gatto British Shorthair

Gatto robusto, detto anche “il Bulldog tra i gatti“, disgnitoso e riservato, il British Shorthair è adatto a stare a lungo all’aperto, quindi a chi possiede un giardino, ma si adatta anche molto bene alla vita casalinga come quasi tutti i gatti. British, lo dice anche il nome, per la sua indole, appunto, “british”, quindi tranquilla e sorniona. Particolarmente apprezzata la varietà Briths Shortair blue.

Origini del British Shorthair

Gatto di origine inglese, selezionato a partire dall’Ottocento dal gatto britannico, che in realtà discende dal gatto italiano, per ottenere una struttura robusta e resistente, con testa larga e pelo folto.

Il British Shorthair venne presentato per la prima volta ad una esposizione felina a Londra nel 1871, ma raggiunse il successo dopo la pubblicazione del libro di Harrison Weir “Our cats and all about them”, che parlava proprio di questo gatto.

Dopo un declino della razza di gatti British Shortair nel Novecento, a causa del rafforzarsi della moda di gatti esotici, si incrociarono i pochi esemplari rimasti con dei Persiani, dalla morfologia simile. Si ottenne così un gatto ancora più sano e robusto.

British shorthair - foto Silvia Pampallona

British shorthair – foto Silvia Pampallona

Carattere del British Shorthair

E’ un gatto indipendente ed abile cacciatore, ama essere libero e gli spazi grandi, quindi adatto a chi può avere un giardino o casa grande. Ma il gatto razza British ama anche vivere in casa, quindi è adatto alla vita di appartamento, perché docile ed accomodante.

Ha un carattere gentile e riservato, testardo, bisogna educarlo bene a cosa può e non può fare ed insegnargli a ritornare in casa al richiamo, altrimenti si rischia che si goda la libertà talmente tanto da non rientrare quando è il momento.

Aspetto e caratteristiche

Il gatto British Shortair è di taglia da media a grande, molto solido e massiccio, corpo possente e spalle ampie. Le zampe sono corte rispetto al corpo, robuste e con piedi rotondi. Come potete vedere nel video che vi propongo a fondo articolo, sia i gattini British shortair che gli adulti, sono dominati da una forma: il cerchio. Tonda è la testa, tonde le guance, tondo il corpo.

La testa è grossa e tonda, con grosse mascelle. Ha naso dritto, corto e largo, orecchie arrotondate e occhi grandi e rotondi. La coda è spessa alla base  e più sottile in punta. Il pelo è folto e dalla tessitura compatta, può esistere in tutti i colori, ma il più apprezzato, come dicevamo, è il British Shortair blue. E’ un gatto shortair, lo dice il nome stesso, perché è a pelo corto.

Esiste anche in versione torite, spotted e tabby, in particolare apprezzato è il silver tabby. Dal 1991 è accettata anche la varietà colour point.

Libri utili sul gatto British shorthair

In offerta
British shorthair
Mariaelena Turisani - Editore: Castel Negrino - Copertina flessibile: 96 pagine
18,90 EUR - 2,84 EUR 16,06 EUR
British Shorthair Cat (Pet Love) by F.M. Rowley (2001-06-20)
F.M. Rowley - Interpet Publishing (2001-06-20) - Copertina rigida
171,04 EUR

Standard di razza del gatto British Shorthair (BRI):

Codice EMS: BRI
Associazioni che riconoscono la razza: AACE, ACF, ACFA, CCA, CFA, FIFé, GCCF, LOOF, SACC, TICA, WCF

  • Generale
    Taglia: Da media a grande
  • Testa
    Forma: Rotonda e massiccia, con un cranio largo
    Naso: Corto, largo e dritto, con un leggero avvallamento, ma non uno stop come negli EXO.
    Mento: Forte
  • Orecchie
    Forma: Piccole e leggermente arrotondate alle estremità
    Piazzamento: Posizionate ben distanti.
  • Occhi
    Forma: Grandi, rotondi, ben aperti e distanziati fra di loro.
    Colore: Rame o arancione scuro
    Blu
    Occhi impari
    Verde o verde azzurro; verde è preferito.
  • Collo
    La testa è portata su un collo corto, molto forte e ben sviluppato.
  • Corpo
    Muscoloso, compatto (‘cobby’).
    Torace ampio; spalle e schiena forti e solide.
  • Zampe
    Corte e forti.
    Piedi: Forti e tondi.
  • Coda
    Corta e spessa, con la punta lievemente arrotondata.
  • Mantello
    Struttura Corta e densa, il pelo non è aderente a causa della presenza di un folto sottopelo. Tessitura fine. La tessitura deve essere ‘croccante’ (‘crispy’) al tatto.
    Colore: Ogni pelo deve presentare un colore uniforme fino alla radice, tranne che nelle varietà tabby e silver.
British shorthair - foto Silvia Pampallona

British shorthair – foto Silvia Pampallona

Cure

Nel gatto Shortair British la toelettatura del pelo deve essere accurata ed eseguita con un pettine a denti fini per eliminare il pelo morto, specie in periodo di muta.

Però lo stesso mantello folto è soggetto a infestazioni da pulci, anche perché ama stare all’aperto, per cui è bene trattarlo regolarmente con i prodotti appositi.

Prezzo del British Shorthair

Prezzo nella norma, per un gatto di razza, per il British,  il cui costo può variare dai 400 ai 900€, dipende molto se lo volete da compagnia o da esposizione e dalla linea genealogica del vostro gatto British Shortair. Prezzo che invece salirà se volete un gatto da esposizione o da riproduzione. Nel costo va sempre incluso il Pedigree, senza il quale il vostro british non può essere definito un “gatto di razza”

Video sul gatto British Shortair

Spesso il British viene confuso con il certosino, ma le loro caratteristiche sono del tutto diverse. Per il British la forma principale è il cerchio, come viene detto nel video, il tondo, e la panza tonda! 😀

Da leggere dopo:

Gatto British Shorthair | Tutto sul carattere, prezzi, caratteristiche
4.6 (92%) 10 votes

Potrebbe interessarti:

0 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] così nel Massachusset si proseguì la selezione incrociando lo Scottish Fold con altri Birtish Shorthair, Exotic Shorthair e Shorthair Americani, facendo nascere dei gatti più robusti e […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *