Gatto volante: cadute dall’alto causate da una sindrome

,
gatto volante caduta gatto cosa fare

Che hanno 7 vite, che sono funamboli, che cadono sempre in piedi… Diversi miti che vanno in pezzi in un secondo, proprio nell’istante in cui il tuo gatto perde l’equilibrio, cade dall’alto e, come un paracadutista, anzi più un gatto volante senza paracadute, vola per diversi metri prima di toccare terra. Le cadute dall’alto per i gatti sono una delle cause più comune di una corsa disperata dal veterinario, causate anche dalla cosiddetta sindrome del gatto volante.

È vero che i gatti hanno una capacità istintiva di cadere sulle quattro zampe qualunque sia la loro posizione prima di cadere, e che sono dotati di un riflesso vestibolare che consente loro di cadere sulle zampe anche da grandi altezze; questo accade perché il loro peso corporeo è distribuito simmetricamente e armoniosamente in modo che il loro baricentro sia lo stesso del centro geometrico del loro corpo. Ciò consente loro di ripristinare la loro posizione fisiologica durante la caduta… ma non sempre ci riescono. Possono fallire.

Si chiama “sindrome del gatto volante” quando un gatto subisce lesioni a causa di una caduta nel vuoto da un balcone o da una finestra. Non succede perché saltano, ma piuttosto perché scivolano o qualcosa gli fa perdere l’equilibrio (una folata di vento, qualcosa che li spaventa, una mancanza di concentrazione…). Quando un gatto cade nel vuoto e non riesce a correggere la propria postura in aria, l’altezza è eccessiva o incontra oggetti come stendibiancheria o sporgenze che colpisce, può subire lesioni di varia gravità e può anche morire.

Il solo fatto di cadere da una finestra, anche se ne escono illesi, può essere un’esperienza che spaventa parecchio i gatti, e comprensibilmente direi. Non sorprenderti se dopo una “avventura” come questa, il tuo gatto si nasconde per 2 o 3 giorni. Un problema grosso può anche essere il fatto che un gatto che cade da una certa altezza, magari non si ferisce minimamente, ma poi scappa spaventato, perdendosi. Se è ferito e scappa, la cosa è ancora più grave.

Profilo del gatto che soffre di sindrome del gatto volante

Un gatto che è più suscettibile alla sindrome del gatto volante felino ha due caratteristiche:

  • Ha meno di 2 anni: è meno comune che i gatti più anziani cadano.
  • Non è sterilizzato: comportamenti aggressivi o sentire il calore può significare un rischio di cadere da una finestra o da un balcone.

Tuttavia, nessun gatto è completamente al sicuro dalle cadute dall’alto: la prevenzione in casa sarà la soluzione migliore! La sicurezza non è mai troppa, balconi e finestre vanno messi in sicurezza con apposite reti, nessun pertugio va sottovalutato, sia per il rischio di fuga di un gatto, sia per il rischio di caduta.

Trixie rete di protezione, 6 x 3 m, Transparent
1.306 Recensioni
Trixie rete di protezione, 6 x 3 m, Transparent
  • Misura della maglia in particolare per gatti piccoli
  • Può essere usata ovunque
  • Protettore di rete facile da montare

La sindrome del gatto volante può essere prevenuta. Assicurati di avere finestre sicure con sistemi di fissaggio in modo che non si muovano in caso il gatto decida di salirci sopra. Non lasciare finestre aperte quando non sei in casa, nemmeno in modalità vasistas, cioè aperte solo in alto, perché in tal caso il gatto potrebbe rimanere incastrato con la testa o con il corpo nel tentativo di uscire, con conseguenze spesso fatali. Potrebbe essere l’opzione più sicura per tenere il gatto lontano da balconi o scale antincendio. Le cadute possono avvenire sempre, anche con il gatto più abile del mondo nell’equilibrismo: un insetto, un rumore, qualsiasi cosa potrebbe distrarlo e causarne la caduta.
Se vedi che il tuo gatto sta passeggiando sulla ringhiera del terrazzo e non è in sicurezza, non chiamarlo o tentare di prenderlo, potrebbe divincolarsi e cadere.

Lesioni da sindrome del gatto volante

I traumi o le lesioni provocati da questo tipo di caduta colpiscono principalmente la testa, in particolare il mento e i denti, la colonna vertebrale, il torace e l’addome.
Sebbene possa sembrare sorprendente, i casi in cui i gatti sono caduti da un’altezza inferiore a due piani sono più gravi, perché hanno meno tempo per regolare il corpo e allungarsi per ridurre la velocità della caduta e così facendo ridurre l’impatto su atterraggio. Tuttavia, la loro capacità di sopravvivere a una caduta dall’alto ha un limite: altezze equivalenti a un 5° o 6° piano finiscono per essere fatali, ma può essere letale anche una caduta dal primo piano, o può portare a rottura della colonna vertebrale con conseguente paralisi.

A POSTO CON LO SHOPPING PER IL TUO GATTO?


Cosa fare se il gatto cade dal balcone o dalla finestra

Se il tuo gatto cade da un’altezza significativa, raccoglilo con cura in un lenzuolo o un asciugamano e portalo rapidamente in un ospedale veterinario che può gestire i casi di trauma.
Il solo fatto di essere caduti da una finestra, anche se ne escono illesi, può essere un’esperienza che li spaventa parecchio. Se il tuo gatto ti sembra illeso, portalo comunque dal veterinario, possono esserci traumi interni di cui non te ne accorgi, e i gatti sono bravissimi a nascondere il fatto che provano dolore. Il gatto sarà molto spaventato, tienilo in un luogo tranquillo e silenzioso durante la convalescenza, forniscigli cibo e acqua e non forzare il contatto.

Potresti anche non accorgerti che il tuo gatto è caduto, e che lui rientri in casa come nulla fosse: in tal caso occhio ai segni rivelatori della caduta: i sintomi che si presentano variano notevolmente a seconda di quali lesioni si sono verificate all’interno del gatto. Il ritardo dell’insorgenza dei sintomi è comune, quindi se non sono evidenti problemi gravi nel tuo gatto dopo una caduta, è comunque necessario portarlo da un veterinario per una valutazione completa. I sintomi possono manifestarsi come segue:

  • Massa addominale dolorosa
  • Distensione addominale
  • vomito
  • Ferite visibili
  • Perdita di sangue
  • ittero
  • Sanguinamento o gonfiore della bocca
  • Arti disallineati

Il veterinario eseguirà un esame fisico completo del gatto per identificare tutte le lesioni presenti. Possono essere necessari raggi X ed ultrasuoni, inclusa un’ecografia transaddominale, per vedere l’entità del danno interno. Queste immagini possono aiutare a identificare rotture di organi o la presenza di pancreatite. Il veterinario determinerà se esiste un liquido addominale anomalo e di cosa è composto. Verrà eseguito un esame del sangue completo, compreso un esame emocromocitometrico completo per monitorare il numero di globuli bianchi e un profilo biochimico per cercare aumenti di creatinina o potassio.

Il trattamento appropriato per il gatto dipenderà dal tipo di lesioni presenti. Alcune circostanze richiedono una stabilizzazione di emergenza prima di poter somministrare qualsiasi altro trattamento.

Se qualcuno degli organi interni si è rotto a causa della caduta e perde sangue, urina o altri fluidi nell’addome, sarà necessario ripararli immediatamente. Eventuali ossa che sono state gravemente rotte dovranno essere riallineate, a volte con l’aggiunta di perni o altri impianti per il supporto. Potrebbe essere necessaria una stecca mentre l’osso si riprende. La chirurgia richiede l’anestesia generale e comporta dei rischi, soprattutto quando sono coinvolti organi vitali.

Un gatto che ha subito una caduta da grandi altezze può essere sotto shock per il trauma. L’ossigeno supplementare, un sondino per l’alimentazione e liquidi per via endovenosa possono aiutare a stabilizzare le condizioni del gatto in modo che possa iniziare a riprendersi.

La convalescenza di un gatto caduto dall’alto

Se il tuo gatto ha subito un intervento chirurgico d’urgenza, ti verranno fornite istruzioni specifiche per l’assistenza domiciliare. Il sito dell’incisione dovrà essere monitorato quotidianamente per osservare i segni di infezione. Potrebbe essere necessario somministrare alcuni antidolorifici o antibiotici. Tutte le attività dovranno essere limitate per un po’ di tempo. Il riposo completo è necessario per gravi fratture ossee e per danni agli organi. Con una convalescenza adeguata fatta di riposo, si possono recuperare anche lesioni potenzialmente letali. Una caduta può essere fatale, ma la maggior parte dei gatti sopravvive con cure adeguate.

Mi auguro che tu non abbia mai assistito alla caduta di un gatto da una finestra o un balcone e che non sia mai successo al tuo gatto, in caso contrario raccontami pure la tua esperienza nei commenti. E se hai messo in sicurezza balconi e finestre, fammi sapere come hai fatto e se ti va metti la foto nel gruppo Facebook di Miciogatto!

Leggi anche

Cerca su MicioGatto quello che ti serve:
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *