Cane o gatto Come scegliere per adottare

Quando si arriva alla decisione di adottare un animale da compagnia, generalmente, la scelta ricade tra i pets più conosciuti: il cane e il gatto. Ma quale è meglio scegliere tra cane o gatto? Ovviamente, la scelta deve essere del tutto personale, ma dato che è una scelta importante e deve essere responsabile, valutiamo insieme se scegliere un cane o un gatto.

Meglio un cane o un gatto?

Di per sé non esiste una cosa migliore di un’altra, questo vale per tutto, ma dipende sempre dal contesto in cui si fa questa scelta.
Per aiutarvi ad orientarvi nella decisione tra cane e gatto, e anche per portare dalla vostra parte magari un partner indeciso o qualcuno che vorrebbe un cane, mentre voi volete un gatto, abbiamo creato questa sorta di “check list” tra cane e gatto, per capire quale animale fa per voi.

meglio un cane se…

  • Se lo hai sempre desiderato perché ti affascina questa specie legata da sempre all’essere umano;
  • Se ogni volta che ne incontri uno per strada ti viene voglia di avvicinarti, accarezzarlo e sapere come si chiama;
  • Se hai avuto la sensibilità di condividere gli appelli di adozioni oppure di ricerca di cani scomparsi attraverso anche i social;
  • Se ti piace vedere documentari sul lupo e suoi simili;
  • Se ti appaga il concetto di “branco” ovvero il gioco di squadra;
  • Se hai avuto l’interesse di conoscere le varie razze canine e le loro varie attitudini…
    Beh allora sicuramente il cane (Canis lupus familiaris) è l’animale da compagnia adatto a te.

Meglio un gatto se…

  • Se lo hai sempre desiderato perché ti affascina questa specie che non è stata mai realmente e totalmente addomesticata dall’uomo;
  • Se ogni volta che incontri un gatto per strada cerchi se ce ne sono altri, se ci sono ciotole di cibo e acqua e ti informi se fa parte di una colonia felina oppure si è smarrito;
  • Se hai avuto la sensibilità di condividere gli appelli di gatti e gattini sia di adozioni che di ricerca attraverso anche i social;
  • Se ti piace vedere documentari di altri felini come tigri, leoni, pantere e altro;
  • Se ti appaga il riuscire a cavartela da solo senza dover necessariamente avere l’aiuto di qualcuno;
  • Se hai avuto l’interesse di conoscere le varie razze feline…
    Beh sicuramente il gatto (specie Felis silvestris catus) è l’animale da compagnia adatto a te.

Cane vs gatto nella vita quotidiana

Hai riflettuto su chi tra cane e gatto è meglio per te a livello di intesa/feeling? Bene!
La nostra check-list era un orientamento di base per capire se sei più portato per avere un cane oppure un gatto.

Ora, però, arriva il momento di capire quanto a livello di gestione quotidiana sei in grado di offrire al tuo cane o gatto.

Se vuoi un cane

Al di là della razza di appartenenza (meglio se un trovatello!), devi considerare che il cucciolo deve rimanere assieme alla propria madre e ai fratellini il tempo necessario per imparare l’inibizione del morso e l’autocontrollo motorio oltre a molto altro. I giorni di vita per un cane corrispondono ai nostri mesi di vita, mentre i suoi mesi corrispondono ai nostri anni! Ecco perché ogni momento è prezioso e non va sottovalutato. Tutto ciò che imparerà con noi verrà memorizzato e rielaborato nel bene e nel male.

Perciò ricorda che:

  • dall’ottava alla decima settimana c’è il periodo permanente della paura: in questa fase delicatissima non dobbiamo far spaventare il cucciolo;
  • dal 3° al 4° mese c’è la socializzazione ambientale: in questa fase il cucciolo deve esplorare ogni tipo di ambiente, monitorando sempre ogni situazione;
  • dall’8° al 12° mese si ha la maturità sessuale;
  • fino ai 2 anni si ha la maturità sociale: il cucciolo deve capire il suo grado gerarchico e sta a noi farglielo capire.

Se hai scelto un gatto

Al di là della razza di appartenenza (meglio se un trovatello!) devi considerare che il cucciolo deve rimanere con la madre e i fratellini il tempo necessario affinché acquisisca il giusto equilibrio psicofisico evitando così la maggior parte delle patologie comportamentali legate al distacco precoce.
Leggi anche: Gattino piccolo, quando il distacco dalla madre

L’ambiente in cui vivrà con noi deve essere molto ben curato.
L’arricchimento ambientale per un gatto è importantissimo. Perciò forniamo scatole e/o scatoloni, scalette e mensole, libero accesso a qualche armadio/cassetto, più fonti di cibo e acqua, accesso a finestre/balconi/terrazzi in sicurezza, arrampicatoi e graffiatoi verticali e orizzontali, più lettiere, palline e topini, stuzzicamici e molto di altro.
A volte anche la presenza di un conspecifico può essere considerato arricchimento ambientale, ma dipende dalla personalità del gatto perché spesso preferisce rimanere solo!
Leggi anche: Meglio un solo gatto o due?

Scelta tra cane o gatto

Chiunque tu abbia scelto devi aver chiaro in mente che gli animali non sono giocattoli, ma esseri viventi capaci di provare emozioni, è un impegno e una grande responsabilità che abbiamo quando si adotta un gatto e/o un cane.

Ricordati che, insieme alle vaccinazioni e alle cure veterinarie necessarie, bisogna fornirgli cibo adeguato, curarne il mantello, dargli oggetti adeguati al gioco, pulire quotidianamente le lettiere del gatto e far uscire il cane almeno due volte al giorno per i suoi bisogni fisiologici.

Devi adattare le tue abitudini, valutare i periodi di vacanze, se portarlo con te o affidarlo alle cure di una persona di fiducia che sia in grado di farlo.

Devi educarlo spiegando, senza l’uso della coercizione, cosa gli è permesso di fare e cosa no.
Se tutto ciò ti è chiaro, sei davvero pronto ad adottare un cane o un gatto. Se hai domande o vuoi raccontare la tua esperienza, scrivi pure nei commenti qui sotto. E buona convivenza a sei zampe 🙂

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *