Gattini maschio o femmina come riconoscerli

I genitali dei gattini non sono sviluppati come i gatti adulti, per cui può essere difficile capire se un gattino è maschio o femmina. Come fare allora per capire se il tuo gattino è un maschietto o una femminuccia? E se per caso sbagli a dargli il nome?

Da adulti è molto più facile capire se un gatto è maschio o femmina, rendendo la determinazione del genere un gioco da ragazzi. A prima vista, anche i professionisti trovano difficile distinguere un gattino piccolo femmina da un maschio. Tuttavia, si possono osservare alcune differenze caratteristiche nei gattini di appena cinque settimane – distanza tra i genitali, colore del mantello e comportamento – che possono dare indicazione sul loro sesso.

Riconoscere gattini maschio o femmina, una premessa

Con i gattini appena nati, è meglio interrompere il meno possibile il rapporto con la madre, e disturbarli solo in casi eccezionali. Se un gattino viene maneggiato troppo durante le prime settimane di vita, la madre potrebbe anche abbandonarlo o smettere del tutto di allattarlo. Quindi non essere troppo ansioso di determinare il sesso dei tuoi gattini: aspetta almeno due settimane, o preferibilmente più a lungo, per iniziare a maneggiare i gattini.

Durante la valutazione del sesso del tuo gattino, è necessario ridurre al minimo lo stress. Inizia prendendolo in braccio, accarezzandolo delicatamente e coccolandolo vicino al tuo corpo. Grattargli la schiena proprio alla base della coda potrebbe fargli sollevare automaticamente la coda, dandoti una vista delle parti intime in questione. Ma se un gattino è scostante o in preda al panico, lascia l’ispezione a un altro momento, provando magari con un altro micino della cucciolata.

Come riconoscere se un gattino è maschio o femmina

A due settimane, alcuni allevatori paragonano l’aspetto dei genitali del gattino a dei segni di punteggiatura. I genitali di una gattina assomigliano a un punto esclamativo capovolto, con la fessura vaginale verticale che si trova appena sotto l’ano e con una distanza minima in mezzo. L’organo di un gattino maschio sembra più come un due punti (:), con il pene che risiede appena sotto l’ano e separato da uno spazio sufficiente per accogliere i suoi testicoli. Potresti anche essere in grado di vedere piccoli grumetti in quello spazio, che cresceranno man mano che il gattino matura.

Gattini maschio o femmina, come riconoscerli
A sinistra, i genitali di un gattino maschio, a destra quelli di una gattina femmina

Solleva la coda del gattino. L’apertura appena sotto la coda è l’ano. Sotto l’ano c’è l’apertura genitale che è rotonda nei maschi ed è una fessura verticale nelle femmine. In gattini della stessa età, la distanza tra l’ano e l’apertura genitale è maggiore nel maschio rispetto alla femmina.

Se, dopo l’osservazione visiva, ogni gattino ti sembra uguale, se sospetti che uno sia un gattino maschio, prova delicatamente a posizionare l’indice e il pollice ai lati dell’area dello scroto. Se senti al tatto due palline dure e forma di ovale sotto la pelle è probabile che siano i testicoli e li sentirai scivolare sotto le dita. Se li senti, questa è la conferma che il gattino è un maschio.

I testicoli del gatto si sviluppano vicino ai reni all’interno dell’addome e normalmente scendono nello scroto entro i due mesi di età. Ciò può verificarsi più tardi in alcuni gatti, ma raramente dopo i sei mesi di età. Succede a volte che i testicoli vengano ritenuti nell’addome, dando luogo al cosiddetto criptorchidismo. In questo caso è meglio consultare un veterinario.

Riconoscere maschio e femmina dal colore del mantello

Un altro modo più semplice, ma meno affidabile per capire il sesso del tuo gattino è il colore del suo mantello. I gatti con tre colori (a volte chiamati gatti tartarugati) sono quasi sempre femmine. La composizione cromosomica delle femmine è l’unico responsabile di questa colorazione, quindi puoi praticamente essere sicuro che qualsiasi gatto calico sia una femmina. I gatti arancioni o color zenzero, invece, sono più spesso maschi . Tuttavia, questo tratto non è affidabile come il tratto tricolore, poiché solo tre quarti dei gatti arancioni sono maschi.

Maschio o femmina dal comportamento del gatto

Man mano che i gattini diventano più grandi, iniziano a sviluppare le loro personalità uniche. I gattini maschi potrebbero iniziare ad esplorare l’ambiente di più man mano che si avvicinano alla maturità sessuale. Possono anche diventare territoriali, spesso spruzzando per stabilire il loro territorio e allontanare eventuali invasori. I maschi in genere sono anche più irrequieti e aggressivi.

Le gattine (a volte anche di appena quattro mesi) possono andare in calore, vocalizzando questo “raggiungimento della maggiore età” con forti urla e comportamenti di ricerca dell’attenzione. Prima sterilizzi il tuo gattino meno il tuo gatto tenderà a mantenere comportamenti legati alla maturità sessuale, come il calore per le gatte e lo spruzzare la pipì per i gatti.

Alcune persone affermano che i gatti maschi sono più amichevoli e più estroversi delle femmine. Ma questa differenza non è affatto universale e le personalità dei gatti sono quasi tanto varie quanto le personalità umane. Quindi scegli il tuo animale domestico in base alla connessione che crei alla prima interazione e presta poca attenzione al suo genere, sarà amore in entrambi i casi!

Leggi anche

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *