casa a prova...
  • Struttura della...
  • Protezione mirata grazie...

Installare una gattaiola

Se il tuo problema è che il gatto gratta la porta di casa per uscire ed ogni volta devi aprirla e chiuderla, puoi pensare di installare una gattaiola, così da permettergli di entrare ed uscire quando vuole. La gattaiola consente anche di bloccare una via d’accesso, cioè di permettere solo l’uscita o solo l’entrata, quando magari vogliamo che il gatto rientri e poi non esca più di casa. Ho spiegato per bene l’utilizzo della gattaiola in un altro articolo che ti consigli di leggere.

Dare più stimoli al gatto

Spesso, come abbiamo visto, il gatto gratta le porte per attirare la nostra attenzione, perché magari si annoia.

Valutiamo se abbiamo sufficiente arricchimento ambientale in casa nostra, se il gatto ha abbastanza stimoli per giocare e fare attività e se il suo territorio è abbastanza ampio, considerando di ampliarlo anche in verticale con mensole e percorsi verso l’alto.

Aggiungere un tappeto tiragraffi verticale

A volte i gatti amano particolarmente farsi le unghie su superfici verticale e magari apprezzano molto il materiale della tua porta chiusa. Vale la pena dunque rivestire la porta con un materiale graffiabile per gatti, una sorta di pannello rimovibile che funge da tiragraffi per salvare la porta.

Conclusioni

Abbiamo visto in questo articolo come fanno i gatti ad imparare ad aprire le porte di casa e che cosa li spinge a farlo. Inoltre ti ho dato alcuni suggerimenti per evitare che il gatto apra le porte, se non desideri che le apra.

Sorpresə che i gatti siano così intelligenti? A volte semplicemente si adattano ad aspettare che facciamo noi le cose per loro, ma in realtà sono perfettamente in grado di imparare cose complesse se ne hanno bisogno.

Ed ora raccontami la tua esperienza: vivi con un gatto che apre le porte o con uno che miagola e gratta la porta finché non vai tu ad aprire? Scrivimi tutto nei commenti!

Leggi anche

5/5 - (6 Voti)
1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *