12 consigli utili per rimuovere i peli di gatto dai tessuti in casa

Come rimuovere i peli di gatto da divani, vestiti, sedie e pavimenti della nostra casa?
I nostri gattoni coccolosi, oltre a tanto amore, ci danno anche un po’ di lavoro in più per tenere puliti casa e vestiti.

Togliere il pelo del gatto dai nostri mobili di casa può essere impresa ardua, anche perché una volta finito il lavoro, dopo un po il problema si ripresenta.

Durante tutto l’anno, con picchi a seconda della stagione, i gatti seminano indizi della loro presenza in ogni angolo della casa, lasciando peli ovunque.

Soprattutto in primavera quando avviene la muta del pelo, io spesso mi ritrovo a vivere con pelo di gatto ovunque, a mangiare pelo, respirare pelo, vedere groppi di pelo ruzzolare per casa come i cespugli nel deserto del Nevada.

Adoro i miei gatti, ma mi ero ripromessa di non avere mai più gatti a pelo lungo, invece, ahimè sono capitati loro, con il pelo lungo e sottile, e una fitta lanugine sotto pelo che perdono in primavera, quando iniziano i giorni più caldi.

Per correre ai ripari, io che non sono particolarmente amante delle pulizie domestiche, devo munirmi di diversi attrezzi ed adottare diversi espedienti, anche perché altrimenti mi capita di uscire di casa con delle enormi chiazze di pelo bianco in giro per i vestiti, il che non è proprio carino.

E’ come un cane che si morde la coda, se tolgo i peli di gatto dai vestiti e poi mi siedo sul divano, ecco che me li ritrovo appiccicati. Se non pulisco i cuscini delle sedie, appena mi siedo sono d’accapo. Se mi cambio per uscire e Oscar mi si struscia sulla gamba, ecco che mi devo ripulire di nuovo.

Una tragedia pelosa.

Ecco che quindi bisogna prendere in mano la situazione, munirsi di qualche attrezzo e di tanta pazienza, per non soccombere.

Come fare per togliere i peli di gatto da mobili, tappeti e vestiti, nel modo più facile ed efficiente?

I metodi tradizionali per togliere il pelo di gatto sono di solito questi:

1. Un buon aspirapolvere

Passare spesso l’aspirapolvere purtroppo è il metodo più efficace, magari in tre direzioni per ottimizzare la raccolta, e con un aspirapolvere adatto a raccogliere grandi quantità di peli.

Un marchio molto conosciuto ed efficace per le sue aspirapolveri adatte a chi ha animali è il Dyson, dicono che è una vera potenza. Costicchia ma pare sia l’aspirapolvere più efficiente e duraturo.

Vedi anche: Miglior aspirapolvere per il pelo del gatto.

2. Il robot aspirapolvere automatico

Puoi passare l’aspirapolvere più spesso, oppure se non abbiamo voglia e tempo di farlo noi a mano, acquistare un aspirapolvere automatico, come il Roomba, con cui io mi sono trovata veramente bene per anni.

Lo facevo partire la mattina prima di uscire per andare al lavoro, e quando tornavo avevo un pavimento per lo meno senza pelo fino a fine giornata.
I gatti a volte giocando me lo facevano partire loro 😀
Ora ho un robot automatico Ariete, leggi qui la mia recensione.

Ecco su Amazon gli aspirapolveri adatti alla raccolta di peli di gatto (ma anche di cane) più venduti:

In offertaBestseller 2
Dyson 228409-01 Cinetic Big Ball Animalpro 2 aspirapolvere a traino
Dyson - Cucina
529,00 EUR - 100,00 EUR 429,00 EUR
In offertaBestseller 3
Hoover FD22RP Freedom 2IN1 Scopa Elettrica Senza Fili, Grigio e Rosso
Hoover - Cucina
229,90 EUR - 119,92 EUR 109,98 EUR

3. Il rullo adesivo antipelo

Immancabile accessorio per ci ha un gatto, il rullo adesivo togli pelo è da passare su vestiti e mobili.
Oppure si può usare il suo sostituto più economico, il rotolo di scotch da pacchi con cui praticare la “ceretta” a tessuti e superfici.
Leggi in questo articolo i consigli per acquistare il rullo adesivo levapelucchi.

4. Pettinare direttamente il produttore (il gatto)

almeno ogni due giorni, per cercare di arginare il problema alla base, per cui munirsi delle spazzole adatte, ma soprattutto abituarlo fin da piccolo.
Leggi in questo articolo i consigli per spazzolare il gatto. oppure leggi la mia recensione con vide sulla spazzola Furminator.

[ Scopri Furminator su Zooplus ]

5. L’aspirapeli magico

Esistono in rete degli specifici aspirapeli, che spesso hanno anche una funzione di massaggiatore sulla cute del gatto, che si possono usare per “accarezzare” il micio, e contemporaneamente aspirare i peli in più.

Sono in genere degli apparecchi cordless, a batteria, che si possono tenere in mano massaggiando il gatto e togliendo così la lanugine ed il pelo in eccesso.

Ti allego qui alcuni esempi di aspirapeli in vendita su Amazon, le offerte e le opinioni sono buone, leggi quindi le recensioni cliccando sulle stelline:

6. Il guanto per togliere i peli

Esiste anche un pratico guanto in gomma, fatto apposta per accarezzare il proprio gatto o cane, e liberarlo dai peli che si stanno staccando, prima che ricadano sui mobili o si attacchino ai tessuti di casa.

Anche in questo caso, il guanto è in gomma lavabile, si indossa e si procede ad accarezzare il proprio animale, in questo modo si massaggia il gatto e vengono anche tolti i peli in eccesso.

La novità dell’anno: La Spazzola toglipeli autopulente, leggi qui

Altri metodi pratici per togliere i peli di gatto

Nonostante tutto questo, i peli continuano imperterriti a rimanere ovunque…ecco allora qualche altro consiglio per potenziare le vostre pulizie:

  1. inumidite leggermente un panno, il top sarebbe la pelle di daino sintetica.
    Potete usare semplice acqua oppure con l’occasione aggiungere anche un prodotto detergente per disinfettare.
    Strizzate e passate sulle superfici: i peli di gatto non si attaccheranno al panno, ma formeranno delle matassine molto facili da togliere. In caso abbiate dei dubbi se un qualche particolare tessuto potesse essere danneggiato, provate prima in un angolino;
  2.  passate un guanto di gomma (ok quelli per lavare i piatti), in questo caso raccoglierà direttamente i peli e le matassine si attaccheranno al guanto;
  3.  la gomma in generale è un ottimo materiale per togliere i peli, quindi via libera a scope in gomma ma anche alle scarpe con suole di questo materiale!
    Da usare come un guanto o semplicemente da indossare e passare in modalità “pattinaggio”;
  4. prendete un bigodino in velcro e passatelo come una gomma sui tessuti;
  5. gonfiate un palloncino e strofinatelo contro le superfici da pulire, grazie alla elettricità statica attirerà i peli;
  6. infine un consiglio per la pulizia dei vostri vestiti: aggiungete dell’ammorbidente al ciclo di lavaggio, aiuterà a rimuovere i peli.
    Se avete modo di asciugarli con l’asciugatrice, questo toglierà eventuali peli residui.
    Un’altra possibilità è aggiungere i comuni fogli ammorbidenti nell’asciugatrice, combinando i due effetti in un colpo solo.
    In ogni caso ritengo l’asciugatrice un elettrodomestico indispensabile per liberare i vestiti dal pelo, senza di essa io non saprei proprio come fare.
Beko WMY 61232 PTYB3 Lavatrice slim
Beko - Assortito
398,40 EUR

Et voilà! I peli di gatto saranno rimossi…almeno per qualche ora.
Leggi anche: Le migliori spazzole toglipeli online

Altrimenti volete una soluzione più radicale? Alcuni gatti amano farsi aspirare il pelo direttamente con l’aspirapolvere! 😀 Guarda questo video divertente : Come ti aspiro il gatto

Da leggere dopo:

E tu cosa ne pensi? Hai altri metodi infallibili per rimuovere i peli di gatto? Se si, scrivili nei commenti!

12 consigli utili per rimuovere i peli di gatto dai tessuti in casa
5 (100%) 2 votes

2 commenti
  1. Elisa Bertoldi
    Elisa Bertoldi dice:

    Confermo, anch’io ho comprato l’asciugatrice quasi come principale rimedio per togliere i peli che altrimenti si accumulerebbero sempre di più sui vestiti!!

    Rispondi
  2. martina
    martina dice:

    Io ho una gatta persiana e devo dire perde molto meno meno di altri gatti che ho avuto, di base ho evidenziato negli anni che è fondamentale tenerli ben pettinati per togliergli il pelo in eccesso che è quello che perdono, e poi io mi trovo benissimo con i rulli e passo l’aspirapolvere anche sui divani, per il vestire rulli e asciugare chi ce l’ha gli indumenti in asciugatrice il pelo si toglie bene.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *