Gatto himalayano

Il gatto Himalayano è stato selezionato da un incrocio tra il gatto Persiano e il gatto Siamese, per cui è considerato una sotto-razza del persiano. E’ chiamato anche Himalayan Persian o Colourpoint Persian.

Quello che caratteristica e rende unico il gatto Himalayano è il colore del mantello, che si presenta colour point, ossia chiaro sulla maggior parte del corpo e scuro nella zona del muso, delle zampe e della coda.
Leggi anche: I colori del pelo del gatto, il colour point

Altra caratteristica importante è il colore degli occhi, che deve essere di un azzurro intenso.

gatto Himalayano: le origini

Le prime selezioni del gatto Himalayano avvennero in America, lavorando sul gene del colourpoint (o appunto Himalayano), individuato nel 1920 dal genetista svedese Sig. Tjbbes, incrociando poi nel 1935 un Persiano nero e un Siamese.

In seguito nel 1950, Margherita Goforth selezionò il primo gatto Himalayano dal caratteristico colore e consistenza del pelo simile al coniglio Himalayano, dando origine a questa razza felina.

In seguito l’incrocio con il Siamese fu abbandonato, avendo sviluppato nel tempo dei gatti con caratteristiche del persiano e con il gene colour point, dando così origine ad una razza a sé stante, appunto il gatto Himalayano, anche se da molte associazioni feline è ancora considerata una sotto razza del gatto Persiano.

Caratteristiche del gatto Himalayano

E’ un gatto di stazza medio grande, dal caratteristico e fluente pelo, che alla nascita è tutto bianco, e poi inizia a scurirsi dopo circa 10 giorni, attorno alle orecchie, al muso e sulle zampe e coda.

Il suo pelo è uno tra i più lunghi di tutte le varietà di gatti, molto folto, e gli stacchi tra le colorazioni di corpo ed estremità possono essere anche abbastanza netti.

Caratteristici sono i suoi occhi, che sono grandi e rotondi e variano la loro colorazione tra il blu e l’azzurro intenso,  e la sua espressione dolce, ereditati dal Persiano.

Le orecchie sono piccole e tondeggianti, il corpo dal petto ampio e le zampe corte.Il muso tende ad essere largo e schiacciato come quello del Persiano

Il colore del pelo, che sarà sempre colour point può assumere varie sfumature, che possono essere:

  • Seal point: il corpo assume una sfumatura dorata o guscio d’uovo e le estremità bruno focato
  • Cream point: ha il corpo sempre bianco e le estremità di un rosso sbiadito
  • Chocolate point: in questo caso il corpo è color avorio chiaro, mentre le estremità sono proprio color cioccolato al latte
  • Lilac point: il corpo può essere di color avorio in varie tonalità sempre pallide e le estremità sono sul beige rosato molto pallido
  • Red point: il corpo è bianco sporco e le estemità sono rosse o arancio vivo, possibilmente scure
  • Blu point: il corpo è bianco-grigio mentre le estremità diventano azzurre
Il mantello del gatto himalayano
Il mantello del gatto himalayano

IL gatto Himalayano: carattere

Il gatto Himalayano è abbastanza tranquillo, caratteristica ereditata dal Persiano, ma è anche chiacchierone, caratteristica ereditata dal Siamese. E’ giocherellone, ma anche docile.

Vuole giocare, come tutti i gatti, ma non è invadente con il suo umano. Ama stare in compagnia e ha il tipico vocalizzo del siamese, vivace ma gradevole.

E’ un gatto che si affeziona molto al suo umano, cercherà molto la sua compagnia e sarà un fedele amico felino, tranquillo e molto socievole. Vedi anche: gatto Persiano e gatto Siamese

Il gatto Himalayano è famoso per essere il simpatico Sfigatto di “Ti presento i miei

Standard di razza

  • Corporatura: Da media a robusta.
  • Corpo: Di tipo cobby, zampe corte e petto ampio. Spalle massicce e schiena muscolosa, senza dare segni di obesità.
  • Mantello: Ha un pelo lungo, molto folto, morbido, sericeo e fine. Il contrasto tra la pigmentazione del corpo, chiaro, e le estremità, scure, deve essere il più netto possibile. Tanto più è netto il contrasto, tanto più risulta pregiato il gatto. Gorgiera molto folta.
  • Testa: Rotonda e voluminosa con cranio largo. Essa è situata su un collo corto e spesso. La struttura del cranio deve essere rotonda al tatto. fronte bombata; mascelle e mandibole potenti. Giuancie piene.
  • Occhi: Grandi e rotondi, ben distanziati, conferendo la tipica espressione dolce. Presenta colori che variano dal blu all’azzurro, il più brillante ed intenso possibile.
  • Orecchie: Piccole con punta arrotondata, leggermente inclinate in avanti e non eccessivamente aperte alla base. Ben distanziate e inserite piuttosto basse sulla testa.
  • Mento: pieno, ben sviluppato, arrotondato e forte.
  • Arti: Corti, robusti e forti. Arti anteriori diritti. Gli arti posteriori, osservati da dietro, risultano diritti.
  • Piedi: Larghi, tondi e forti. Sono tollerati ciuffi di pelo tra le dita.
  • Coda: Corta, ma proporzionata alla lunghezza del corpo.
  • Penalità: Coda piegata o anomala; Presenza di medaglione; Evidente deformità della colonna vertebrale; Aspetto asimmetrico della testa; Errato colore degli occhi; Strabismo; Displasia dell’anca; Le estremità colorate non devono presentare peli bianchi, o comunque zone più chiare.
Il gatto himalayano
Il gatto himalayano

Prezzo del gatto Himalayano

Il gatto Himlayano ha un prezzo accessibile, che si aggira circa sui 350€, dipende dall’allevamento e dalle caratteristiche. Ricordiamo che un gatto di razza, per essere definito tale, deve essere sempre accompagnato da pedigree.

Cura del gatto Himalayano

Il gatto Himalayano è un gatto a pelo lungo, quindi la cura del pelo è molto importante. Va spazzolato molto spesso per scongiurare eventuali nodi, abituandolo fin da piccolo in modo che possa accettare la toelettatura tranquillamente e prenderla come una coccola quotidiana.

Vanno puliti anche gli occhi, che tendono a lacrimare, come il suo progenitore Persiano.

Allevamenti gatto Himalayano: vai alla sezione allevamenti di Miciogatto.

4.7
09
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *