Gatta incinta: cosa fare

Una delle evenienze che può capitare tra i possessori di una gatta è la gravidanza, ovvero trovarsi con la propria gatta incinta. È una condizione assolutamente naturale, senza la quale ovviamente i gattini non ci sarebbero.

E anche se molti proprietari sono spaventati da una situazione del genere, in realtà non c’è nulla di cui aver paura nella gravidanza felina e, anzi, bisogna semplicemente seguire la nostra micia incinta per assicurarci che porti bene avanti la gravidanza e il successivo allattamento.

In questo articolo approfondiremo i vari aspetti della gravidanza della gatta, vedremo quanto dura la gravidanza, e che cosa fare finché la gatta è incinta.

Gatta  incinta: sintomi della gravidanza

Per capire se una gatta potrebbe essere incinta dobbiamo partire dall’inizio: dal periodo del calore. Il calore, in gergo estro, è quel periodo in cui la gatta accetta il maschio, per cui se ha i comportamenti tipici del calore, significa che non è incinta.

Se vediamo che è in calore, ma poi dopo tre settimane, il calore non ritorna, può essere che sia incita. Ma la domanda fondamentale è: la gatta li ha visti i maschi?

Molte persone si chiedono se la gatta sia incinta senza che abbia avuto la possibilità di vedere un maschio, magari perché è sempre chiusa in casa.

La Dea Bastet, la dea-gatto egiziana, per quel che ne sappiamo, non ingravida le gatte, ragion per cui è indispensabile un maschio. Se la gatta esce di casa e non è sterilizzata, invece, è possibile che sia in gravidanza.

Come cambia il comportamento di una gatta incinta?

Se ci rendiamo conto che la micia si è fatta più seria, tende a giocare meno, tende a stare maggiormente per conto proprio, insomma notiamo che c’è qualcosa che non va, potrebbe essere un segnale dell’inizio di una gravidanza, di pari passo con l’aumento di un ormone, il progesterone, nel suo sangue.

Con il passare del tempo questi comportamenti strani aumenteranno: una gatta gravida sparirà per diverse ore al giorno, e possiamo seguirla, perché cercherà di individuare una posizione adatta per fare il “nido”, il posto dove partorirà.

Quindi, riassumendo, i sintomi di una gravidanza felina possono essere:

  • cambiamento di umore della gatta
  • gioca di meno, cambio di comportamento della gatta
  • a volte la gatta si isola e sembra cercare un rifugio
  • può dimostrarsi inappetente e mangiare di meno
  • può avere nausee e rigurgiti
  • si lecca spesso le parti intime
  • a volte c’è qualche perdita di sangue
  • dopo un po’ ci sarà un ingrossamento delle mammelle

Nelle prime tre settimane in cui la gatta è incinta, non ci saranno comunque particolari cambiamenti o sintomi.

E non ci sono nemmeno gli stick da usare a contatto con le urine, come avviene nelle donne: il bambino, infatti, secerne hCG per dire alla mamma “ehi, sono qui, il ciclo non deve tornare!”; la gatta, invece, se non si accoppia non ovula, per cui l’ovulazione è già di per sé un segnale per la presenza di gravidanza per l’organismo felino: non secerne alcuna sostanza rilevabile da un test.

Per sapere con certezza se la gatta è incinta, dovremo portarla dal veterinario a fare un’ecografia, che non è assolutamente invasiva ed è indolore. L’ecografia si fa almeno 25 giorni dopo che la micia è rimasta incinta, invece possiamo sapere quanti gattini partorirà solo dopo il 40esimo giorno in cui il numero di gattini che ha nel ventre è identificabile, perchè si distinguono le ossa.

E potremo vedere anche i gattini, se ci sono, dalla macchina. Allora sapremo che sicuramente la gatta è incinta.

Gatta incinta. l'ecografia

Gatta incinta. l’ecografia

Quanto dura la gravidanza della gatta?

La gravidanza di una gatta, dura 60-63 giorni, al massimo nove settimane. La durata della gravidanza può variare di gatta in gatta, ma di poco, di qualche giorno.

Durante la gravidanza, è bene lasciare stare il più possibile la gatta, lasciarla tranquilla, magari farla uscire meno, in modo che non corra pericoli.

Da sempre gli animali partoriscono senza l’aiuto dell’uomo, per cui una gatta incinta sa per istinto che cosa deve fare e come deve comportarsi.

Quando vediamo che la gatta si fa un po’ più irrequieta e stanno per concludersi i giorni di gravidanza, significa che si sta avvicinando il momento del parto. e qui ti rimando all’articolo apposito: Il parto della gatta, cosa fare.

Leggi anche: Fasi della gestazione dei gatti

Come evitare una gravidanza alla gatta

Vuoi prevenire la gravidanza felina? La questione della sterilizzazione per evitare gravidanze indesiderate è molto dibattuta.
In generale, le gatte vanno sterilizzate, per evitare che si moltiplichino, specie se sono gatte in colonia, ma anche se le teniamo con noi. chi ci pensa poi ai numerosi gattini che nascono?
Ma per questa questione vi rimando all’articolo sulla sterilizzazione della gatta.

Da leggere dopo:

E tu? Hai vissuto una gestazione di una gatta? Raccontami la tua esperienza nei commenti

Gatta incinta: sintomi e comportamento nella gravidanza
5 (100%) 6 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *