Miglior cibo per gatti: non farti fregare

miglior cibo per gatti

L’altro giorno ho aperto Google è ho cercato “miglior cibo per gatti” e mi è venuto da piangere quando ho visto cosa scrivono certi siti web che stanno nei primi risultati. Da piangere e anche rabbia perché ormai il web è popolato da articoli scopiazzati uno dall’altro, per acchiappare click (e quindi soldi) oppure scritti da stagisti che lavorano nelle redazioni (con tutto il rispetto per gli stagisti e poco per le redazioni), obbligati a scrivere 20 articoli al giorno in un sito senza avere le minime competenze per parlare di quell’argomento. So come funziona l’editoria e come funziona il web.

Per quello come prima cosa ti do un consiglio: quando leggi qualcosa su Internet, specie se riguarda la salute, cerca di capire chi è che scrive quell’articolo. E’ una persona reale? O non c’è nemmeno nome e cognome? Quando ti fanno una classifica del migliore cibo per gatti su che cosa si basano? Hanno le competenze per parlare di alimentazione del gatto? O è un sito molto generico che consiglia marche famose di crocchette con il link per acquistarle su Amazon?

Fatti delle domande, ti prego, e non farti fregare da chi specula su tutti gli argomenti ormai presenti su Google. Io con MicioGatto mi presento a te in tutta chiarezza: sono Elisa, una appassionata di gatti in carne ed ossa, non ho titoli accademici, ma da anni mi informo da veterinari e specialisti del gatto per dare informazioni corrette. A volte sbaglio anch’io certo, ma aggiorno gli articoli, li correggo, mi correggo e mi scuso se sbaglio, non do nessuna verità come scontata e do delle basi per saper poi scegliere da soli cosa è meglio per i propri gatti.

Per questo quando vedi in quegli articoli che trovi su Google una semplice classifica del miglior cibo per gatti che presenta delle marche di crocchette, quello non è un articolo serio. Per mille motivi, tra cui il fatto che il cibo industriale spesso è il miglior cibo per gatti per noi umani ma non per i gatti. Ora vediamo perché.

Qual è il miglior cibo per gatti

Il miglior cibo per gatti è quello che si avvicina di più a ciò che mangerebbe un gatto in natura, con abbondanza di prede: carne o pesce crudi, con qualche fibra. Qualcuno per avvicinarsi molto a questo tipo di alimentazione sceglie la dieta barf per il proprio gatto, che consiste appunto in carne cruda, in quantità bilanciate con l’aiuto di un veterinario nutrizionista, tratta per rimuovere pericolosi parassiti che si trovano nella carne cruda.

La dieta a crudo a mio avviso, se fatta con criterio, è la migliore per il proprio gatto, ma non è detto che sia possibile farla. Il proprio gatto potrebbe non accettarla, potrebbe essere complicato per noi seguirla, sicuramente è più comoda la dieta con il cibo industriale fatto di crocchette e umido.

La cosa che sconsiglio vivamente è fare una dieta casalinga improvvisata, magari dando avanzi di cibo al nostro gatto: sicuramente ci troveremmo un gatto che mangia tanti avanzi di pasta, e capisci bene che questo non si avvicina affatto ad una dieta simile a quella che farebbe un gatto in natura per essere sano.

Si può raggiungere un compromesso dando al proprio gatto una dieta casalinga con carne e pesce cotti, ma sempre sotto consiglio di un veterinario nutrizionista, che controlli dosi e componenti, in modo da soddisfare tutti i bisogni nutrizionali del gatto, senza né farlo ingrassare, né farlo dimagrire o ammalare.

Il buon cibo per gatti gli fa anche bene

I migliori cibi per gatti sono quelli che si avvicinano di più alla dieta ideale del gatto, quella naturale, fatta di carne e pesce, qualche fibra e qualche carboidrato. Questa dieta copre tutti i fabbisogni nutrizionali del gatto che sono composti, nell’ordine, di:

  • proteine animali e taurina
  • grassi animali
  • fibre
  • vitamine e minerali

Dei carboidrati il gatto ha pochissimo bisogno, e nelle crocchette ce ne sono sempre in abbondanza, per cui capisci bene che la dieta industriale sarebbe da evitare.

Purtroppo dobbiamo guardare anche alla nostra comodità di umani, al nostro portafoglio e a raggiungere un compromesso su ciò che sarebbe l’ideale e ciò che è alla nostra portata, calcolando che abbiamo già molti problemi a sopravvivere come umani medi. Chi non ha problemi di tempo e soldi può tranquillamente rivolgersi a un veterinario esperto in alimentazione che formulerà una dieta a crudo bilanciata, acquisterà carne e pesce freschi di alta qualità e trattati con i procedimenti che li rendono sicuri da dare al proprio gatto.

Tutti i restanti umani, che hanno vite complesse e devono almeno semplificare la nutrizione del proprio gatto, si rivolgeranno a mangimi industriali, che si suddividono in cibi umidi e crocchette. Quindi potrai obiettarmi che anche questo articolo sarà una classifica di marche di cibi per gatti, e ti rispondo di sì, ma quando leggo che in altri siti ci sono in classifica le crocchette della Friskies, bhé mi sanguinano gli occhi. Perché per fare una classifica di cibo per gatti industriale bisognerebbe almeno saper leggere le etichette…non mettere delle marche a caso o perché sono le più vendute.
Leggi dunque: Come leggere le etichette del cibo per gatti.

La qualità del cibo per gatti industriale

Per fortuna, come mi ha sempre detto il dott. Guiggi, veterinario esperto di mangimistica, in Italia esistono regole stringenti per l’alimentazione industriale, e la filiera è molto controllata. Dobbiamo sfruttare questa serietà anche per la salute dei nostri gatti, pretendendo sempre più chiarezza dai produttori di cibo industriale.

C’è chi indica in etichetta chiaramente la provenienza della propria carne o pesce, c’è chi indica tutte le percentuali anche se non è obbligatorio, chi indica la parte di animale utilizzato per creare il cibo, anche se non è obbligatorio, chi crea alimenti senza additivi di cui non conosciamo gli effetti a lungo termine. Queste pratiche sono da premiare e da scegliere per aumentare la qualità del cibo per gatti nello standard che le aziende producono.

Caratteristiche del miglior cibo per gatti

Quando scegliamo un cibo industriale da dare al nostro gatto, possiamo affidarci a delle regole di base, che sono sempre quelle:

  • dare più cibo umido che crocchette
  • se il cibo umido è complementare e non completo, affiancare a crocchette
  • prediligere cibi ad alto contenuto di proteine animali
  • controllare in etichetta quanti additivi sconosciuti ci sono
  • controllare che il cibo non contenga più cereali che carni
  • controllare se la carne inserita proviene da parti nobili dell’animale o da piume, becchi, scarti di lavorazione
  • controllare il tipo di cottura, se ad alte temperature o no
  • controllare se il cibo è cruelty free
  • non farsi ingannare da diciture come “cibo per maine coone”, “cibo per gatti sterilizzati”, “cibo per gatti indoor”

Ora alcune domande frequenti su queste regole per scegliere il miglior cibo per gatti

Perché dare più umido che secco?

Perché il gatto ha bisogno di acqua, tende a bere poco e la maggior parte dei liquidi che assume gli provengono dal cibo. Capisci bene che nutrire un gatto solo con crocchette non è salutare, perché con pochi liquidi tenderà a sviluppare problemi alle vie urinarie

Cosa vuol dire cibo complementare e cibo completo?

Sono due diciture che sonno sempre presenti nelle etichette del cibo per gatti (vai subito a controllare!) e indicano che se un cibo e completo, il gatto può mangiare solo quello senza andare incontro mai a carenze nutrizionali. Se invece il cibo è complementare, non puoi nutrirlo sempre e solo con quello, ma devi affiancare qualcos’altro che copra tutte le mancanze dell’altro cibo.

L’umido spesso è complementare, come faccio?

Spesso le crocchette sono cibo completo e l’umido spesso è complementare, anche se esistono umidi completi. Ma non è un problema: per coprire tutte le esigenze nutrizionali del gatto basta dargli sia un complementare che un completo assieme, così non ci saranno carenze.

E’ vero che tante proteine fanno male al gatto?

No, è un mito da sfatare. Un gatto sano può mangiare tutte le proteine che vuole, c’è più il rischio che vada in carenza che il contrario, con il cibo industriale. L’unico caso in cui stare attenti sono patologie accertate dal veterinario, ma lì te lo dirà lui a cosa stare attento.

Perché il gatto ha bisogno di proteine?

Il gatto ha bisogno di proteine ANIMALI, che costituiscono i mattoncini con cui il suo organismo costruisce tessuti, sistema nervoso ecc. Senza proteine della carne, soffre. Sulle etichette è sempre indicata la percentuale di proteine contenute nel cibo, ma non è detto che siano proteine animali, che sono quelle che costano di più. Controlla sempre anche la lista degli ingredienti, per vedere se c’è più carne e pesce o più contenuto vegetale nel cibo.

Perché controllare gli additivi?

Con la cottura alcune sostanze vengono perse, per cui le aziende le inseriscono dopo, come additivi. Alcuni additivi, come la taurina, sono necessari, anzi più che desiderati. Altri, come coloranti, conservanti, appetitizzanti, non sono sufficientemente studiati e non si sa che effetto hanno sull’organismo, specie a lungo termine. Meglio essere cauti.

Le ceneri grezze sono un problema?

No. Le ceneri grezze sono semplicemente i minerali presenti nell’alimento. Sono chiamate così per via di come sono fatte le analisi chimiche al cibo. Tante ceneri grezze non significa assolutamente scarsa qualità del cibo per gatti.

Il cibo grain free è il migliore?

Non necessariamente. Anche qui, non farti fregare. Nelle crocchette occorre sempre un elemento che faccia da legante e tenga assieme la crocchetta. Questo di solito viene fatto con i cereali, che costano pure poco. Ora c’è la moda del cibo grain free, ma spesso non si fa altro che sostituire i cereali con patate, piselli e altri vegetali che hanno la stessa funzione. Controlla sempre in etichetta quanti di questi elementi sono presenti nel cibo.

Come faccio a conoscere la qualità della carne presente nel cibo per gatti?

Spesso si fa fatica a capire quali parti dell’animali siano presenti nei cibi, perché in etichetta non è obbligatorio specificarlo. Alcuni produttori lo fanno, e vanno premiati. Se in etichetta trovi “carni e derivati”, “farina di carne”, ecc, c’è sempre il rischio che miscelino tra loro parti di scarto degli animali, come piume, penne, becchi e lische di pesci.

Il tipo di cottura determina la qualità del cibo?

In parte sì, perché come per il nostro cibo, cotture ad alte temperature rendono certamente sicuro il cibo, ma distruggono molte proprietà dell’alimento.

Devo scegliere un cibo a seconda della vita che fa il mio gatto?

Devi nutrire il tuo gatto a seconda del tipo di vita che fa, dell’età e se è sterilizzato o meno. Ma spesso chiedersi il “miglior cibo per gatti sterilizzati ” qual è non ha senso. un gatto sterilizzato deve semplicemente stare attento a non ingrassare. Quindi qualsiasi cibo sano va bene, stando attenti alle quantità. Anche scegliere il “miglior cibo per gattini” non ha molto senso: un gattino deve nutrirsi di più di un gatto adulto perché deve crescere, quindi gli servono tante proteine, va dato di più cibo. E così via.

Miglior cibo per gatti: qualche esempio

E’ impossibile analizzare tutte le marche di cibo per gatti e tutti i loro prodotti, sono davvero tantissimi, per cui ti darò qui qualche esempio che ritengo il migliore. Ho scritto numerosi altri articoli in proposito con varie classifiche, eccone qui alcuni:

Trovi inoltre numerose recensioni di cibi che ho fatto provare ai miei gatti nella sezione del sito “Recensioni”.

Per il cibo umido è forse più facile destreggiarsi: bisogna evitare cibi che in etichetta riportano contenuti di zucchero, additivi strani, che contendono più “derivati” che carne di qualità, mentre nelle crocchette c’è un intero mondo da analizzare, sono davvero tante, ma alcune regole fondamentali per la scelta le trovi negli articoli che ti ho linkato qui sopra. Ecco comunque alcuni prodotti che prediligo.

Umido Cosma Nature

Mi piace molto questo umido, e soprattutto piace la mia gatta, perché è semplice e sano. Le preferisce il pesce, ma è disponibile in altre varianti, Ci ho scritto anche una recensione qui. Riporto qui gli ingredienti e la composizione:

Miglior cibo per gatti Cosma Nature
Set di bustine Cosma Nature per gatti

Ingredienti: Tonno (alimento complementare): 75,4 % carne di tonno, 1,3 % riso, 23,3 % brodo di pesce.

E’ un alimento umido complementare, quindi io do alla mia gatta anche delle crocchette complete. Mi piace perché è un alimento semplice, fatto per lo più di puro tonno e preferisco le bustine da 50gr perché la mia gatta mangia quella quantità in una giornata. Ci sono anche confezioni di diversi formati e anche le scatolette comunque.
[ Scoprilo su Zooplus >> ]

Umido FirstMate

FirstMate è davvero attenta nella scelta degli ingredienti e nella qualità del proprio cibo, per quello la inserisco in questa classifica, anche se non è economica, specie per le crocchette, che vedremo tra poco. Ho recensito l’umido FirstMate anche qui.

Umido per gatti FirstMate al Salmone
Umido per gatti FirstMate al Salmone

L’umido FirstMate è completo, quindi puoi nutrire il tuo gatto sempre e solo con questo, senza affiancare niente altro.
Ecco ingredienti e composizione:

Composizione: salmone selvaggio deliscato (58%), acqua, patata, minerali, sale, taurina, cavolo riccio.

Additivi nutrizionali per kg: fosfato monocalcico 714 mg, cloruro di potassio 1,2 g, taurina 430 mg, chelato di zinco di aminoacidi idrato 54 mg, chelato di ferro di aminoacidi idrato 24 mg, chelato di manganese di aminoacidi idrato 1,7 mg, chelato di rame di aminoacidi idrato 3 mg, iodato di calcio 0,3 mg, vitamina E 150 UI, vitamina A 2160 UI, vitamina D3 112 UI.

Componenti analitici: Proteina grezza: 12%, grassi grezzi: 3%, Fibre grezze: 0,4%, Umidità: 80%, Ceneri grezze: 1,5%, Magnesio: 0,02%.

Come vedi gli additivi sono chiari, non ci sono conservanti, coloranti o altre schifezze sconosciute. Forse avrai notato che nei cibi umidi la percentuale di proteine è più bassa che nelle crocchette (se hai imparato bene a leggere le etichette). Questo perché il contenuto principale di un biso umido è l’umidità.
[ Scopri l’umido FirstMate >> ]

Umido FairCat

Un altro umido particolarmente attento anche ad essere rispettoso per l’ambiente con le sue produzioni e soprattutto Cruelty free è FairCat.

Umido per gatti FariCat

Per questa azienda le emissioni di Co2 vengono compensate con progetti di conservazione di foreste in Tanzania e gli allevamenti animali da cui derivano carne e pesce dei loro prodotti sono rispettosi del benessere animale. Sono alimenti senza cereali, senza coloranti, aromi e conservanti artificiali e non testati su animali.

Ingredienti variante Happy: pollo da allevamenti rispettosi del benessere animale (70,0%, cuore, carne, fegato, gole), brodo, minerali, cellulosa, olio di lino (0,50%), tegumento di semi di psillio (0,10%).

Additivi: vitamina D3 (200 UI/kg), vitamina E [tutto-rac-alfa-tocoferile acetato] (20 mg/kg), zinco [solfato di zinco monoidrato] (25 mg/kg), manganese [solfato di manganese II monoidrato] (1,40 mg/kg), iodio [iodato di calcio anidro] (0,75 mg/kg), rame [solfato di rame II pentaidrato] (1 mg/kg), taurina (1.500 mg/kg).

Proteine gregge 10.6 %
Grassi greggi 5.9 %
Fibre grezze 0.3 %
Ceneri gregge 2.4 %
Umidità 80.0 %

Come vedi indicano anche in etichetta quali parti dell’animale sono state utilizzate per produrre questo alimento e gli additivi non contendono appetitizzanti, sostanze di dubbia provenienza o potenzialmente pericolose.

[ Scopri FairCat su Zooplus >> ]

Crocchette FirstMate

Arrivando alle crocchette, la scelta è davvero ampissima ed è difficile destreggiarsi. Per fortuna sempre più aziende sono sensibili a creare un prodotto di ottima qualità, e quelle che prediligo sono le FirstMate, che anche se costano un botto hanno numerosi vantaggi: hanno una ricetta semplice e senza sorprese, un elevatissimo contenuto di proteine della carne e sono adatte a tutti i gatti, non hanno distinzioni di razza, sterilizzazione, età, che spesso sono indicazioni ingannevoli.

miglior cibo per gatti crocchette Firstmate
Le crocchette Firstmate al pesce

I vantaggi delle crocchette FirstMate in breve:

  • con una sola proteina animale (Pesce azzurro), quindi se il tuo gatto soffre di allergie o intolleranze, qui vai sul sicuro
  • senza glutine, senza cereali, senza legumi, senza proteine idrolizzate
  • senza conservanti artificiali e senza stimolanti dell’appetito
  • adatte a gatti di ogni età

Composizione: pesce oceanico disidratato (60%), patata, grasso di pollo (conservato con mix di tocoferoli), mirtilli (3%), lievito di birra, sostanze minerali, cavolo riccio.

Componenti analitici: Proteina grezza: 43%, grassi grezzi:17%, Fibre grezze: 2%, Ceneri grezze: 12%.

Dai una occhiata alla lista degli ingredienti, vedi la semplicità? e vedi l’elevato contenuto proteico del 43% sul totale? Questa si che è qualità.

[ Scopri le crocchette FirstMate >> ]

Crocchette Purizon

Le crocchette Purizon possono essere annoverate tra il miglior cibo per gatti perché attente alla lista degli ingredienti e all’elevato contenuto di proteine animali.

crocchette per gatti Purizon
Crocchette per gatti Purizon

Anche in questo caso fai attenzione alla lista degli ingredienti, che indica come primi ingredienti la carne di pollo e pesce, essiccata che vuol dire che la quantità effettiva dopo la cottura è ancora quella. E fai attenzione anche all’elevato contenuto di proteine indicato nella lista dei compenti.

Componenti:
30% carne fresca di pollo, 28% carne di pollo (essiccata), patate, 5% grasso di pollo, 2% uova (disidratate), 1,5 % aringhe fresche deliscate, 1,5% aringa (essiccata), 1% olio di pesce (100% olio di aringa), 1% proteine animali idrolizzate, fibre di piselli, carote (disidratate), erba medica (essiccata), inulina, frutto-oligosaccaridi, mannano-oligosaccaridi, melagrana (essiccata), mela (essiccata), spinaci (essiccati), 0,3 % psillio, ribes neri (essiccati), arance (essiccate), mirtilli (essiccati), cloruro di sodio, lievito di birra (essiccato), 0,2% radici di curcuma, 0,12% glucosamina, 0,09% solfato di condroitina, estratto di calendula, estratto di aloe vera, estratto di tè verde, estratto di rosmarino.

Proteine gregge 46.0 %
Grassi greggi 11.0 %
Fibre grezze 5.1 %
Ceneri gregge 8.9 %

[ Scopri Purizon su Zooplus >> ]

Per altre marche di crocchette di ottima qualità ti rimando all’articolo già citato in precedenza dove ho recensito e analizzato numerose confezioni di crocchette per gatti che si possono citare tra il miglior cibo per gatti (industriale).

Migliori cibi per gatti: c’è un perché

Per concludere ti faccio capire perché mi sanguinano gli occhi quando leggo certe classifiche di alimenti per gatti su certi siti. Ti ho fatto notare le liste di ingredienti e il contenuti di proteine ANIMALI dei cibi migliori per gatti. Ecco invece la lista di ingredienti di un cibo citato da uno di questi siti:

Componenti:
farina di pollo e tacchino, frumento, mais, grassi animali, glutine di mais, riso integrale, idrolizzato di proteine, minerali, polpa di barbabietola disidratata, olio di pesce.

Proteine gregge 32.3 %
Grassi greggi 20.5 %
Fibre grezze 1.4 %
Ceneri gregge 5.3 %

Secondo te, quel 32,3% di proteine citate, sono provenienti da carne o dai cereali inseriti a profusione in questo alimento?

E ancora peggio è inserito tra i migliori cibi per gatti questo alimento umido:

Componenti
Manzo
carne e derivati* (14%, di cui 4% manzo), estratti proteici vegetali, pesci e derivati, minerali, zucchero.
*bocconcini: 44% carne e derivati.

Non voglio fare nomi, né dei siti né dei prodotti di scarsa qualità che citano. Dico solo che per scrivere contenuti per il web ci vuole anche una certa etica e moralità personale, perché le persone poi si affidano a questi contenuti per avere informazioni e pensano di informarsi su fonti autorevoli. Complice anche Google che premia tali contenuti e li mette in alto tra i primi risultati.

Per questo ti consiglio anche, quando trovi un sito affidabile da cui trarre notizie, di iscriverti alla Newsletter e di salvarlo tra i preferiti, in modo da non perdertelo, perché su Google spesso i primi risultati non sono certo quelli di maggior qualità.

Argomenti simili:

5/5 - (12 Voti)
2 commenti
  1. Alessandra
    Alessandra dice:

    Grazie per questo articolo e grazie a voi sto imparando a leggere le etichette, cercando di comprare il cibo migliore però i miei gatti. Conosci la marca Rosies’ farm?

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.