Il gatto è un animale molto territoriale. Gli piace andare in giro, gli piace controllare il suo territorio, cacciare, arrampicarsi sugli alberi: in poche parole, gli piace fare tutto ciò che non può fare in appartamento.

Noi consideriamo ormai gli animali domestici come effettivi membri della famiglia, e a che se obiettivamente stanno meglio che non in mezzo a un bosco, loro non se ne rendono conto, e vorrebbero tornare continuamente alla vita selvaggia che un gatto, di per sé, dovrebbe condurre.

E visto che queste loro intenzioni non sono quelle dei padroni, bisogna trovare un modo per non far annoiare il gatto in casa; la noia, infatti, porta spesso a stress, che riduce le difese immunitarie dell’animale e rende il gatto più incline alle malattie.

Addirittura, la noia è la componente principale che porta alla non guarigione, se contratta, della Rinotracheite infettiva del gatto, malattia felina causata da un Herpes; come a noi viene l’Herpes labiale quando siamo stressati, al gatto torna questa malattia (che però è respiratoria) che non se ne va mai del tutto.

È uno dei tanti motivi per cui il gatto non deve mai annoiarsi, nonostante viva in appartamento.

Come non far annoiare il gatto in casa?

Per prima cosa bisogna mettere in conto che dobbiamo riuscire, da padroni, a rendere la casa quanto più possibile un ambiente stimolante per il gatto, ovviamente nei limiti della decenza.

La prima cosa che dovremmo sempre avere è il tiragraffi. Si tratta di una parete, orizzontale o verticale, che il gatto può usare (a differenza dei mobili per farsi le unghie), un’operazione che al gatto piace di per sé ma che lo rende anche tranquillo perché, grazie alle ghiandole che ha sui cucsinetti plantari, marca anche il territorio. Una cosa che di per sé gli piace fare, e che non va sottovalutata.

Ai gatti, poi, piace stare in alto per controllare la situazione, specialmente se ci sono in casa altri animali o le persone.

Quando non c’è nessuno magari conta meno, ma gli piace stare sollevati lo stesso (in natura vivono sigli alberi).

In questo articolo, trovi una giuda alla scelta del tiragraffi.

Per questo motivo, anche se ovviamente il gatto non può avere accesso a tutto (tipo alla cucina, dove si cucina, o al tavolo dove si mangia) è bene permettergli di salire su una poltrona, su una mensola, su un apposito ripiano, su uno di quei giochi per gatti che sembrano alberi (dove dormono, anche): un posto sopraelevato lo fa essere tranquillo e gli permette di controllare la situazione anche se non c’é nulla da controllare.

Inoltre, ai gatti piace il sole: stare al sole è una di quelle attività che ai gatti piace proprio di per sé, anche se non ne traggono alcun beneficio.

Leggi anche: Gatti da appartamento, esiste una razza ideale?

Per questo motivo, se sappiamo che anche per metà giornata su una finestra, o su un piccolo balcone, picchia il sole, lasciamo aperto uno spiraglio della finestra o della porta per farcelo andare; ci passerà le ore e godrà, perché è una cosa che gli piace proprio.

E non abbiate paura che cada: hanno un senso dell’equilibrio troppo sviluppato per poter cadere di sotto; del resto, sono ottimi arrampicatori.

Infine, non dobbiamo dimenticare dell’istinto della caccia, che è forse l’attività che fa muovere di più il gatto in assoluto: anche se non caccia per avere in premio qualcosa da mangiare, lo farà per una questione istintiva.

E qui i giochi per gatti, fatti proprio per stimolare questo istinto, sicuramente non mancano: da quelli fatti in casa, come le palline o i tappi di sughero, che il gatto si lancia da solo sul pavimento e poi rincorre, ai topini di peluche, ai pupazzi, ai calzini, ci vuole veramente poco per non far annoiare un gatto in questo senso.

Bestseller 1
catit Senses Centro benessere
Hagen - Assortito
19,99 EUR
Bestseller 2
catit design Senses Circuito con pallina, per gatti
R C Hagen UK Ltd - Assortito
16,99 EUR
Bestseller 3
catit Senses - Labirinto per cibo.
Hagen - Assortito
13,99 EUR

Magari, bisogna considerare che queste cose al gatto piacciono se si muovono, più che se sono lì ferme da una parte; le palline le spinge da solo se vuole, ma per quanto riguarda i topini di peluche se c’è qualcuno che glieli muove sul pavimento, magari tirandoli con un filo, e a scatti (tiro, poi mi fermo, poi tiro piano) desterà l’interesse del gatto che punterà e poi salterà addosso al topo.

Esistono anche delle varianti, a pile, che si muovono per conto proprio, e danno così l’impressione di dimenarsi.

Leggi anche: Giochi per gatti fatti in casa

image

Infine, una cosa che (se ci siamo noi, ovviamente) gli piace tantissimo è il laser: il normalissimo puntatore che si punta per terra e si fa muovere, che il gatto non capisce che cosa sia, ma si diverte a rincorrerlo.

In offerta
Wireless Laser Presenter, Restar 2.4GHz Wireless USB per Presentazioni in PowerPoint Telecomando Pointer Clicker laser Presenter Flip Pen con clip [GARANZIA A VITA]
80 Recensioni
Wireless Laser Presenter, Restar 2.4GHz Wireless USB per Presentazioni in PowerPoint Telecomando Pointer Clicker laser Presenter Flip Pen con clip [GARANZIA A VITA]
  • TELECOMANDO PRESENTER WIRELESS, Frequenza di Funzionamento wireless 2.4G RF, laser con portata fino a 100 metri, in modo da permettervi di muovervi liberamente per la stanza e interagire con il pubblico. Il puntatore laser rosso di questa penna per presentazioni lo rende di facile visione contro la maggior parte dei sfondi, utile per evidenziare le aree chiave di diapositive.
  • ALIMENTATO da batteria AAA 1 * (NON incluso), veloce e facile da cambiare nel puntatore laser. Standby automatico e le funzioni di sonno profondo per maggiore risparmio energetico ed uso durevole.
  • PORTATILE e CONVENIENTE. Castone per ricevitore incorporato nel telecomando per aumentare compattezza e trasportabilità. Una clip sul presentatore rende ancora più facile il trasporto.

Salvo poi prenderlo con le zampe e (chiaramente) non lo acchiappa e gli scappa di nuovo: una cosa che, particolarmente quando in casa ci siamo anche noi, non lo farà annoiare (anzi) e che permetterà anche a noi di avere un rapporto più intimo con il nostro micio.

Ecco un interessante seminario tenuto dalla Dott.ssa Elena Borrione sul gioco del gatto:

Ed il tuo gatto in casa si annoia o si diverte? Scrivi i tuoi trucchetti per tenerlo impegnato nei commenti!

Da leggere dopo:

 

Vita da appartamento, come non far annoiare il gatto
4.8 (96.67%) 6 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *